Serie C. Come si stanno comportando Reggina e Fondi

Vediamo insieme quel che è successo nel Mercato di Lega Pro in questa calda ma tranquilla prima domenica domenica di luglio. Mercato aperto ufficialmente da soli due giorni e già tanti gli affari conclusi anche se le società di terza serie vanno con il freno a mano tirato praticando la scorciatoia dei prestiti con diritto di riscatto e contro-riscatto. D’altronde: soldi pochi e giocatori che fuggono verso altri Paesi. La serie C, come si chiamerà dall’anno prossimo, soffre la mancanza dei fondi che hanno invece le squadre di A e B. Tra tutti i diritti televisivi.

Alla Triestina di Milanese arriva Perisan dall’Udinese. A Padova sono ore di ansia per i possibili arrivi di Pulzetti e Russotto per far salire la febbre di rivalsa ai propri sostenitori. ‘Nzola, piedi buoni e fisico da granatiere congolese, si libera dalla morsa della Virtus Francavilla e vola verso l’Olanda: il Roda sarebbe disposto a prenderlo a qualunque prezzo ma senza fare pazzie. Contraddizioni del mercato. Una di quelle società che invece sembra fare faville è il Catania dove potrebbe arrivare anche Alcibiade anche se si tratta già da una decina di giorni. E’ vero che ha un nome imponente ed importante ma non sarà sicuramente CR7… A Trapani potrebbero arrivare Fulignati e un milione mezzo di euro come contro partita tecnica di Coronado.

fb_img_1466893860895.jpg

E la Reggina? Ricci e Cucchietti hanno detto si, la Lucchese potrebbe soffiare Laezza agli amaranto ma potrebbe arrivare Gatti; Silenzi e Oggiano non rientrano nei programmi societari e vanno verso la riconferma in serie D. Insomma una vera e propria rivoluzione per la squadra amaranto. Il nuovo D.S. Salvatore Basile ed il neo Trainer Agenore Maurizi stanno rivoltando come un calzino l’intero assetto dello scorso campionato. Fanno bene o faranno male a mandar via otto o addirittura nove unicesimi dell’equipe che è riuscita a salvarsi con una giornata di anticipo. E’ presto per dirlo. E poi con le regole degli under e degli over bisogna andare cauti in considerazione del fatto che conviene prelevare under e dare via over che si presume siano senatori con richieste oltretutto esose per la categoria. La Reggina si è comportata così con Coralli, con Botta e probabilmente lo rifarà con Kosnic e con qualche elemento che ha già chiesto l’adeguamento del contratto. Allo stato attuale la società può fare affidamento ai soli Licastro, Maesano, De Francesco e Porcino. Risultano in scadenza di contratto: Gianola (diretto a Terni, piace a Pochesci, il già citato Kosnic che ha sirene internazionali, Cane, Possenti, De Bode e Cucinotti (questi ultimi due non rientrerebbero nei programmi della società).

20160828_162857_via-arnale-rosso.jpg.jpg

Discorso inverso sta facendo il Fondi del neo Presidente Pezone: sta incamerando solo gente dalla trentina in su e giovani di belle speranze per costituire un ”miscuglio” che assicuri esperienza e gioventù. De Sousa, ultratrentenne con il vizio del gol (17 centri lo scorso campionato in D con il Racing Roma poi retrocesso), Vastola altro quasi quarantenne che ancora vorebbe giocare e correre come un ragazzino nonostante l’età (anagrafica) sia età (anche non solo anagrafica). Ed ha poi confermato gente come Galasso, De Martino, Tommaselli, Addessi, Pompei e probabilmente anche Mucciante e Gambino. Il D.S. Morrone ed il nuovo patron stanno però smantellando quella bella squadra ammirata lo scorso campionato.

 

Annunci