Ci fai o ci 6?

Un po’ tutti noi ci facciamo, siamo sinceri. L’animo umano è insondabile e la realtà si scontra ogni giorno con le nostre idee del mondo. Allora uno si dice tu 6 questo tu 6 quest’altro e, in qualche modo rientriamo in noi stessi.

I tifosi no. Le dinamiche del gruppo sono travolgenti e violente, emotive ed esplosive. Una tifoseria segnata da un’estate calda e ansiosa, infernale è contorta come quella trascorsa, vuole una Vittoria, un pareggio onorevole, una sconfitta immeritata ma un’umiliazione così non è sopportabile.

Spiace dirlo ma a un mister e a una squadra esordiente dopo anni dei fasti della B è richiesto anche e soprattutto essere fortunato.

“Però giri fortuna la sua ruota,

come le piace, e il villan la sua marra”

Inf XV

Se siamo anche sfortunati non resta che girare la solita minestra di maldicenze e luoghi comuni. Insomma, se non hai le chiappe non bastano i Chiappini.

Ci facciamo proprio a continuare a crederci e a forza di discutere con un cretino non sai più tu se 6 tu lo scemo o l’altro.

Passi in fretta la settimana cercando di evadere la domanda più insidiosa: Latina tu, chi 6?

Angelo DolceRagazzaUltra_cover

Annunci