LA RACING ROMA NON ANDRÀ IN MANO AGLI SPROVVEDUTI

Il neo Direttore Generale del Fondi Alfonso Morrone – che farà anche da Direttore Sportivo – non è assolutamente da considerare uno sprovveduto e neppure l’ultimo arrivato. Il Signor Morrone è il Presidente dell’Associazione Nazionale Direttori Sportivi, insomma un professionista che conosce bene il suo mestiere e che cura con la meticolosità del vero professionista un comparto ed una figura da salvaguardare.

Morrone ai colleghi di Tuttolegapro.com è stato molto esplicito: <<Il presidente Pezone stava già lavorando da tempo alla riammissione o al ripescaggio con la Racing Roma prima di avere questa possibilità e voglio essere chiaro che non si tratta di una fusione, le due squadre restano distinte e se arriveranno offerte concrete per la Racing Roma il presidente le valuterà>>.

Fonte: Tuttolegapro.com

Da quanto si evince da questo passaggio, il D.S. non esclude che il Racing possa essere acquistato da altro soggetto benché le norme federali permettano al Presidente Pezone di possedere una società tra i professionisti ed una tra i dilettanti. Ma se da un lato le ambizioni di continuare a ”lavorare” in una terza serie nazionale che, a buona ragione, può essere considerata ancor più avvincente della Serie B – tanto da poterla chiamare B2 – dall’altro c’è il valore affettivo da mettere al centro dell’attenzione quale continuazione storica di una società – il Racing Roma – che seppur tra mille difficoltà esiste e persiste nel panorama calcistico laziale e nazionale. Pezone, insomma, non ha alcuna intenzione di vendere al primo avventuriero e non venderà a chi non ”sa di calcio”. Questa è una nostra supposizione ma l’ardua sentenza è meglio sia di pertinenza dei posteri. A buon intenditor poche parole…

Annunci