La Reggina mette il bavaglio al Monopoli

di Salvatore Condemi per http://www.latinasport.info e http://www.regginaunicoamore.it

I biancoverdi di Tangorra scendono in campo secondo il consolidato 3-5-2 con Bardini tra i pali; Bei, Ricci e Mercadante sulla linea difensiva; Rota, Sounas, Scoppa, Zampa, Donnarumma a costituire la mediana; Genchi, Sarao in attacco. In panchina: Convertini, Lobosco, Zibert, Paolucci, Diomandè, Tafa, Russo, Longo, Ferrara, Di Cosola, Todisco, Bacchetti. L’ex nerazzurro pontino, Michele Paolucci, quindi, parte dalla panchina.

Risultati immagini per Paolucci monopoli

Risponde la Reggina di Mister Maurizi con il consueto 4-3-1-2 con Cucchietti in porta; Pasqualoni, Di Filippo, Laezza, Solerio in difesa; Marino, Fortunato, Porcino a centrocampo; De Francesco alle spalle di Tulissi e Bianchimano. A disposizione: Licastro, Turrin, Auriletto, Tazza, Maesano, Gatti, Mazavilla, Amato, Silenzi, Bezziccheri, Sparacello.

Risultati immagini per alberto de francesco

Le due contendenti cominciano al galoppo; in special modo il Monopoli che non dimostra di essere all’altezza del terzo posto che attualmente detiene ed è quindi la Reggina a fare tanto possesso palla ma nulla di più. Intorno al 20′ la squadra amaranto non approfitta di una bella apertura in area di Porcino che trova poco reattivi sia Bianchimano che Fortunato e l’azione sfuma.

Sei minuti più tardi la formazione di Maurizi vicinissima al gol: calcio da fermo di De Francesco per Bianchimano che si coordina per un tiro che si stampa sulla traversa.

Tanta Reggina che non spreca un pallone, poco Monopoli che nel corso del primo tempo costruisce un’azione soltanto (31′) con Genchi che non si coordina in modo appropriato per battere il portiere avversario.

Al 36′ Reggina in vantaggio con Marino che sfrutta a dovere un assist al bacio di Porcino: il numero 14 in casacca amaranto addomestica la sfera e con un destro a giro batte imparabilmente Bardini. Gol da cineteca ma c’è da segnalare il vistoso errore della retroguardia avversaria che regala tutto il tempo e tutto lo spazio per stoppare e tirare in porta all’autore della rete che resta pur sempre bellissima.

Al 38′ il pareggio della squadra di casa: Donnarumma vince un contrasto a centrocampo e lancia Genchi che batte Cucchietti in disperata uscita per l’uno pari. Grave disattenzione del centrocampo amaranto che permette al numero 17 biancoverde di agire indisturbato e dormita generale della difesa che fa volare il bomber del Monopoli verso la segnatura. 

La seconda frazione di gioco è piacevole e con continui capovolgimenti di fronte ma le due formazioni non riescono a superarsi. Il primo tiro è ad opera di Tulissi che impegna a terra Bardini quando le lancette segnavano il 59′.

Nella Reggina Bezziccheri sostituisce Fortunato che oggi si è visto poco mentre Tangorra fa uscire Russo per Longo e l’ex Pontino Paolucci entra al posto di Genchi.

Al 68′ amaranto di nuovo vicinissimi al raddoppio con Tulissi il cui tiro passa radente al palo alla destra del portiere avversario.

Mezavilla entra al posto di Porcino e quindi, nell’ultimo quarto d’ora, la Reggina gioca con il 4-4-2. Le intezioni di Maurizi, verosimilmente, sono quelle di creare una sorta di flangiflutti nella zona nevralgica del campo. Con Sparacello, entrato in luogo di Bianchimano, il trainer chiede più mobilità, più corsa e, volendo, un filtro maggiore già sulla linea dei ventidue metri. Una volta solamente la formazione di casa andrà al tiro con Zibert ma per Cucchietti è un gioco da ragazzi accartocciarsi e far propria la sfera.

Risultati immagini per roberto marino reggina 1914Ottimo pareggio conquistato su un campo difficile e contro un Monopoli che non è riuscito ad andare oltre il pareggio. Se dicessimo che i biancoverdi non hanno fatto vedere chissà che di trascendentale e che non hanno fatto nulla per vincere la partita, non diremmo eresie. E c’è di più: con una dose maggiore di cattiveria agonistica, quest’oggi avremmo potuto esaltare un’ottima Reggina capace di abbavagliare e rendere innocuo  lo spauracchio del Girone meridionale della Serie C.  Non è successo ma ci è mancato poco.

 

Annunci