Chiappini: ”A Roma vietato commettere errori”

di Gaburin Basilio

LATINA CALCIO 1932 -  Conferenza Mister Chiappini -  FOTO: PAOLA LIBRALATO
LATINA CALCIO 1932 – Conferenza Mister Chiappini – FOTO: PAOLA LIBRALATO

Nella conferenza stampa di ieri pomeriggio, alla vigilia di Lupa Roma-Latina, il tecnico nerazzurro Andrea Chiappini ha manifestato la voglia di fare risultato della squadra: <<Fino ad oggi le due trasferte sono andate molto male, dobbiamo migliorare la situazione. Credo che più passa il tempo e più questa situazione sia migliorabile. Dobbiamo, oltre a migliorare la prestazione, cercare di ottenere anche i punti. Quella di domani è un’occasione per farlo nonostante siamo consapevoli delle difficoltà che avremo contro una squadra che ha una capacità di verticalizzazione eccezionale. In campo ci sono episodi ed errori, tutto è condizionato anche da questo che va oltre la prestazione. Non dobbiamo commettere errori e dobbiamo essere molto attenti in fase difensiva, mentre in fase offensiva dobbiamo essere molto più concreti rispetto all’ultima partita.>>

Per quanto riguarda Nelson e Cittadino si è espresso in tal senso: <<C’è un Rizzo in grossa crescita, anche in settimana. Nelson credo di utilizzarlo perché lo conosco molto molto bene. Su Cittadino voglio sciogliere la riserva domani perché anche Natale sta facendo molto bene. Ho il dubbio fra di loro.>>

 

A pochi minuti dal fischio d’inizio, le due società hanno diramato le formazioni ufficiali.


Sgarra, tecnico dei capitolini spedisce in campo: Proietti Gaffi, Balzano, Montesi, Catalano, Piva, Pedrazzini, Bozzi, Bianchi, Prandelli, Svidercoschi, Esposito. A disposizione: Lazzari, Macellari, Battaiotto, Nannini, Santarelli, Vittorini, Volponi, Milani e Tomaselli.
Risponde il tecnico pontino che manda in campo: Bortolameotti; Barone, Vona, Romeo, Atiagli; Barberini, Catinali; Tribuzzi, Natale, Rabbeni; Iadaresta. A sua disposizione avrà: Maltempi, Porfiri, Rizzo, Tomei, Belvisi, Alario, Cittadino, Cifra e De Francesco.
L’arbitro dell’incontro sarà il Signor Sili di Viterbo, coadiuvato da Lambiase di Palermo e Gargano di Palermo.

 

 

Annunci