”Uagliò, facimm caccos’e sord…”

Sarebbe dovuta essere una normale e tranquilla ”partitella” tra due squadre che stanno preparandosi al campionato ed invece l’amichevole tra Axed Latina e Lollo Caffé Napoli ha avuto un censurabile epilogo. Infatti, un durissimo contrasto ai danni di un giocatore pontino e la susseguente reazione, ha scatenato un parapiglia sedato dopo alcuni istanti e che ha indotto gli ospiti ad abbandonare il campo. In seguito entrambi i club hanno trasmesso un comunicato per fornire la propria versione dei fatti.
“In merito agli episodi odierni che hanno determinato la sospensione anticipata della gara tra Latina e Napoli C5, il nostro club – ha detto il Capo Ufficio Stampa della Lollo – ritiene doveroso stigmatizzare il comportamento del nostro tesserato autore di un fallo di reazione spropositato ai danni di un avversario. Al contempo, però, pur apprezzando l’atteggiamento distensivo da parte della dirigenza del Latina, sottolineiamo che il comportamento di alcuni tesserati locali è stato tutt’altro che corretto ed ha contribuito ad esacerbare gli animi a seguito di un contrasto di gioco occorso dopo soli sei minuti e che poteva essere certamente sedato senza l’accumulo di ulteriori tensioni. Un plauso al direttore di gara, che ha cercato di riportare ordine sul campo di gioco, trovandosi tuttavia costretto a porre fine anzitempo alla gara. L’episodio citato, a seguito di una trasferta che ha comportato oneri e costi, ci ha impedito di portare a termine un test probante in vista dell’ormai imminente avvio di campionato. Il club, pertanto, si riserva azioni a tutela della sua immagine e di quella del giocatore“.

In risposta al comunicato della Lollo Caffè Napoli Calcio a 5, a seguito dei fatti accaduti durante la partita amichevole di ieri che ha determinato l’interruzione della gara, il presidente La Starza precisa quanto segue: “Sono molto dispiaciuto per quello che è successo, non vorrei mai vedere in campo certe situazioni, i nostri rapporti con il Napoli spero non siano rovinati da quest’episodio. Non voglio sottovalutare l’accaduto, tanto che ci sono state delle riunioni tra ieri e oggi per valutare con tutto il direttivo le decisioni più opportune da prendere, di certo, quindi, non lasceremo correre la cosa. Mi preme però sottolineare, e con questo ribadisco non per giustificare certi atteggiamenti, che veniamo già da un episodio analogo successo la settimana precedente in cui un nostro giocatore Michele Raubo ha subito una violenza inaudita dal signor Botta che lo ha costretto ad un mese di stop. Ieri contro il Napoli è successa la stessa identica cosa con un fallo violento e gratuito che nulla ha a che vedere con lo sport. Pubblicheremo entrambi i video sulla nostra pagina per far riflettere tutti gli sportivi veri in modo tale da combattere certi interventi in campo che, oltre a poter provocare lesioni anche gravi ad un giocatore, possono poi scatenare reazioni sul campo e fuori incontrollabili.
Tengo a precisare in ultimo che tutta la dirigenza si è adoperata per sedare gli animi e che la decisione di non riprendere la partita è stata tutta del Napoli e non dell’arbitro. Noi abbiamo pregato il mister e i giocatori del Napoli a riprendere la gara perché credo che con un po’ di buon senso da entrambe le parti la gara sarebbe stata portata a termine con una stretta di mano finale. Rispetto la decisione del Napoli e mi auguro che episodi del genere non possano mai piu’ verificarsi nello sport in generale”. I signori sono signori.

Fonte – Video: LATINA CALCIO A 5 (www.facebook.com/pg/latinacalcioa5/community/?ref=page_internal)

Annunci