Calcio a 5 – Serie A – Un Latina superlativo annienta le velleità del Pescara

Calcio a 5 – Serie A – Un Latina superlativo annienta le velleità del Pescara

 

L'immagine può contenere: 5 persone, persone che praticano sport e campo da basket

 

L’Axed Latina stravince contro il Pescara grazie ad una prestazione da incorniciare per i ragazzi di Mannino, capaci di rifilare un netto 5-1 agli abruzzesi. In un PalaBianchini gremito sono i gol di Espindola, Raubo, Diogo, Bernardez e del portiere Basile a risultare decisivi.
PRIMO TEMPO – I nerazzurri schierano dal primo minuto Basile tra i pali, Battistoni, Espindola, Maluko e Bernardez, mentre gli ospiti iniziano con Pietrangelo, Saad, Rescia, Azzoni, Saad. Pronti via ed al 3’20’’ arriva il vantaggio dei pontini con Espindola che di forza sradica il pallone dai piedi di un avversario al limite dell’area, trafiggendo il portiere ospite con un destro potente. La rete carica i padroni di casa che al 5’ sfiorano il bis con Raubo che, dopo aver rubato palla all’estremo difensore avversario nell’angolo sinistro, non riesce a centrare la porta sguarnita. La manovra del Latina è arrembante, al 6’30’’ Paulinho scalda i guanti di Pietrangelo, che poco dopo si ripete sulla bordata da fuori area di Raubo. Al 9’30’’doppio prodigio di Basile su Saad che nel giro di pochi secondi va alla conclusione sugli sviluppi di un calcio d’angolo dalla destra. Il match resta sempre godibile e al 15’06’’ è Raubo a firmare il suo primo gol con la maglia dell’Axed con un sinistro al volo dal limite che non lascia scampo a Pietrangelo. Subito dopo però è Basile a compiere un miracolo sul destro a botta sicura di Rescia. Ancora Pietrangelo protagonista al 16’15’’ sul sinistro velenoso da distanza ravvicinata di Espindola. Poi a 1’42’’ dal termine è Maluko a sprecare solo davanti a Pietrangelo l’occasione del tris. Il primo tempo si chiude così sul 2-0 in favore dell’Axed.
SECONDO TEMPO – Nella ripresa il match è molto equilibrato e la prima vera chance, per il Pescara, arriva al 5’ con il destro al volo da ottima posizione di Rosa che termina di poco a lato. Al 5’51’’ però Raubo lavora un gran pallone centralmente per l’accorrente Diogo che, dopo aver controllato di suola, scarica un sinistro da urlo su cui Pietrangelo non può arrivare. Prova a rispondere subito Romano con un destro dalla distanza su cui però Basile è attento. Il Pescara inserisce il portiere di movimento e al 7’30’’ con un rimpallo fortunoso è Saul ad andare ad un passo dal poker, con il pallone che però va sbattere sul palo. Al 9’50’’ sono gli ospiti a sfiorare il gol con Tenderini, con Battistoni bravo a salvare sulla linea, ma pochi istanti dopo Tenderini sfrutta una disattenzione difensiva per accorciare le distanze. Palla al centro e l’Axed Latina trova il poker con una gran conclusione dall’angolo di Bernardez. Il match non conosce soste e quando Saad tenta la gran botta con il sinistro è Basile a opporsi da campione. Ed è proprio Basile al 15’10’’ direttamente con un rinvio a trovare la rete del 5-1. I nerazzurri, caricati a mille dalla spinta del pubblico del PalaBianchini, portano a termine con autorità il match volando a quota 10 in classifica.

L'immagine può contenere: 1 persona, sta praticando uno sport e campo da basket

Latina: Landucci, Battistoni, Paulinho, Espindola, Bernardez, Diogo, Del Ferraro, Pilloni, Saul, Maluko, Raubo, Basile. All. Mannino
Pescara: Pietrangelo, Ercolessi, Romano, Salas, Rescia, Rosa, Mentasti, Cuzzolino, Burato, Azzoni, Saad, Mudronja. All. Chiavaroli
Arbitri: Cursi di Jesi e Morabito di Vercelli. Cronometrista: Micciulla di Roma 2
Marcatori: 3’20’’ Espindola, 15’06’’ Raubo, 5’51’’st Diogo, 10’01’’st Tenderini, 10’09’’ Bernardez, 15’10’’st Basile
Ammoniti: Maluko, Cuzzolino, Saul, Salas, Del Ferraro

Fonte e foto: Ufficio stampa Latina


Fisco: novembre mese delle tasse, si pagheranno 55 mld

A darne conto è la Cgia di Mestre

A.N.S.A.“Nonostante le riforme avviate in questi ultimi 25 anni – ricorda il coordinatore dell’Ufficio studi della Cgia Paolo Zabeo – l’Italia è ancora a metà del guado. Sebbene non facciamo più parte del club dei Paesi unitari, non possiamo neppure considerarci un paese federale. Se sul fronte fiscale ancora adesso l’80% circa del gettito tributario finisce nelle casse dello Stato centrale, gran parte della spesa, depurata dagli interessi sul debito pubblico e dalla previdenza, viene invece gestita a livello locale. Il 53%, infatti, è in capo a Regioni, Province e Comuni. In altre parole, la quasi totalità delle nostre tasse finisce a Roma, ma oltre la metà delle uscite è gestita da governatori e sindaci”. In Italia il gettito tributario complessivo (imposte, tasse e tributi), ricorda la Cgia, supera i 490 miliardi di euro l’anno. Questa cifra così importante affluisce nelle casse dell’erario rispettando una serie di scadenze fiscali che, in termini economici, si concentrano prevalentemente tra novembre e dicembre e nei mesi di giugno e luglio. Uno dei contribuenti più penalizzati dal fisco italiano sono le imprese. Il carico di imposte e contributi previdenziali su queste ultime, infatti, non ha pari nel resto d’Europa. La percentuale in grado di dimensionare questo fenomeno è l’incidenza delle tasse pagate dalle aziende sul gettito fiscale totale. Se nel 2015 (ultimo dato disponibile) in Italia tale percentuale è stata del 14,9, in Irlanda ha toccato il 14,8, in Belgio il 12,9, nei Paesi Bassi il 12,7, in Spagna l’11,8, in Germania e in Austria l’11,6. La media dell’Unione europea è stata pari all’11,5%.

CLICCA QUI per essere informato su quello che succede intorno a te

WhatsApp fa cancellare messaggi inviati

Arriva la funzione “elimina”, per errori e pentimenti

In una pagina del sito di WhatsApp la nuova opzione viene chiamata “Eliminare i messaggi per tutti”. “Permette di eliminare specifici messaggi che hai inviato a un gruppo o a una chat individuale”, ed è “utile se hai inviato un messaggio alla chat sbagliata o se il messaggio che hai inviato contiene un errore”, si legge.

Per eliminare un messaggio – sia esso una frase, una foto o un video – basterà selezionarlo e toccare il simbolo del cestino, quindi toccare “elimina per tutti”. Una volta fatto, i destinatari visualizzeranno la scritta “Questo messaggio è stato eliminato”.

A.N.S.A.La novità ha tuttavia alcuni paletti: per avere ripensamenti si avranno a disposizione sette minuti, trascorsi i quali il messaggio non potrà più essere eliminato. La funzione, inoltre, richiede che mittenti e destinatari abbiano la versione più aggiornata dell’applicazione. C’è poi da tener conto che i destinatari potrebbero vedere il messaggio prima che venga eliminato. WhatsApp, infine, non invierà una notifica nel caso in cui l’eliminazione non vada a buon fine.

 

 

 

Annunci