Serie C, ripescata solo la Triestina

 

trieste...La Triestina è stata ripescata in Serie C. Al termine della riunione del Consiglio Federale tenutasi questa mattina a Roma, negli uffici della Figc è arrivato il verdetto che tanto aspettavano i tifosi alabardati. Respinta invece la richiesta del Rende per una fideiussione ritenuta non idonea e la riapertura ai ripescaggi che avrebbe consentito a società virtuose come Vibonese, Forlì, Lumezzane e Potenza di partecipare al prossimo campionato professionistico di Serie C, che così sarà composta solo da 56 squadre.

 

I motivi della mancata riapertura dei ripescaggi, decisa oggi dal Consiglio federale della Figc, hanno causato un nuovo “Aventino” dell’Assocalciatori, i cui vertici a partire dal presidente Damiano Tommasi, sono usciti anzitempo dalla riunione per protesta. Tra le altre motivazioni della protesta dell’Aic, vi è anche la decisione di posticipare i termini di pagamento delle mensilità di giugno a metà settembre. “Essere presi in giro non fa piacere, per la categoria che rappresentiamo meritiamo un altro trattamento. Non è bellissimo far parte di questa Federazione”, ha tuonato all’uscita Tommasi, preannunciando che l’Aic non prenderà parte alle prossime riunioni de Consiglio federale. Infatti, a riprova della ritorsione da parte dell’Associazione che rappresenta i calciatori, sono stati bloccati i lavori che avrebbero dovuto riguardare la compilazione dei nove Gironi della Serie D che è stata quindi rinviata alla settimana prossima.

Annunci