Napoli, sistemazione esuberi in attacco

Di Matteo Giovanni Troiani

Il Napoli deve pensare a sistemare i suoi attaccanti che non rientrano nei piani tecnici, loro sono :Duvàn Zapata e Leonardo Pavoletti.

PAVOLETTI

Per Pavoletti c’è un interesse da parte del Cagliari,dopo l’addio di Borriello il Cagliari cerca una nuovo attaccante  titolare per affrontare il nuovo campionato: la dirigenza rossoblù sta cercando lo sprint decisivo per Leonardo Pavoletti, ormai in uscita dal Napoli. L’ostacolo principale secondo ‘La Gazzetta dello Sport’ è lo  stipendio, per il quale il club partenopeo non vuole fare sconti.  D’altronde  il Cagliari tenta di far quadrare i conti cercando un prestito con diritto di riscatto.

Attenzione alla concorrenza, su Pavoletti non c’è solo il Cagliari: sull’ex bomber del Genoa ci sono infatti anche Benevento, Sampdoria e Chievo, che farebbe un ultimo pensierino nel caso in cui dovesse partire Inglese. Invece anche  l’Atalanta sembra ad essere coinvolta, infatti il “Gasp” potrebbe convincere il suo ex  giocatore ai tempi del Genoa.

ZAPATA

La  Sampdoria pensa a Duvan Zapata. Il Napoli  fa  muro alto e chiede 25 milioni di euro, mentre i blucerchiati  hanno messo sul piatto 15 milioni, comprensivi di bonus. A 20 milioni  la trattativa potrebbe chiudersi, ma a Genova si pensa , dal fatto che il colombiano verrebbe pagato gli stessi soldi che il Siviglia ha sborsato per Muriel e a quel punto tanto valeva tenersi il giocatore.

ooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

Annunci

Littoria “Olim Palus” – Latina “Olim Civitas”

Tornati a Latina dopo una vacanza in Calabria, siamo stati colti da uno ”stress post ferie” inaspettato e assolutamente evitabile. Lo chiameremo ”questione PalaBianchini”, un argomento spinoso da affrontare ”illo tempore” ma che, tra una rava ed una fava, si è sottaciuto e trattato con superficialità come per ogni cosa che interessa la ”res publica latinense” negli ultimi 15 mesi.

Qualche giorno fa, si è tenuta presso l’Hotel Europa di Latina la conferenza stampa congiunta indetta dai presidenti di Benacquista Assicurazioni Latina Basket, Axed Group Latina Calcio a 5 e Taiwan Excellence Latina sul caso PalaBianchini, attualmente inagibile.

Lucio Benacquista (Benacquista Assicurazioni Latina Basket): “E’ la prima volta che vedo tanto interesse per una conferenza stampa. Siamo qui per raccontare una vicenda tanto paradossale quanto triste. Non possiamo accettare che l’amministrazione comunale si possa comportare in questo modo, snobbando completamente l’enorme disagio che stiamo vivendo. Se smettessimo di fare attività di alto livello, sarebbe un grave danno per tutta la città. Mi chiedo se è possibile ancora fare sport a Latina. Mi sento offeso, faccio sport da 50 anni e le eccellenze dello sport pontino non meritano questo trattamento. Mi chiedo perché non possiamo utilizzare il palazzetto Qualcuno ci dia una risposta e si prenda le proprie responsabilità”.

Gianrio Falivene (Taiwan Excellence Latina Volley): “Dal nostro punto di vista il problema si raddoppia dato che noi abbiamo l’esigenza dell’ampliamento del palazzetto per continuare l’attività a Latina. Abbiamo fatto notevoli sforzi per allestire una squadra in grado di giocarsela con tutti e di portare sempre più in alto il nome di Latina. Tra l’altro, in vista della gara d’esordio al PalaBianchini, sempre se riusciremo a farla, ci saranno ospiti illustri provenienti da tutta Italia e da Taiwan. E trovarsi in una situazione del genere crea forte imbarazzo. L’amministrazione comunale perché è immobile?”.

Gianluca La Starza (Latina Calcio a 5): “Faccio sport unicamente per questa città. La cosa veramente grave è che non è stata inoltrata alcuna comunicazione ufficiale che indicasse l’impossibilità di entrare al palazzetto dello sport. Abbiamo iniziato lunedì la preparazione ma non abbiamo la possibilità di programmarla nei prossimi giorni, perché non sappiamo ad oggi quando sarà possibile tornare al PalaBianchini. Stare qui è mortificante e umiliante per tutti. Chiediamo aiuto a tutti, stampa e cittadinanza, per risolvere in breve tempo questa situazione sportivamente drammatica. Credo che il problema possa essere risolto solamente con la buona volontà. È un momento difficile, il rischio è quello di perdere sponsor importanti”.

La parola passa al Sindaco. Più che parola si tratta di una patata bollente che non farà certamente dormire sonni tranquilli al Dottor Damiano Coletta ed alla sua giunta.

Risultati immagini per palabianchini

L’Ostiamare batte il Latina ridotto in dieci

Risultati immagini per ostiamare latina


OSTIAMARE 1945:
 Barrago; Belardelli, Colantoni, Bellini, Mazzei, Calveri, Ferrari, D’Astolfo, Roberti, Proietti (29’st Attili), Santucci (40’st Dioguardi). A disp.: Quattrotto, Giacché, Monfreda, La Rosa, Odirisio, Chiurco, Achilli. All.: Greco.
LATINA CALCIO 1932: Bortolameotti; Belvisi, Porfiri, Vona, Rizzo (15’st Tomei); Barberini, Catinali; Cittadino, Natale (16’st Guidotti), Rabbeni (23’st Pagliaroli); Iadaresta (23’st De Francesco). A disp.: Testa, Cossentino, Mancini, Alario, Cifra, Pagliaroli, De Francesco. All.: Chiappini.
ARBITRO: Petrella di Viterbo . ASSISTENTI: Bianchini di Frosinone; Giudice di Frosinone.
MARCATORE: 3’st Mazzei (OM).
ESPULSI: 10’pt Porfiri (L) per condotta violenta, 46’st Catinali (L) per doppia ammonizione).
NOTE: Prima dell’inizio del match è stato osservato un minuto di silenzio in memoria delle vittime del terremoto di Ischia.

Eccoci a parlare di Latina. E siamo costretti a farlo registrando una cocente sconfitta. L’ Ostiamare di Alfonso Greco batte, infatti, per una rete a zero, il Latina e prosegue la sua corsa in Coppa Italia. Esce, invece, la squadra di Andrea Chiappini che non riesce a bissare il successo ottenuto ad Anzio la settimana scorsa. E’  Tommaso Mazzei, con un colpo di testa, ad inizio ripresa, a regalare ai biancoviola il primo sorriso, alla prima uscita ufficiale in questa stagione, dopo i test amichevoli del precampionato.
In una gara condizionata da un caldo incredibile, i ragazzi di Ostia giocano però con grande determinazione e con il piglio giusto, partendo subito forte e sfiorando in un paio di circostanze il gol del vantaggio. Dapprima Roberti, grande ex del match, serve Proietti che spara un sinistro fuori, Ancora lidensi pericolosissimi con Roberti che, di testa, da corner, con uno stacco perentorio, sembra aver trovato l’angolo giusto ma arriva invece la respinta miracolosa del giovane Bortolameotti che in allungo manda la palla in corner.
Il Latina soffre la verve biancoviola e si complica la vita con l’ingenua espulsione di Porfiri allontanato dal viterbese Petrella con un rosso diretto per un contatto non proprio amichevole con Roberti a palla lontana. L’espulsione consolida sempre di più la voglia dei biancoviola di regalare una gioia ai propri tifosi, in questo battesimo ufficiale della stagione, ma il gol non arriva e così all’intervallo è 0 a 0.
Rete – decisiva – che invece arriva ad inizio ripresa, da situazione di palla inattiva. Colantoni dipinge il cross giusto per Mazzei che s’inserisce alla grande in area e di testa impatta in maniera vincente, come una pennellata d’autore. E’ 1 a 0 per l’ Ostiamare, che soffre un pochino la reazione del Latina, ma i guantoni di Barrago sbarrano la strada agli attaccanti pontini e, anzi, nel finale è il giovanissimo talento biancoviola Dioguardi a sfiorare il 2 a 0, che cerca di smarcare Bortolameotti il quale, però non si scompone e sbarra la strada al classe 2000.
Il Latina c’è, tutto sommato: è una squadra che crea grazie alla verve dell’inossidabile Catilani e le intuizioni di Vona ma bisogna anche ammettere che i ragazzi di Chiappini sono apparsi contratti e nervosi specialmente dopo l’espulsione di Porfiri dopo soltanto 10 minuti di gioco. A pochi respiri dal fischio finale anche Catilani veniva espulso dall’incerto arbitro Petrella di Viterbo. E domenica sarà campionato.

I convocati di Ventura,torna Perin 27/8/17

Di Matteo Giovanni  Troiani

Gian Piero Ventura,ha ufficializzato i 25 convocati per gli impegni contro la Spagna (2 settembre a Madrid) e l’ Israele (5 settembre a Reggio Emilia),importanti per l’accesso diretto al Mondiale in Russia.

Portieri: Gianluigi Buffon (Juventus),  Mattia Perin (Genoa), Gigi  Donnaruma ( Milan)

Difensori: Davide Astori (Fiorentina), Andrea Barzagli (Juventus), Leonardo Bonucci (Milan), Giorgio Chiellini (Juventus), Andrea Conti (Milan), Danilo D’Ambrosio (Inter),Matteo Darmian (Manchester United),Leonardo Spianazzolla (Atalanta), Daniele Rugani ( Juventus)

Centrocampisti: Riccardo Montolivo (Milan),Daniele De Rossi (Roma), Marco Parolo (Lazio), Lorenzo Pellegrini (Roma), Marco Verratti (Paris Saint Germain). Esterni: Federico Bernardeschi (Juventus), Antonio Candreva (Inter), Stephan El Shaarawy (Roma), Lorenzo Insigne (Napoli).

Attaccanti: Andrea Belotti (Torino), Eder Citadin Martins (Inter), Manolo Gabbiadini (Southampton), Ciro Immobile (Lazio).

Mayweather fà 50 contro il debuttante della Boxe,ma campione di MMA, McGregor

Di Matteo Giovanni Troiani

Floyd Mayweather ha sconfitto l’irlandese Conor McGregor con un knockout tecnico nel decimo round dell’incontro nell’incotro disputato questa notte.
Mayweather,classe ’77, si era già ritirato due anni fa dal ring, dopo aver battuto Manny Pacquiao nel Match del Secolo, ha provato e riuscito a fare  cifra tonda.Così facendo ha superato il mito di Rocky Marciano che tra il 1947 e il 1955 si impone per 49 volte (43 prima del limite). Nelle classifiche di tutti i tempi  della boxe ora Floyd  si trova  al terzo posto: davanti a lui ci sono soltanto lo statunitense Jimmy Barry (dobbiamo risalire alla fine dell’Ottocento per pescare le sue 59 vittorie) e Ricardo Lopez, messicano che tra il 1990 e il 2001 alzò le braccia al cielo per 51 volte.
McGregor, campione di arti marziali miste che ha fatto il suo debutto in pugilato professionale, non è riuscito ad imporsi sull’avversario ma ha combattuto in un modo molto più convincente di quanto gli esperti avessero predetto alla vigilia.

uuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuu

 

Fabio De Nunzio: ”Auguri Latina, torna presto!”

Fabio De Nunzio: ”Auguri Latina, torna presto!”

Certi incontri lasciano il segno. E per un cronista, l’incontro con Fabio De Nunzio (al secolo il ”Buon Fabio” di Striscia la Notizia) diventa un lavoro.

SOTTO IL SEGNO DELLA BILANCIA di FABIO DE NUNZIO

Un buon libro, un libro che raccoglie il suo meritato successo ha nel percorso della sua vita la possibilità di arricchirsi dei palpiti d’emozione dei suoi lettori. Diventa vivo e segue il suo destino al di là della volontà programmatica dei suoi autori. Succede sempre e … sempre questa alchimia stupisce. Non si è sottratto a questo destino neanche “Sotto il segno della bilancia”, ora che anche la sua seconda edizione sta giungendo al suo apice di vendite, possiamo dirlo.

La prima edizione aveva racchiuso negli argini della sua copertina bianca la volontà propositiva del suo primo autore Fabio De Nunzio e la vena prosaica del suo secondo autore, Vittorio Graziosi. Il percorso narrativo era completato dalle esperienze professionali e ideologiche di vari professionisti di grande prestigio, come ad esempio la prefazione di Giuseppe Mele (Presidente SIMPe Società italiana medici pediatri e presidente Paidóss, -Osservatorio nazionale sulla salute dell’infanzia e adolescenza-), o l’interessante capitolo sull’obesità pediatrica di Vito Leonardo Miniello (docente di Pediatria, Nutrizione e dietetica all’università Aldo Moro di Bari).

Ma sembrava che il dinamismo con il quale il libro si muoveva nelle vendite mostrasse una forza che non poteva esaurirsi con una sola edizione. Così è stato necessario fargli vivere una seconda giovinezza … che chiameremmo il periodo rosso. La copertina porpora ora racchiude non soltanto il testo originale ma anche le storie, le raccomandazioni, le rivendicazioni che il”buon Fabio” ha raccolto –numerose- nel suo percorso di presentazioni in tutta Italia come quella di Angela Ferracci Presidente C.I.D.O (Comitato Italiano per i Diritti delle persone affette da Obesità e disturbi alimentari è la prima organizzazione nazionale no profit che rappresenta e tutela i diritti delle persone con obesità e disturbi del comportamento alimentare. Missione Contrastare i pregiudizi, la discriminazione e lo stigma sociale basati sul peso) che ha scritto la postfazione…
… Eccolo quindi questo nuovo piccolo miracolo. Ogni cuore che vi si è appoggiato, vi ha lasciato un battito in dono, che messo insieme a tutti gli altri ha donato vita emozione … e nuova speranza.

Al periodo bianco della prima edizione e a quello rosso della seconda edizione, aspettiamo che ne segua un terzo che il pubblico possa saper apprezzare. I numerosi riconoscimenti ricevuti: Amici del Corinaldesi”, “Città di Filottrano”, Associazione “Metoxè” Lecce, “Città di S.Marina” (Sa), “Città di Carovigno”, Riconoscimento “Palinuro”, segni di un apprezzamento che ha puntellato in lungo e largo il nostro passaggio per l’Italia culminato con un premio al concorso letterario “Progetti di Armonie”  in Sicilia e il “Premio letterario Internazionale Città di Cattolica“ oscar della letteratura in Italia. E come chicca finale… abbiamo lasciato il titolo di Cavaliere della Pace insignito a Fabio de Nunzio in una cerimonia ufficiale ad Assisi.

 

Questi riconoscimenti -forse a come pochi altri libri sia accaduto ottenere- fanno ben sperare in nuovi progetti che lo coinvolgeranno per il piacere di vederli realizzati. Noi siamo dinamicamente protesi alla loro realizzazione e già echi di nuove e prestigiose imprese si odono …che sia ancora fulgida la luce de: SOTTO IL SEGNO DELLA BILANCIA? Si…lo è.