UN EX LATINA PER VINCERE CON LA NOCERINA

In attesa di qualche arrivo in nerazzurro, siamo andati a ”sfriculiare” in altre realtà della Serie D. Comciamo con la Nocerina, nata per sbaragliare la concorrenza per la promozione in C

Alberto Schettino ex centrale difensivo del Latina

Notevolissimo colpo di mercato per la Nocerina. Il difensore centrale, classe 1984, Alberto Schettino è infatti un nuovo calciatore rossonero.

Nella scorsa stagione, ha giocato in Lega Pro al Renate. Nato a Castellammare di Stabia, ha iniziato nelle giovanili del Torino. Successivamente ha militato nei professionisti con Teramo, Rosetana, Latina, Cuneo, Alessandria, Pro Vercelli e Fondi ed in D con Vico Equense, Isola Liri, Potenza e Grosseto.

“La mia carriera fin qui è stata caratterizzata da parecchie annate al nord. Nocera per me significa misurarmi per la prima volta con una grande piazza del sud”: così esordisce Alberto Schettino, molosso da poche ore, parlando al sito ufficiale della Nocerina.

La sua gioia è evidente dalle sue parole: “Avevo altre richieste ma ho dato priorità alla Nocerina, che mi consente non solo di misurarmi con una realtà di grande spessore ma anche di riavvicinarmi a casa”.

Si descrive così Schettino come giocatore: ”Sono un mancino naturale, particolarmente adatto a giocare nella difesa a tre. Il modo di giocare di Morgia è stato un altro dei motivi che mi ha spinto a dire subito di sì alla proposta del direttore Battisti. Ho giocato in carriera sia a quattro che a tre, qualche anno fa a Potenza con Giacomarro ho fatto bene proprio in una difesa a tre”. A proposito di precedenti esperienze, ne cita una in particolare: ”I due anni ad Alessandria sono stati bellissimi e ricchi di soddisfazione sotto tutti gli aspetti. Ma ho ancora fame di vittorie, la Nocerina è la scelta giusta per vincere di nuovo”.

Il D.S. rossonero Alessandro Battisti, grazie alle indicazioni di Morgia, sta allestendo un undici per poter vincere ogni forma di concorrenza per la vittoria finale sia se inserita nel girone più meridionale che in quello pugliese-lucano-campano. Sarebbe una passeggiata di salute quella di capitare nel girone del Latina dove i rossoneri farebbero davvero la differenza con ”gente” come Dieme, Mautone, Matino, Ragone, Liccardi e Vanacore.

Il D.S. Alessandro Battisti della Nocerina

 

Annunci