Sassari, parla Bianchi: “Il Latina ritornerà tra i professionisti” 

Il prossimo avversario del Latina sarà quel Latte Dolce di Sassari che qualche giorno fa ha richiamato in panchina Massimiliano Paba e, nell’ultimo turno di campionato, ha conquistato un buon punto a Tortolì: 1-1 il risultato finale che almeno muove la classifica di entrambei i  sodalizi sardi. Un derby salvezza tra due compagini evidentemente fuori condizione  e senza mordente. In special modo la squadra   sassarese partita con i favori dei pronostici poi non mantenuti.

Per i biancazzurri, quello di Tortolì, ad ogni buon conto, è da ritenere un pari che tutto sommato fa respirare, perché spezza una striscia negativa da 4 ko consecutivi in campionato e perché arriva dopo una settimana in apnea, vissuta a cavallo fra la sconfitta interna con l’Ostiamare, il cambio in panchina con il ritorno, appunto, di mister Massimiliano Paba e una classifica che – nonostante sia ancora cortissima – diceva ultimo posto. Un pari che però fa anche arrabbiare i biancoclelesti, che in superiorità numerica e sbagliando anche un rigore il match lo avrebbero voluto vincere, per scacciare la scimmia dalle spalle, per invertire un trend negativo che fra prestazioni e un pizzico di sfortuna ha caratterizzato pesantemente questo inizio di campionato, per uscire da un tunnel che però, pur se in lontananza, fa intravedere i primi bagliori di luce. La squadra non ha perso, ha messo in cassa un punto, non ha alibi, non accampa alibi è già lavora duro per arrivare al meglio possibile al prossimo impegno. 

Daniele Bianchi l’analisi della gara che il suo Sassari dovrà giocare contro il Latina: <<Nel calcio comandano i risultati, e noi come giocatori, molto semplicemente, dobbiamo cercare di dare il massimo specialmente quando si incontrano squadre come il Latina con una rosa attrezzata per puntare al ritorno tra i professionisti. È vero che hanno pagato lo scotto iniziale della partenza in ritardo ma dopo un inizio difficoltoso, in cui hanno perso due partite su tre, sembrano aver trovato un equilibrio e una continuità consoni al valore della squadra. Noi dobbiamo restare concentrati su noi stessi e pensare solo a noi, pur avendo il giusto rispetto per gli avversari ma affrontandoli a prescindere dal loro blasone».

Clicca qui per sapere cosa succede intorno a te 

Annunci