Domenica, prima dello Stadio, ci vediamo da Ci.Ro. Non mancare!

Domenica, prima dello Stadio, ci vediamo da Ci.Ro. Non mancare!

DOMENICA, PRIMA DI ANDARE ALLO STADIO, VIENI A GUSTARE LE PRELIBATEZZE PREPARATE DAGLI CHEF DEL RISTORANTE PIZZERIA CI.RO. DI LATINA 

E’ gradita la prenotazione

ristorante-ci-ro-logo

 

 

 

 

Ristornate CI.RO. di Latina (Via Carturan, 41) e il suo menu della domenica

 

Menu terra    15,00 

                       Antipasto:  Bresaola rucola e scaglie

                       Primo:      Paccheri allo scarpariello

                       Dolce:      Dolce della casa

Menu terra      20,00    

                       Antipasto:  Bresaola rucola e scaglie

                      Primo:       Paccheri allo scarpariello

Secondo:    Braciola con insalata di rucola e pachino

Dolce:       Dolce della casa

Menu mare     20,00      

                       Antipasto:   Insalata di polpo e patate

Primo:        Paccheri cozze e pecorino

Dolce:        Dolce della casa

Menu mare      25,00   

Antipasto:   Insalata di polpo e patate

Primo:       Paccheri cozze e pecorino

Secondo:    Pesce spada con rucola e pachino

                       Dolce:       Dolce della casa

istituzionale-def-1.jpg.jpg

Seguici anche su Facebook, sulla nostra pagina Ristorante Ci.Ro. Latina

 

Annunci

Chiappini contro l’Ostiamare dovrà fare di necessità virtù

di Matteo Giovanni Troiani per Latinasport.info

Più gravi del previsto gli infortuni occorsi a Angelov ed a Caputo durante la partitella contro la Juniores Nazionale di ieri pomeriggio. Il terzino bulgaro si è fermato dopo un contrasto di gioco ed è stato costretto ad abbandonare il terreno di gioco. La diagnosi è da sintetizzare in una ”microfrattura del condilo femorale esterno e microfrattura del piatto tibiale esterno” e per tale motivo sarà sottoposto ad un ciclo di cure fisoterapiche per almeno trenta giorni. Risentimento muscolare, invece, per Caputo: anche per lui uno stop di un mese. Problemi muscolari anche per il palermitano Samuele Romeo. Squadra nerazzurra abbastanza rimaneggiata quella che sarà chiamata all’impegno contro i biancoviola dell’Ostiamare tra le mura amiche domenica pomeriggio. Ricordiamo che anche l’ex Mantova, Alessandria e Melfi, Andrea Cittadino, non sarà della contesa per la doppia squalifica che lo terrà lontano dal campo anche contro il Tortolì. In virtù di queste mancanze, sembra scontato che Mister Chiappini dovrà fare di necessità virtù riproponendo l’ex Racing Roma Edoardo Vona, l’ex Frosinone Alessio Tribuzzi e, verosimilmente, l’ex Anzio Thomas Barone.

 

Axed Latina Calcio a 5, si comincia domani contro il Kaos Reggio Emilia

di Redazione Latinasport.info

E’ la sera del futsal italiano, è la sera della Serie A. Torna il massimo campionato, che manda in scena due anticipi della prima giornata.

Si parte alle 20.45 dal Palafiera, dove la neopromossa Italservice Pesaro – sulla cui panchina Ramiro Diaz ha preso il posto di Cafù – ospita l’Imola Castello di Vanni Pedrini, orfano del suo portiere Juninho. Sarà il primo Social Match della stagione, trasmesso in diretta streaming sulla pagina Facebook ufficiale della Divisione Calcio a cinque e visibile in tutto il mondo.

Un quarto d’ora più tardi, alle 21, faranno il loro esordio i campioni d’Italia della Luparense. A San Martino la squadra veneta, profondamente rinnovata rispetto a quella che lo scorso ha conquistato il sesto scudetto nella storia del club, riceve la Lazio, da quest’anno affidata alla guida tecnica di Gianfranco “Ciccio” Angelini.

 

Sabato sono in programma altri quattro incontri del turno inaugurale. Ad aprire il programma sarà alle 15.30 la sfida tra Milano e Feldi Eboli, rivincita dei playoff di A2 dell’ultima stagione. Alle 18.30 il primo appuntamento della stagione su Sportitalia, probabilmente il piatto forte di questo fine settimana: Lollo Caffè Napoli-Acqua&Sapone Unigross, sfida che già lo scorso campionato emozionò e tenne incollati i telespettatori sugli schermi. Allo stesso orario gli esordi casalinghi di Kaos Reggio Emilia e Pescara (a porte chiuse): gli emiliani, da quest’anno allenati da Juanlu, ospitano l’Axed Group Latina, i Delfini di Colini ricevono la neopromossa Block Stem Cisternino.
Domenica un posticipo, sempre alle 18.30 e sempre in diretta tv su Sportitalia: Real Rieti-Came Dosson, incontro che segna il ritorno in Italia di Massimiliano Bellarte, allenatore degli amarantocelesti.

L’Axed viaggia, quindi, alla volta di Reggio Emilia in un incontro proibitivo contro il Kaos dell’ex Lucio Avellino.
Per tutti parla il tecnico nerazzurro Massimiliano Mannino: “Finalmente si comincia. Non vedevamo l’ora di scendere in campo per una gara ufficiale. Siamo insieme da un mese ormai, abbiamo avuto il tempo di conoscerci, di creare un bel gruppo e adesso bisognerà mettere tutto quello che abbiamo sul campo. La nostra – dice Mannino – è una squadra con carattere e personalità, doti che dovranno emergere nella sfida contro il Kaos una delle formazioni più forti di tutto il campionato. Anche loro, come noi d’altronde, hanno cambiato molto e avranno gran voglia di partire bene di fronte al proprio pubblico. Rispettiamo i nostri avversari, ma allo stesso tempo siamo convinti di poter fare una grande partita. Peccato per qualche infortunio di troppo, non saranno della gara Maluko e Raubo, mentre Espindola ci sarà ma non è ancora al 100%. Questo però non ci preoccupa, in estate è stata allestita una rosa molto profonda in grado di fronteggiare anche eventuali assenze. Quello che chiederò alla squadra prima della partita – si augura il neotecnico – sarà di fare una grande prestazione, perché al di là del risultato finale, che spero sia positivo, disputare un match di alto profilo ci permetterebbe di guadagnare fiducia  e lavorare in un certo modo durante la settimana”.

Accordo con la Divisione, planetwin365 title sponsor della Serie A maschile!

Fonte: http://www.divisionecalcioa5.it/serieafutsal

Latina, riempiamo il Francioni!!!

di Matteo Giovanni Troiani per Latinasport.info e http://www.regginaunicoamore.com

Assodato che Andrea Chiappini rimane stabilmente al timone del Latina – semmai qualcuno l’avesse messo in discussione –  adesso il tecnico nerazzurro deve necessariamente cercare di quadrare il cerchio. Non è certamente un lavoro facile e, stanti le cose, non lo sarebbe per qualsiasi allenatore. In questo momento, il lavoro più impellenteutile – e nello stesso tempo – probante è quello di calarsi nella realtà di questa categoria considerando che, molti degli elementi che costituisco lo zoccolo duro della compagine nerazzurra, la conoscono poco. E, se resta tempo, bisogna preparare nel miglior modo possibile la gara di domenica prossima con l’Ostiamare. Il reparto che maggiormente fa storcere il naso è la difesa: Tomei e Belvisi non sono – fino al momento – risultati idonei né alla causa nerazzurra né tanto meno alla categoria combinandone di “ogni” anche se, in loro discolpa, corre la considerazione che non sono stati reclutati per fare i difensori. Si parla sempre più insistentemente del tesseramento del 20enne Ivaylo Angelov e Atiagli Nelson. Il primo, quasi del tutto sconosciuto, ha giocato nella Vtova Liga bulgara, corrispondente alla serie cadetta italiana ma proveniente dalla Parva Liga (Serie A) dove però ha giocato soltanto un minuto. Il secondo ha dalla sua qualche comparsa nella Selezione Primavera del Latina che fu e più di qualche convocazione in Serie B senza mai però calcare un terreno di gioco che gli permettesse di ricavarne esperienza calcistica di una certa importanza. Ed infine, in mezzo al campo si dovrebbe rivedere anche Rubén Olivera, il vero “colpo di mercato” – unitamente a Iadaresta e Catinali – che dovrebbe impreziosire una compagine che ha dimostrato grossissime lacune e grandissime carenze strutturali. Può anche darsi che il campionato del Latina cominci domenica proprio contro quell’Ostiamare che gli ha dato il primo dispiacere della stagione in Coppa Italia. La speranza è questa ma le difficoltà sono in ogni centimetro quadrato del campo.

Non sappiamo, ad onor del vero, se il numero degli abbonati sia lievitato rispetto alle esigue 270 tessere acquistate dal popolo nerazzurro fino alla settimana scorsa. Il tesseramento di Romeo, Nelson, Angelov ed Olivera dovrebbe spingere all’entusiasmo ma il tutto è sopito dalle troppe incognite che riguardano i nuovi arrivati. Romeo è un discreto giocatore per la categoria ma deve ancora ambientarsi e – vieppiù – di calarsi nella parte. Di Nelson e Angelov abbiamo parlato mentre Olivera rappresenta un enigma e, nel contempo, un azzardo: le sue 34 primavere, infatti, sono propedeutiche per l’ispessimento in termini d’esperienza per tutta la squadra che lo seguirà come fosse un allenatore in campo ma l’età anagrafica potrebbe limitarne la corsa, la forza e le presenze.

Crediamo che il miglior acquisto per l’attuale Latina sia una vittoria convincente (e quindi non come quella ottenuta ai danni di un Budoni che nel primo tempo avrebbe potuto realizzare almeno cinque reti) e con essa la serenità e quella consapevolezza dei propri mezzi che finora non è stata palesata. E poi, riallacciandoci al discorso relativo al pubblico, questo Latina ha bisogno di una presenza massiccia sugli spalti anche se a Cassino e Rieti è servito a ben poco. Il Latina – questo Latina – ha piuttosto l’impellente necessità di cominciare a macinare gioco e – con esso – di ritrovarsi sul terreno di gioco. E, conseguentemente, di riformare il binomio “squadra-città” che, causa lo scarso interesse per la serie D, non esiste e non esisteva già negli scorsi. L’invito è di prassi e non può essere altrimenti: riempiamo il Francioni e dimostriamo la nostra vicinanza alla squadra (brutta o bella, forte o debole, scarsa o cazzuta) che sia!

Intanto sarà l’agrigentino Giovanni Sanzo a dirigere Latina-Ostiamare, incontro in programma domenica (ore 15) allo Stadio Domenico Francioni e valido per la quarta giornata d’andata del girone G del campionato Interregionale. Assistenti Giuseppe Centrone e Davide Dell’Olio, entrambi di Molfetta.

received_1795324154081385.jpeg