ANTONIO PEZONE: ‘’BASTA VADO AD APRILIA!’’

 

Per quattro società vi è in atto una telenovela degna del miglior casting latinoamericano: Ternana, Latina, Fondi e Racing sono infatti, le protagoniste – loro malgrado – di questa storia interminabile che sta animando l’estate del calcio pontino.

I colleghi di ‘’bzona.it’’ hanno intervistato il presidente del Racing Fondi, Antonio Pezone il quale, in qualche maniera, tenta di fare chiarezza dopo giorni di voci incontrollate, pettegolezzi e cattiverie varie. Sentite e fate il vostro personale resoconto…

A Fondi ho fatto il pieno di insultiesordisce Pezonee quindi voglio fare chiarezza perché la gente deve sapere la verità sia su Unicusano e sia sul resto. Ho anche invitato il signor Ranucci e il Sindaco a riprendersi le quote. Qui purtroppo non hanno accettato da subito la mia persona. Sono amareggiato per questo, non mi conoscono, non sanno come lavoro. Mi alzo tutte le mattine alle 6.30 per riuscire a dare lo stipendio ai miei 1700 dipendenti, non concepisco come i tifosi possano insultarmi.  Si andassero a documentaretuona il neopresidente del Fondie poi forse potranno confrontarsi con me. Molti non sanno che il 30 giugno in fase si iscrizione ho saldato una cartella esattoriale di ben 48mila euro, ho pagato per non iniziare il campionato già con una penalizzazione. Sono a disposizione per restituire la squadra a chi la vuole.  Mi devono solo quanto da me già anticipato per iscrizione e fidejussione e poi facessero quello che vogliono”. Parole forti proferite a voce piena e con una rabbia da potersi tagliare a fette.

Qui pretendono il settore giovanile! Ma se a Fondi non c’è neanche il convitto per i ragazzi come fanno ad accampare certe pretese?sbotta la versione adirata di Antonio PezoneDovete sapere che ad Ardea io ho un centro sportivo da far invidia anche a certe società che fanno la Seria A: ho 4 campi a 11,  1 a 11 in erba naturale , ne sto completando altri 4 in più abbiamo piscina,  palestra, infermeria e fisioterapia all’interno. Non giocherò né a Fondi né a Latinasentenzia in modo categorico tentando di fare chiarezza sulla vicenda una volta per tutte e, anzi, da questo momento farò del tutto per andare a giocare ad Aprilia così saranno tutti contenti. Il nome? A me il nome non interessaconclude quasi disteso dopo essersi sfogatoI giocatori vengono da me e chiedono perché mi chiamo Racing. Racing è il simbolo della serietà, queste sono le mie soddisfazioni”.

A noi pare che con queste dichiarazioni Pezone abbia messo il punto ad una situazione che stava cominciando a diventare imbarazzante.

Nonostante ciò, un atroce dubbio ci pervade: Pezone domani cambierà ancora opinione oppure ci troviamo davanti ad una semplicissima provocazione fatta ad arte per sviare altre voci? La Telenovela continua. Arrivederci quindi alla ”prossima puntata” e precisamente quando ci sarà la presentazione ufficiale del Racing Latina. A buon intenditor pochissime parole bastano… Quello che infatti balza maggiormente agli occhi è l’assoluta mancanza di riferimenti al Latina ed ai tifosi del Latina. Secondo i bene informati, Pezone avrebbe già la maglia del Latina addosso!

 

http://bzona.it/esclusiva-racing-fondi-latina-e-unicusano-parla-pezone-ecco-cosa-faro/

Annunci

MERCATO SERIE B – Qui Carpi: si punta ad un trio del Napoli

MERCATO SERIE B – Qui Carpi: si punta ad un trio del Napoli

Biancorossi in corsa per Insigne jr

 

Il Carpi sta lavorando sodo sul mercato in vista della ripresa della preparazione agli ordini del neo tecnico Calabro.

Se le uscite saranno cospicue e importanti, allo stesso tempo la società emiliana sta pensando allestire una squadra giovane ma di talento.

In corso un intreccio interessante con il Napoli, che coinvolgerebbe i centrocampisti, entrambi classe 1996, Prezioso e Anastasio, il primo agli ordini del neo mister biancorosso nella scorsa stagione a Francavilla, il secondo reduce dal prestito all’Albinoleffe. Ma il vero colpo di mercato potrebbe essere rappresentato da Insignejunior, Roberto, reduce dai prestiti a Reggina, Avellino e Latina e voglioso di dimostrare il suo valore: sul fratello d’arte c’è però anche il Pescara.

Fonte: http://www.calciomercatolive.net/calciomercato/2017/07/10/mercato-serie-b-carpi-si-punta-ad-un-trio-del-napoli/

Corvia sarà il salvatore della patria Salernitana?

Corvia sarà il salvatore della patria Salernitana?

Dopo le cessioni di Coda e Donnarumma ed il niet incassato per Cacia, la Salernitana ha l’impellente necessità di ‘’scovare’’ due attaccanti di assoluto valore per sostituire due bomber di quella portata. Di Regolanti ne avevamo già parlato. Nelle ultime ore, tra i nomi all’attenzione del direttore sportivo Fabiani ci sarebbero due con trascorsi in chiaro-scuro nel Latina. Stiamo riferendoci a Daniele Corvia Gianluca Litteri. Il primo, giunto nella città pontina con la nomea di bomber capace di strapazzare qualsiasi difesa avversaria, ha fatto ben poco nei suoi due anni di militanza nerazzurra. Il catanese, per la verità, non è stato mai ‘’visto’’ dagli allenatori che si sono succeduti a Latina e le sue presenze in nerazzurro si possono contare sulle dita di una mano. Negli ultimi due campionati con la casacca del Cittadella, Litteri è sempre stato protagonista. La Salernitana per accaparrarsi il bomber però, dovrà vincere la concorrenza di Catania e Trapani ossia di due compagini che, relegate in Serie C, vorrebbero risalire la china.

 

Fonte:Salernogranata

istituzionale-def-1.jpg.jpg

LEANDRO CAMPAGNA: ”SE SON ROSE FIORIRANNO”

LEANDRO CAMPAGNA: ”SE SON ROSE FIORIRANNO”

A cura di Salvatore Condemi per http://www.calciomercatolive.net

Leandro Campagna

Oggi parliamo del Catanzaro. Finora lo avevamo fatto in modo quasi superficiale, trattando esclusivamente i problemi societari.

Adesso che la matassa in seno alla gloriosa società giallorossa si è finalmente dipanata, le aquile sono pronte a cambiar “pelle” anche per quel che riguarda lo sponsor tecnico. Per la nuova stagione i giallorossi potrebbero affidarsi alla Errea o alla Macron: tra queste due aziende, infatti, dovrebbe ricadere la scelta della società guidata dal Presidente Noto.

Tra l’altro, dopo aver messo a loro posto i tasselli che riguardano il Dg e l’allenatore con l’arrivo di Francesco Maglione e la riconferma di Alessandro Erra), si lavora alacremente per chiudere entro mercoledì la trattativa per il nuovo Ds giallorosso. Prima di scegliere il nuovo Direttore Sportivo, però, necessita sciogliere il “nodo” Preiti. Al momento è lui il Ds del Catanzaro, forte del contratto triennale sottoscritto con l’ormai ex presidente Cosentino. Toccherà, quindi, alla nuova società valutare il da farsi: riconfermarlo o trovare un punto di accordo che porti alla rescissione contrattuale. Le parti si incontreranno a breve. Nel frattempo, la società del Presidente Noto si sta guardando intorno per decidere chi dovrà, nel caso venga dato il benservito a Preiti, occupare questo ruolo strategico. Diversi i nomi circolati in questi giorni: Cherubini, Obbedio, Secco e nelle ultime ore Di Bari e Fattori. L’obiettivo principale, tra questi, dovrebbe essere Alessio Secco. Un primo contatto con l’ex Ds della Juve pare esserci stato nei giorni scorsi. Entro questa settimana, comunque, anche questo nodo sarà sciolto e, di fatto, inizierà il calciomercato del “nuovo” Catanzaro calcio.

Sul fronte calciomercato, ovviamente, nessuna nuova se non le normali ‘’facezie’’ dovute agli svincoli ed ai rinnovi e qualche ‘’colpetto’’ di mercato. A tal proposito, abbiamo saputo che dal Crotone potrebbero arrivare due terzini. Si tratta di Dozi ed Esposito, l’anno scorso in prestito alla Paganese, mentre dalla Lupa Roma il centrale Pasqualoni.

Il nostro corrispondente da Latina ha sentito Leandro Campagna, pontino doc, che lo scorso anno ha vestito la casacca giallorossa: ‘’Il 30 giugno mi è scaduto il contratto che mi vincolava alla società catanzarese. Adesso mi sto guardando intorno ma ho una mezza parola con una squadra del Centro Italia che partecipa al Campionato di Serie C. Se son rose fioriranno.’’

Sempre nei prossimi giorni, poi, si dovrebbe delineare il programma del precampionato, ovvero la sede del ritiro ed i giorni del preraduno. Con l’organizzazione affidata ad una società che opera fuori regione, si sa solo che il Catanzaro dovrebbe iniziare la stagione 2016/2017 in Abruzzo o Umbria. Top secret ancora la località. Il preraduno in sede, invece, dovrebbe avvenire intorno al 12-13 luglio, con la partenza per il ritiro fissata intorno a metà luglio.

 

Fonte: http://www.calciomercatolive.net