…QUESTA SERA TOCCA AL SIRACUSA…

Paolo Bianco è il nuovo allenatore del Siracusa per il campionato di Serie C 2017-2018.

Bianco ha una lunga esperienza di calciatore in Serie A e Serie B. Infatti ha indossato le casacche di Cagliari, Atalanta, Catania, Sassuolo e Treviso. Conclusa la carriera ha allenato la formazione Berretti del Sassuolo e ricoperto l’incarico di vice allenatore della formazione neroverde.

Quello di Bianco – ha detto il ds Antonello Laneri – è il profilo ideale per il nostro progetto“

Finora, oltre al saluto di Sottil che con ogni probabilità siederà sulla panchina del Messina, è Emanuele Catania, bomber da 36 gol nelle ultime 2 stagioni in azzurro, il secondo giocatore che ha prolungato il contratto con il Siracusa. Lele ha firmato un contratto biennale e resterà in azzurro fino al 2019 così come resterà fino al 30 giugno 2019 Carmine Giordano.

Da decifrare la scelta della presidenza aretusea che, evidentemente, non ha intenzione di alzare l’asticella delle ambizioni rispetto ai dei due ultimi (e splendidi) campionati azzurri. La mancata conferma di Sottil, infatti, suona come un ridimensionamento annunciato. Da quelle parti della Sicilia quest’anno ci sarà da stringere i denti.


Andrea Sottil, non più tardi di tre settimane fa, aveva dichiarato: “Questo è stato il mio sesto anno da allenatore, sono giovane e ho grandi ambizioni. Mi piacerebbe condurre un progetto a vincere, sono sincero. Un campionato vinto in C sul campo, cinque anni fa, me lo tengo. Così come tengo la vittoria della D l’anno scorso e il quinto posto di quest’anno. Oggi vorrei una squadra costruita per vincere, mi piacerebbe giocarmi questa possibilità perché penso di avere un bagaglio che mi renda pronto”. 

Pronto per vincere a Messina, società che sta facendo la colletta tra i sostenitori per iscriversi al torneo di C?


CLICCA QUI PRENOTARE IL TUO ALBERGO A SIRACUSA

Annunci

IL CATANZARO NON SARA’ DI MANCINI

IL CATANZARO NON SARA’ DI MANCINI

LA SECCA SMENTITA DEL QUOTIDIANO ON LINE CALABRESE

ABBIAMO SENTITO TELEFONICAMENTE IL RESPONSABILE DI CATANZAROINFORMA IL QUALE HA DICHIARATO CHE <<NON CI SARA’ ALCUNA VENDITA DELLA SOCIETA’ ”CATANZARO CALCIO”. QUELLO DI BENEDETO MANCINI E’ STATO SOLTANTO UNA INFORMALE RICHIESTA DI VISIONE DEI BILANCI DEL CLUB. >>

AL DOTTOR SERGIO ABRAMO, SINDACO DELLA CITTA’ DEI TRE COLLI, VADANO I MIGLIORI AUGURI DELLA REDAZIONE DI LATINASPORT.INFO PER AVER CENTRATO PER LA QUARTA VOLTA CONSECUTIVA LA VITTORIA ALLE CONSULTAZIONI ELETTORALI AMMINISTRATIVE.

wp-image--1996668161

chiudi

MANCINI, A VOLTE RITORNA

FLASH – E’ Benedetto Mancini il mister X interessato al Catanzaro Calcio
E’ una notizia di qualche minuto fa: dopo aver cercato di ”prendere” il Latina, Benedetto Mancini si presenta a Catanzaro per tentata l’ennesima scalata presidenziale
Durante l’incontro col sindaco l’imprenditore avrebbe chiesto di visionare i bilanci del club
FLASH-E-Benedetto-Mancini-il-mister-X-interessato-al-Catanzaro-Calcio
Lunedì 26 Giugno 2017 – 13:33
E’ finito da pochi minuti il summit di Palazzo De Nobili tra il neo sindaco Sergio Abramo e i possibili acquirenti del Catanzaro Calcio. Il misterioso “mister X” che aveva richiesto un incontro al primo cittadino risponde al nome di Benedetto Mancini, già presidente del Latina Calcio.
Durante l’incontro l’imprenditore avrebbe chiesto di visionare i bilanci del club riservandosi ora di instaurare un contatto diretto con i vertici del sodalizio giallorosso.

…QUESTA SERA TOCCA ALLA SALERNITANA…

…QUESTA SERA TOCCA ALLA SALERNITANA…

Mancano soli 20 venti giorni dall’inizio del ritiro e tra i tifosi della Salernitana c’è una latente apprensione. Il collega Armando Iannece di ‘’Salerno Granata’’ scrive così: <<Dopo una prima settimana di giugno incoraggiante derivante dalla scelta del ritiro e del contestuale rinnovo di Bollini, la Salernitana ha subito una preoccupante involuzione rimanendo apparentemente al palo, e facendo sorgere dubbi ed illazioni in relazione al suo prossimo futuro>>.

Ovviamente è ancora presto per celebrare processi e tirare somme ma vien da sé che i tifosi vorrebbero sia allestita una squadra competitiva e in grado di soffrire il meno possibile in una categoria in cui è difficile fare previsioni. Fino al momento, la Salernitana che verrà non si sa ‘’cosa’’ sia. Prima di tutto Bollini: manca l’ufficialità della conferma ma sembra che le parti siano d’accordo sul prolungamento contrattuale. E questo è fatto o poco ci manca. Ai tifosi preoccupano le partenze per fine prestito dei vari Ronaldo, Gomis, Bittante, Improta, Minala, Terracciano e Luiz Felipe. Preoccupa la cessione di Coda (dato al Benevento che l’ha pagato circa 2 milioni di euro) e preoccupa il trasferimento al Bari di Busellato e di Donnarumma conteso da Avellino ed Empoli. Insomma la squadra dello scorso anno sta subendo un pericoloso assottigliamento al punto che servirà giocoforza costruire ex novo la squadra per il terzo anno consecutivo.

Partendo solo dall’undici base la Salernitana al momento ha bisogno di almeno un portiere, un terzino destro di spinta, un centrocampista centrale e due mezz’ali. In attacco servirà un centravanti capace di garantire almeno una quindicina di reti, a sinistra c’è Sprocati, sul versante opposto Rosina. Sull’attaccante si pensa tangibilmente a Daniele Corvia, un passato da bomber a Brescia e da dimenticare a Latina.

Urgono dunque sei tasselli sei con una difesa da assembleare, un centrocampo da ricostruire in toto ed almeno un attaccante centrale nel caso i due esterni sopraddetti partiranno nell’undici base. C’è da lavorare, probabilmente nè più nè meno rispetto agli anni scorsi ma dopo due anni di apprendistato era lecito attendersi una maggiore celerità.  <<Ad ogni modo – come asserisce anche Iannece è presto per tirare già le somme (negative). Tuttavia, l’auspucio è che arrivi presto un’accelerata>>. Infatti, questo campionato e le compagini che ne faranno parte, difficilmente aspetteranno la Salernitana.

Anche la questione societaria non fa dormire sonni tranquilli alla meravigliosa tifoseria granata. Nonostante abbia più volte contestato l’operato di Lotito, soffre il possibile allontanamento del patron laziale. Infatti, sembra il candidato ideale per coprire la carica di presidente di Lega di B sia l’attuale presidente dei granata il quale, in caso di elezione, sarà costretto a cedere la sua quota societaria. A chi? A Mezzaroma? Pare proprio di sì. <<Pur tuttavia, nessuna ipotesi può escludersi a priori. Da Cassino, Vittorio Murolo – rivela Armando Iannece – è, infatti, uno spettatore interessato anche se al momento non ci sono conferme ufficiali su una sua presunta offerta per rilevare il sodalizio di via Allende>>. Sono voci, si vedrà.

 

Di Salvatore Condemi per www.latinasport.info

Si ringrazia Armando Iannece di www.salernogranata.it


 

 

Vuoi staccare alla grande? Gli ospiti dicono che SALERNO è un’ottima meta. SALERNO abbiamo raccolto le migliori offerte su 480 strutture. Per vederle, inserisci le date CLICCANDO QUI!!!