”ANNAMO A VEDE LA REGGINA CH’E’ MEGLIO!”

”ANNAMO A VEDE LA REGGINA CH’E’ MEGLIO!”

di Salvatore Condemi per http://www.latinasport.info

L'immagine può contenere: 1 persona, spazio all'aperto

Società sull’orlo del fallimento, squadre che non riescono a trovare i soldi neppure per comprare le magliette, squadre che rischiano di non iscriversi al campionato di appartenenza. Un vero e proprio stillicidio in un mondo ”pallonaro” che non guarda più in faccia nessuno. Blasonate o piccoli sodalizi stanno facendo fronte ad una grave crisi economica e finanziaria cosicché quelli che fino a poco tempo fa si significavano col termine di ”grandi colpi di mercato” non se ne sono registrati almeno fino al momento. Fa bene quindi il Presidente della Reggina, Mimmo Praticò – una vita spesa per lo sport e nello sport – a pretendere di non volere chiedere la luna nel pozzo: ristrettezze economiche e pianificazioni societarie impongono rigide regole per non splafonare il badget. Ciò nonostante, non è detto che spendendo poco non si possano raggiungere importanti risultati sportivi. La Reggina ne è un esempio lapalissiano: nel 1988 e addirittura nel 1999 – non stiamo certo parlando dell’era giurassica – ha centrato due promozioni con un plafond ristretto all’osso ed utilizzando tanti ragazzi di belle speranze. Ma a Reggio Calabria si è sempre pianificato. A Reggio Calabria si è sempre avuto un occhio di riguardo per i giovani e le nuove leve. E questi hanno spiccato il volo come conseguenza naturale. Sono tanti gli esempi ma ci limitiamo a pochi ma buoni: Cirillo, Orlando, Belardi, Visentin, Mariotto, Acerbi, Missiroli. Non continuiamo. Non ce n’è bisogno.

Tutti questi arzigogoli per parlare di Latina. E non poteva essere altrimenti. Mentre in altre parti si lavorava con i giovani e per i giovani, nella città della bonifica si sono lasciati andar via gente come Leandro Campagna ed Alessandro Celli per fare i canonici due esempi. E poi? Il niente. Il deserto. Quando all’alba di due anni fa il Signor Praticò decise di allestire una squadra di calcio per dare continuità alla gloriosa Reggina Calcio di fotiana memoria, nel giro di due – ripeto due – giorni era già dal notaio e dopo quattro – ripeto quattro – giorni aveva allestito la squadra puntando sui giovani tesserati per la società di Foti. Questo cosa significa? A Latina c’è sempre stato un pressapochismo da far paura e tale superficialità impera e svillotta incontrastata anche dopo la morte del Latina Calcio. Ciò ha che fare con una indifferenza latente e soprattutto con una disidentità (lasciatemi usare questo neologismo) che risulta insita nei latinensi. A Reggio Calabria, seppur tra camionate di problematiche sociali, economiche, occupazionali e chi più ne ha più ne metta, hanno quella ”cazzimme” che a Latina non esiste.  E per cazzimme si identifica la voglia di fare, la voglia di emergere, la voglia di sorprendere.

E allora? Ecco l’ennesima provocazione, che analizzandola semanticamente non lo è. Potrebbe essere tutt’al più una sorta di incitamento, di pungolo e (perché no?) di sfida a chi vorrebbe ma non vuole ed a chi vorrebbe ma non può. Suggerisco alla U.R.B.S. Reggina 1914 di pensare tangibilmente a Latina ed al suo pubblico proponendo pacchetti di ”abbonamenti speciali” per assistere alle partite degli amaranto al Granillo. Una sorta di gemellaggio nel gemellaggio tra due città diametralmente opposte ma naturalmente conciliabili. ”Se po fà.. Armeno potemo vede un po’ de pallone e farci du bagnetti ar mare…”


Vuoi staccare alla grande? Gli ospiti dicono che Reggio Calabria è un’ottima meta. REGGIO CALABRIA Abbiamo trovato le migliori offerte per 172 strutture. Per vederle, inserisci CLICCANDO QUI le date!

Risultati immagini per REGGIO CALABRIAImmagine correlataImmagine correlata

Risultati immagini per REGGIO CALABRIA

 

Annunci