Alessandro Celli: ”Spero di far bene con l’Andria”

Si prospetta l’esordio con la Fidelis Andria per il pontino Alessandro Celli. Dopo qualche problema muscolare, il difensore centrale accasatosi nella società federiciana a fine luglio, dopo lo svincolo a seguito del fallimento del Latina Calcio, potrebbe prendere il posto di di Andrea Tiritiello al centro della difesa nella gara che la vedrà contrapposta alla Paganese. Difficilmente il napoletano potrà scendere in campo a causa di una fastidiosa elangazione al flessore per cui è stato allertato il ragazzo di Latina che così incontrerà gli ex nerazzurri Negro e Regolanti che l’anno scorso giocavano a Latina nonché Talamo che ha vestito la casacca delle selezioni giovanili del Latina in un recente passato.

Contattato telefonicamente dalla nostra redazione, Alessandro è sicuro di far bene: ”Ho lavorato alacremente in questi due mesi e mezzo, per questo credo di essere pronto. Ad Andria mi trovo benissimo e Mister Loseto è un ottimo allenatore. Io lo ringrazio per avermi visto e spero di essere all’altezza e utile per la causa azzurra già da sabato prossimo.”

 

Risultati immagini per alessandro Celli fidelis andria

Annunci

Latina Scalo Sermoneta, a Pomezia niente da fare

Brusco scivolone esterno per il Latina Scalo Sermoneta di Gesmundo nettamente battuto dal Pomezia di Gagliarducci nel recupero della seconda giornata del Campionato di Eccellenza non disputata per impraticabilita’ del campo pometino. Al 17’ il Pomezia passa in vantaggio con Panella che sfrutta di testa un cross di Gamboni. Il raddoppio arriva al 36’ con Gamboni che sugli sviluppi di un corner battuto dalla sinistra, infila Viscusi sulla propria sinistra. Al 44’ Tajarol uncina una palla in area di rigore e incrocia di esterno destro per il tre a zero alla fine della prima parte della gara. Il secondo tempo rivede  la compagine di patron Bizzaglia costantemente pericolosa ed al 38’ Fanasca crossa per l’esperto Ascenzi che non ha problemi a stoppare e trafiggere Viscusi. Al 45’ Torri segna il definitivo 4-1 con un bel tiro che sbatte sul palo prima di entrare nella porta di Morgante. La compagine di Antonio Aprile non e’ mai riuscita ad entrare in partita nel corso dei novanta minuti di gioco che ha visto il Pomezia determinato a condurre in porto una partita che ha dominato in lungo e in largo, segnando, per altro, quattro pregevolissime reti.

POMEZIA Morgante, Matarazzo, Gallo, Baylon, Panella, Martinelli, Gamboni, Giannone (Di Nezza), Tajarol (Ascenzi), Prevete (Fanasca), Paglia (Tortora M.) A disposizione Mastella, Morelli. ALLENATORE Gagliarducci

LATINA SCALO SERMONETA Viscusi, Iannella (Monti), Schiavon, Pacifici (Greco), Formato, Celli, Onorato (Torri), Marchetti, Gesmundo, Aquilani (Peressini), Valente (Bucciarelli) A disposizione Venturiero, Gasbarra. ALLENATORE Gesmundo

MARCATORI Panella 16’pt (P), Gamboni 35’pt (P), Tajarol 43’pt (P), Ascenzi 36’st (P), Torri 46’st (L)

Con la sonora vittoria sul Latina Scalo Sermoneta, i pometini salgono al secondo posto in solitaria con 12 punti, ad una sola lunghezza dal battistrada Virtus Nettuno Lido. La matricola Latina Scalo Sermoneta rimane stabilmente a meta’ classifica con i suoi 7 punti
Virtus Nettuno Lido 13, Pomezia Calcio 12, Team Nuova Florida 11, Audace e Città di Anagni 10, Insieme Ausonia e Morolo 9, Serpentara Bellegra O., Roccasecca e Latina S. Sermoneta 7, Formia 6, Arce 1932, Play Eur e Almas Roma 5, Montespaccato 4, Cavese 3, Colleferro 2, chiude il fanalino di coda Bricofer Casal Barriera con 1 punto
Rivediamo le fasi salienti dell-incontro grazie alle riprese di Sportinoro Channel

 

Napolitano: “Ci aspettavamo piu tifosi” 

Risultati immagini per fabio napolitano latina

Consueta conferenza stampa di meta’ settimana per il Latina Calcio 1932. A parlare il Direttore Generale Fabio Napolitano. “Siamo riusciti a tesserare Nelson Atiagli che da oggi sara’ regolarmente a disposizione di Mister Chiappini”  ha detto il dirigente nerazzurro il quale ammette che “per Ruben Olivera bisogna attendere il transfer dalla Federazione ecuadoregna.” 

Di seguito, si lamenta dello scarso numero di tifosi presenti allo stadio nelle prime due giornate: “Ci aspettavamo di più in termini di affluenza, soprattutto sulla seconda partita. C’erano tutte le carte in regola per fare numeri importanti e invece abbiamo fatto un centinaio di presenze in meno e questo ci ha stupiti. I biglietti non li consideriamo nemmeno nel bilancio, sono di supporto alla squadra. A noi non interessa l’incasso al botteghino ma avere lo stadio sempre pieno.”

Successivamente tocca all’esperto difensore Samuele Romeo parlare con la platea di giornalisti: “Sono contento di essere a Latina. Latina come città mi piace, è una città moderna e universitaria. Mi trovo bene, a volte mi capita di andare in giro insieme ai compagni. Qui c’è una struttura che potrebbe e dovrebbe fare altre categorie. E” una piazza che ha sfiorato la Serie A e non merita la serie  D. Siamo partiti umili, piano piano stiamo diventando una squadra compatta. Ora c’è Olivera che ci darà una grande mano, speriamo di continuare per come stiamo facendo in queste ultime uscite.”



L’ex difensore Del Melfi  ammette di non essere al top: “Non ho fatto la preparazione, mi sono allenato a casa ma mi mancava stare con un gruppo e allenarmi insieme ad una squadra. In queste prime partite non ho accusato stanchezza, a parte il crampo che mi è venuto domenica scorsa. Ora sto facendo allenamenti mirati per tornare al top e dare il mio contributo. Io non sono un fenomeno, ma voglio giocare qui con lo stesso approccio che ho avuto quando ho giocato in B e in C. Voglio dare il mio contributo al Latina.”

Si passa cosi’ a parlare della prossima sfida: “Oggi abbiamo iniziato a studiare la Lupa Roma e da domani il mister entrerà nel dettaglio. Affrontiamo la partita con la giusta determinazione. Non sara una partita facile e sono sonscio che si spetta una battaglia. Io non sottovaluto nessun tipo di avversario, può capitare di giocare con l’ultima e perdere tre a zero. Ci vuole sempre attenzione.”