Cinque a tre con la Virtus Nettuno Lido nell’allenamento congiunto

Otto reti e tante soluzioni tecnico-tattiche oggi all’ex Fulgorcavi per la sgambata infrasettimanale tra la squadra nerazzurra e la Virtus Nettuno Lido che partecipa al Campionato Regionale di Eccellenza.

Nerazzurri avanti di due gol grazie alla doppietta di De Francesco, poi la rimonta dei ragazzi di Panicci con Giordani (anche lui autore di una doppietta) e Le Rose che ribaltano il risultato. Il controsorpasso della squadra di Chiappini porta le firme di NelsonRabbeni Tribuzzi. La squadra ospite ha effettivamente spaventato gli uomini di Chiappini che, purtroppo, hanno ripetuto gli stessi errori ed hanno avuto le stesse amnesie delle prime gara. Errori che i nerazzurri devono assolutamente evitare.

L'immagine può contenere: persone che praticano sport, erba, cielo, spazio all'aperto e natura

Annunci

Benacquista, tutto pronto per Agrigento

Inizia Domenica 1 ottobre  il prossimo campionato di serie A2. La formula della serie A2 2017-18 sarà identica a quella dello scorso anno: 32 squadre, due gironi divisi Est e Ovest, regular season da 30 partite e poi 4 serie playoff e due playout per arrivare a una sola promozione in serie A e a tre retrocessioni in serie B.
La volontà federale è quella di aumentare il numero di promozioni in serie A a partire dalla stagione successiva, la 2018-19. Se la serie A passerà a 18 squadre, ci saranno tre promozioni nel 2018-19 – anno di transizione – e poi sempre due. Se invece si deciderà di restare a una serie A con 16 squadre, le promozioni e le retrocessioni diventeranno comunque due a partire dal 2018-19.

In quest’ultima settimana di preparazione, i nerazzurri stanno mantenendo alta la concentrazione e si stanno impegnando al massimo per arrivare pronti all’esordio di domenica 1 ottobre ad Agrigento. Sarà una stagione emozionante e coinvolgente.

Intanto questa sera alle 19.00 (Giovedì 28 settembre) presso la palestra dell’ ITC Vittorio Veneto in via Gioberti a Latina è in programma la presentazione ufficiale della prima squadra della Benacquista Assicurazioni LatinaBasket. 

L'immagine può contenere: 16 persone, persone che sorridono, persone che praticano sport e campo da basket 

I biglietti per Latina-Tortolì già in vendita da questa mattina

di Basilio Gaburin per Latinasport.info

Con una nota apparsa sulla propria Pagina Facebook ufficiale, la società Latina Calcio 1932 informa che ”è iniziata questa mattina la vendita dei biglietti della prossima partita in casa del Latina Calcio 1932”. La gara contro il Tortolì si giocherà al Francioni domenica primo ottobre ore 15.00. I biglietti possono essere acquistati on line dal sito www.bookingshow.com  oppure presso i punti vendita bookingshow di Latina:

  • Tabacchi Del Borgo, Via Acque Alte 70 – Borgo Podgora
  • Edicola Brogialdi Alberto, Piazzale Prampolini snc – Latina
  • Blu Ticket Di Ghirotto Silvia, Viale Pier Luigi Nervi c/o Latina Fiori – Latina
  • Office Store, Largo Marcantonio Cesti 7 – Latina
  • Amadeus srl (riv), Via Neghelli 3 – Latina
  • Tabaccheria Christian, Via Romagnoli 13 – Latina
  • V&B Caffè di Longato Barbara, Strada Congiunte Sinistre 9 – Latina
  • Stregatto Caffè di Alice Lopa, Viale Vittorio Veneto 34 – Latina
  • SERVIZI SMORGON di Soncin Mario, Via Giulio Cesare 32 – Latina
  • Tabacchi Il Toscano, Via Della Stazione 184 – Latina Scalo

I botteghini del Francioni saranno aperti da venerdì 29 settembre e fino a domenica 1° ottobre con il seguente orario:

  • venerdi e sabato dalle ore 10 alle ore 12 e dalle ore 16 alle ore 19 –
  • domenica dalle ore 10 alle ore 15.

I biglietti acquistati online e presso i punti vendita bookingshow prevedono il pagamento del diritto di prevendita di € 1,50 a biglietto acquistato. I prezzi dovrebbero essere invariati. Insomma dopo le feroci polemiche della scorsa settimana, la società di Piazzale Prampolini farà del tutto per non ripetere gli stessi errori. Peccato per il caro biglietti.

20160424_171032_via-duca-del-mare.jpg.jpg

Massimo Agovino si presenta alla Nuorese: ”Latina, Rieti e Cassino le più forti”

Massimo Agovino sarebbe dovuto essere il condottiero della sua Pomigliano ma i vecchi dissapori con patron Raffaele Pipola lo hanno spinto a declinare l’incarico. E, gioco forza pur di trovare una sqaudra, ha dovuto dir di sì alla Nuorese che, intanto, ha esonerato Gianluca Pieddo. Fatali per il 43enne tecnico locale le sconfitte patite nelle ultime due giornate, dopo l’inizio promettente coinciso con la vittoria al “Frogheri” col Latte Dolce e il pareggio in trasferta contro il Tortolì. Quattro punti e poi il buio.

Massimo Agovino, 50 anni, originario di Sant’Anastasia, comune dell’hinterland napoletano, ha guidato le formazioni di Pomigliano, Grosseto, Potenza, Terracina e Cavese. Ora è la volta della panchina della formazione verdazzurra che, secondo le intenzioni della società, il nuovo mister dovrebbe portare a navigare nell’alto mare della classifica.

L’allenatore partenopeo (ma ancora residente a Terracina) è stato presentato alla stampa. A fare gli onori di casa è Patron Artedino: “E’ stata una decisione sofferta le cose non sono andate come si sperava  – ha detto alquanto dispiaciuto a http://www.isola24sport.it – ma la prospettiva non rosea, il ritardo di preparazione, una rosa costruita in fretta, ma che riteniamo valida pur con qualche lacuna che nel caso verrà colmata e la fretta di recuperare presto il tempo perduto ci ha portato ad una decisione drastica. Serviva una svolta. Uno scossone alla squadra e all’ambiente. L’obiettivo era e rimane quello di un campionato di vertice. E’ chiaro che un esonero è un fallimento, un fallimento della società, un fallimento del presidente. Il calcio è questo, chi paga è sempre il mister, non si può cambiare una squadra intera. Dispiace per mister Peddio, paga lui a nome dell’intera squadra e lo ringraziamo per il lavoro svolto”. Artedino quindi parla del neo tecnico Massimo Agovino: “La scelta è ricaduta nella sua figura per caratteristiche tecniche e mentali. Ritengo e, assieme ai miei collaboratori, riteniamo che Massimo  sia la persona giusta per portare ordine nello spogliatoio forse anche un po’ biricchino sino ad oggi e riportare quell’entusiasmo che in quattro gare si è visto perdere. Un mister preparato e che conosce la categoria. Nuoro, purtroppo come le grandi piazze, subisce la mania dei risultati: se la squadra è vincente siamo tutti al campo, se la squadra è perdente la si abbandona e non la si sostiene, e questa non è una grande cosa. Noi confidiamo in Massimo Agovino – conclude il presidente barbaricino – un mister preparato e che conosce la categoria, speriamo nel ritorno dei risultati e del bel gioco. La sua voglia di rivincita mi ha contaggiato e penso sia la persona giusta per rilanciarci”.

A sua volta è Massimo a parlare: ”Più che una svolta serve una vittoria. Se battiamo i primi della classe ci rimettiamo in carreggiata. Moduli? Non sono un allenatore integralista e spesso ho schierato le mie squadre anche a 3 dietro. La rosa è di qualità, Giuseppe Meloni mi ha impressionato quando l’ho visto giocare a Fondi”. Infine una sua personale impressione sul girone: “Il gruppo G è molto forte, con squadre come Rieti, Latina, Cassino e Monterosi. Anche noi possiamo dire la nostra”.

Dalla Redazione di Latinasport.info un doveroso in bocca al lupo all’allenatore pluri-esonerato ma dalla preparazione smisurata e dalle idee innovative. E soprattutto un augurio all’uomo perché merita ampiamente fortune maggiori di una semplicistica quarta serie.

Il Latina Scalo Sermoneta non si ferma più

di Basilio Gaburin per Latinasport.info

La squadra del Presidentissimo Antonio Aprile non si ferma neanche in Coppa Italia. La compagine di Mister Gesmundo si impone infatti con un perentonio 5-1 che le permette di di tagliare il pass per i sedicesimi di finale ai danni della Play Eur. Mattatore assoluto dell’incontro è il solito Edoardo Onorato, anche ieri autore di una tripletta.

Poco e niente da segnalare durante la prima mezz’ora di gioco ma dopo la prima segnatura (rigore trasformato manco a dirlo da Onorato) gli uomini in casacca nerazzurra cominciano a giocare sul velluto e per gli avversari comincia il calvario. Poco prima del duplice fischio, ci pensa Celli a portare a due le segnature per i pontini e, nell’azione successiva, la Play Eur rientra momentaneamente in partita, con Babbucci che realizza dagli undici metri. Nella ripresa non c’è più soria. Onorato triplica subito dopo neanche un giro di lancette, il neo entrato Aquilani firma il poker, con lo stesso Onorato che chiude personalmente la sfida centrando la tripletta e la quinta rete per i locali. Il Latina Scalo Sermoneta avanza così al turno successivo. Per gli ospiti continua il momento particolarmente delicato.