Il pontino Alessandro Celli all’Andria

Fidelis Andria, preso Alessandro Celli

Il ventenne Alessandro Celli, ex difensore centrale del Latina,  194 centimetri di forza propulsia, fortissimo di testa e tanta esperienza maturata nella Primavera di quello che fu il Latina Calcio ed egli stesso prodotto del vivaio nerazzurro, ha firmato un contratto che lo lega alla Fidelis Andria fino al 2019.

Il ragazzo, raggiunto telefonicamente, si è espresso con entusiasmo: ”Sarà una bella avventura qui in terra pugliese. Ho tanta voglia di giocare e di essere utile alla causa federiciana. E’ bello poter parlare di calcio dopo tante chiacchiere e credo di essere pronto per questa sfida che per me diventa affascinante ed importante allo stesso tempo. Io ci credo”.

Avevamo già dato la notizia del possibile arrivo di Marko Djuric dall’Ancona il cui cartellino è di proprietà del Cesena. A quanto è dato da sapere, il centrocampista firmerà con la Fidelis Andria un biennale.

Alessandro Celli firma per l'Andria.jpg

 

Da Fondi arriva un “buona fortuna Latina Calcio”

Tante sicurezze delle settimane scorse raccontate dal presidente Antonio Pezone ed il suo DG Alfonso Morrone sono svanite nella giornata di ieri con l’accordo verbale tra il proprietario della società denominata qualche giorno fa Racing Fondi ed il Sindaco di Latina Damiano Coletta per trasferire il titolo di serie C con tutti annessi e connessi presso il Francioni di Latina, il tutto senza un minimo di chiarezza e correttezza. La Città di Latina, nostro capoluogo di Provincia, dopo la retrocessione ed il successivo fallimento del Latina Calcio ha bisogno sicuramente di avere una squadra di calcio che sarebbe stata sicuramente creata anche senza l’arrivo del Racing Club di patron Pezone. 

Si Sperava in un po’ di rispetto nei riguardi di una Città, una tifoseria ed una società che, comunque, ha disputato lo scorso un ottimo campionato di Lega Pro. Forse annunciarlo prima di volersi trasferire a Latina avrebbe di fatto bloccato la trattativa con l’Unicusano ed il capoluogo avrebbe avuto il solo titolo di serie D, invece in questo modo si porta una serie C. 

Buona Fortuna al nuovo Latina Calcio che grazie a questa manovra del Patron Pezone fa sparire (speriamo di sbagliarci) dal panorama Calcistico il Fondi Calcio

F.G.P. – http://www.sportpontino.it

I movimenti di mercato del Girone meridionale – CalciomercatoLive.net

http://www.calciomercatolive.net/serie-c/2017/07/06/movimenti-mercato-del-girone-c-della-serie-c/

Matteo Bachini è un nuovo giocatore della Juve Stabia. E’ la stessa società a renderlo noto, attraverso i propri canali telematici. Il forte difensore centrale, nato a Pontedera il 24 maggio 1995, è un prodotto del settore giovanile dell’Empoli. Ha esordito tra i professionisti con la maglia della Lucchese e per tre stagioni ha indossato quella del Tuttocuoio.

Marko Djuric, 24enne centrale italo-serbo, di proprietà del Cesena, potrebbe vestite la casacca della Fidelis Andria. Dopo l’annata sfortunata con l’Ancona, il mastodontico Marko avrebbe la possibilità di dimostrare finalmente tutto il tuo suo valore.

Con la Casertana, Nicola Ciotola era in scadenza di contratto. Trentatreenne, attaccante, 52 presenze e 20 reti complessive in Lega Pro con le maglie di Como, Catanzaro, Torres, L’Aquila, Ischia e Martina Franca, è il nuovo attaccante del Racing Fondi che ha firmato nella tarda serata di ieri un contratto di un anno.

La partenza della seconda punta lascia libero un posto nell’attacco dei falchetti che stanno seguendo molto da vicino Eric Lanini, classe ’95, di proprietà della Juventus. Altro profilo molto seguito risponde al nome del 23 enne Davide Di Molfetta il cui cartellino è del Milan. Intanto la Casertana, attraverso il proprio sito ufficiale, comunica di aver prolungato il contratto del difensore FilippoLorenzini che vestirà la casacca rossoblu fino al 30 giugno 2019. Salvatore Sandomenico sembrava ad un passo dall’essere messo a disposizione del neo trainer Scazzola ma nell’affare sono rientrati Lecce e Carrarese. Difficile vedere l’oramai ex leccese a Caserta.

Lecce si riparla di Leonardo Perez, attaccante dell’Ascoli ma è solo una speranza vana. Lo ha espresso lo stesso agente del ragazzo che ha voglia di dimostrare che può rimanere in B.

Per un’altra big, il Catania, solo ridde di nomi tra cui l’ultimo di una lunga serie, è Ramzi Aya, 27enne difensore che nello scorso torneo ha vestito la casacca dell’Andria. L’inghippo è rappresentato dal cartellino che è valutato intorno ai 440mila euro. Una fortuna di questi tempi anche per gli etnei. Piace anche l’ex arancio-nero-verde Giuseppe Caccavallo ma il costo del cartellino è proibitivo.

Il Cosenza pensa ardentemente a Riccardo Idda della Virtus Francavilla. Per la firma dovrebbe comunque essere questione di ore così come dovrebbe essere fatta per Caccavallo che, ad ogni buon conto, piace anche al Matera.

Il Foggia ha ricevuto richieste per Troianello e Maza da una Sambenedettese che soltanto ora si sta svegliando dal torpore estivo. Su di loro, come d’altronde anche per Piccolo, c’è un velato interesse del Parma, dell’Alessandria e della Salernitana. Prendi tre paghi uno? Sempre dal Foggia potrebbe arrivare il ‘’si’ per il transfer di Roberto Floriano conteso da Carrarese – dove ha giocato durante lo scorso anno – e poi Cosenza, Monopoli e Pescara. L’attaccante, però ha fatto sapere di non voler lasciare Foggia.

La Reggina sta facendo la politica dei piccoli passi. In queste ultime ore si è alzato il livello di interesse attorno ad Alberto Libertazzi, un vero lusso per la categoria dopo le esperienze al Novara e Servette. Da quello che si desume, la differenza economica tra le due parti ha una forbice troppo larga. Alla fine potrebbe andare alla Pro Piacenza. Scatenato il club amaranto con un nuovo arrivo in casa Reggina. E’ fatta per il difensore Matthias Solerio, 25 anni, ultimi sei mesi all’Avellino. Il giocatore ha raggiunto l’accordo con il club amaranto e giocherà in Calabria nella prossima stagione. La Reggina ha le firme del portiere Cucchietti, del difensore Auriletto e a breve firmerà con Di Livio, Gatti e Bezziccheri.

images-4.jpg.jpg

COLETTA: ”LATINA AVRA’ LA SQUADRA”

COLETTA: ”LATINA AVRA’ LA SQUADRA”

I tifosi sono accorsi non in grandissimo numero, complice la canicola, il giorno da trascorrere al mare oppure in un orario che, per antonomasia, è quello dei pendolari. Ma bastavano per sentire parlare, finalmente, il Sindaco di Latina. Latina avrà la sua squadra di calcio e partirà da un campionato più che dignitosoha esternato Damiano Coletta, che questo pomeriggio ha voluto aderire all’incontro organizzato ai principali gruppi del tifo nerazzurro nel Piazzale antistante l’ingresso della gradinata del Francioni.
Abbiamo lavorato in maniera disumana per il bene del calcio a Latina tre mesi e al tempo stesso non vi nego che ci sono state tante, anzi troppe difficoltà. Oraha detto Colettasi è aperta la possibilità di una Lega Pro il che mi riempie di soddisfazione. Ciò non di menopuntualizza il primo cittadino di Latina al presidente Antonio Pezone ho imposto alcune regole precise dalle quali non è possibile allontanarsi pena la decadenza stessa dell’accordo: prima di tutto preteso che il club si chiami Latina, in secondo luogo ho voluto che la squadra abbia i colori nerazzurri e, in ultima istanza, ho ottenuto che la squadra svolga almeno tre allenamenti a settimana a Latina. Ho voluto ed ottenutoesterna infine con soddisfazioneche sullo stemma sociale rimarrà il leone alato e che avremo un regolare settore giovanile”.
Nelle prossime ore, il tanto atteso ‘’via libera’’ del Consiglio Federale che potrebbe far rinascere il calcio latinense con una società ”nuova e pulita”. Una società che venga a Latina per fare calcio e soltanto calcio per poter essere orgoglioso del gruppo che rappresenterà la città pontina nel mondo sportivo italiano.

CLICCA e PRENOTA direttamente QUI il tuo ALBERGO, il tuo RISTORANTE, il tuo IDVERTIMENTO la tua VACANZA

A TERNI SI PARLA SEMPRE PIU’ FONDANO

Continua l’opera di reclutamento dalla squadra (proprietà) della passata stagione per l’Unicusano Ternana del presidente Bandecchi. Infatti dalla Racing Fondi arrivano i due attaccanti Giuseppe Gambino, classe ’84 attaccante che ha fatto bene nella passata stagione in rossoblu e Francesco Bombagi, classe ’89, centrocampista, esterno offensivo di qualità, ricordiamo ex-Reggina. I due si aggiungono alla già folta rappresentanza in squadra proveniente dalla società rossoblu (della stagione 2016/17) e hanno firmato un contratto annuale con la società umbra.

Fonte: http://www.regginaunicoamore.com

regginaunicoamore

CLICCA e PRENOTA direttaemente da QUI il tuo ALBERGO, il tuo ristorante, la tua VANCANZA, la tua ESTATE

 

Sta nascendo la Reggina. Lasciamo lavorare Agenore Maurizi.

images-4.jpg.jpg

di Salvatore Condemi per http://www.latinasport.info

Si sta sempre più delineando la Reggina 2017/18 targata Maurizi-Basile. E’ di oggi la notizia del possibile arrivo di un giovane esterno che può giocare indifferentemente sia a destra che a sinistra. Proveniente dalla Primavera della Lazio, il 19enne Daniel Bezziccheri, sarebbe alla sua prima esperienza professionistica.

Dopo l’arrivo del portierino ‘’Cucchietti’’, dell’attaccante Sciamanna, dei difensori Gatti e Auriletto, del centrocampista Laezza, della riconferma di Bianchimano, nonché dei possibili arrivi riferiti ai vari Di Livio, Mazzocchi, Armeno e Luperini, si ha una prima inquadratura della squadra che andrà a dar battaglia sui campi di un ‘’girone infernale’’ quale può essere quello meridionale che, a buona ragione, si può chiamare ‘’B2’’ senza che ci si mozzichi la lingua.

Giovane, sbarazzina, veloce, umile ma inesperta e leggerina: questa è l’impressione momentanea che suscita il cantiere aperto amaranto, Risulta però innegabile pensare che il D.G. Basile stia concretamente tentando di consegnare a Mister Maurizi quanti più Under possibili per poi andare alla ricerca di profili Over quanto più consoni al credo calcistico del trainer di Colleferro. Maurizi vorrà duttilità, impegno, corsa, polmoni, rigore tattico e tanto altro ancora. Chi viene dal mondo del Calcio a 5 sa cosa si intenda per impegno e sudore, per non parlare della disposizione in campo che dev’essere perfetta onde evitare di rompere i delicati equilibri in campo. Agenore Maurizi non è uno stupido. Maurizi è il miglior allenatore di Calcio a 5 in circolazione. Ed al Latina si era pensato a lui per sostituire Basile, stando a qualche indiscrezione. Stiamo parlando del Futsal d’élite, mica bruscolini. Sono due discipline diverse – per carità – ma se il sanguigno Agenore metterà la sua grinta e la sua fame di dimostrare la sua bravura, condurrà un ottimo campionato. Capozzi, un mito del Futsal latinense lo considera ‘’un innovatore senza pari’’. Anche Graziano Marracino ha avuto parole di elogio: ‘’Bravo, bravissimo, uno dei pochi che sa dare del tu al movimento futsal’’. Addirittura Cundari si è espresso in modo lusinghiero: ‘’Ha fatto sempre bene nel calcio a 5, saprà fare benissimo anche a Reggio Calabria’’. Come si evince da queste testimonianze, non è da scartare a priori per i suoi turbolenti trascorsi. Ci stiamo riferendo ai suoi esoneri: tanti, tantissimi. Chissà poi perché? Che sia una questione di tempo? Che sia questione di modulo? Che sia questione caratteriale? Probabilmente saranno state le tre cose messe insieme. Come per ogni cosa bisogna dare tempo al tempo. Lui applica un metodo di gioco ‘’copiato’’ dal mondo futsal per cui, come per ogni cambiamento, necessita di tempo affinché i calciatori lo assimilino. Lasciamolo lavorare.

istituzionale-def-1.jpg.jpg

 

 

 

 

Serie C, ecco il Racing Latina!

Signore e Signori, Madamemessiè, Ladisengentlmen, ecco a voi il Racing Latina! Da come si legge sulle colonne del quotidiano ‘’Latina editoriale Oggi’’, infatti, la prima pietra per creare una squadra nella città pontina è stata posata giusto ieri.

A quanto è dato da sapere, l’incontro, è avvenuto in gran segreto presso lo studio dell’avvocato Camillo Autieri – procuratore di calciatori molto vicino al Racing – tra Antonio Pezone, presidente del Racing Club, il sindaco di Latina Damiano Coletta, due imprenditori pontini – Braca e Napolitano – e Andrea Chiappini che dovrebbe ricoprire ruoli tecnici nel nascente sodalizio.

Il rendez-vous ha avuto come obiettivo quello di avviare le pratiche per istituzionalizzare un nuovo soggetto sportivo con sede verosimilmente nel capoluogo pontino e che possa partecipare al prossimo torneo di Serie C. La benedizione della Federazione Giuoco Calcio riguardo la deroga chiesta dal club di Pezone ci sarebbe; pur tuttavia, per ottenere il carattere dell’ufficialità, occorre il benestare del Consiglio Federale che delibererà sull’argomento soltanto all’inizio della prossima settimana. E’ pressoché ovvio che, dopo il parere positivo dei legali, l’organo istituzionale della Figc avvalli il progetto. Nonostante ciò, rassicurazioni in merito non ce ne sono ma questa scusa è bastata per interrompere il lavoro della fantomatica cordata pontina per creare un ‘’eventuale’’ club di serie D.

C’è comunque da aspettarsi la veemente reazione dei tifosi del Fondi che, a questo punto, si possono considerare defraudati e presi letteralmente per i fondelli da un impresario che ha fatto tutto ed il contrario di tutto. E nel contempo, bisogna vedere se i tifosi del Latina accetteranno di buon grado questa società che, in fin dei conti, non rappresenta i colori della città latinense. Infatti, lo scopo principale dell’iniziativa è quello di far giocare al Francioni le partite interne di una società che avrebbero dovuto disputarsi al Purificato di Fondi: un pastrocchio al quale sarebbe propedeutico non dare alcuna definizione fin quando non avrà carattere ufficiale.

STADIO FRANCIONI.jpg

CLICCA QUI e PRENOTA il tuo ALBERGO, il tuo RISTORANTE, il tuo DIVERTIMENTO, la tua ESTATE