COME SARA’ LA NUOVA SERIE D

Risultati immagini per stadio sancataldese

Il sito tuttocampo.it, dedicato ai principali campionati dilettantistici, ha stilato la ”nuova mappa” della Serie D 2017-2018 con le società aventi diritto a iscriversi al prossimo campionato di 4° serie. 

Ecco le 162 ”sorelle” Regione x Regione:

L’Abruzzo sarà rappresentata da 6 squadre: Avezzano,  San Nicolò Vastese, L’Aquila, Pineto e Nerostellati

La Basilicata avrà 5 squadre:  Francavilla , Potenza, AZ Picerno – Real Metapontino, Melfi

La Calabria ha 5 società iscritte: Rende, Vibonese, Palmese  –Isola Capo Rizzuto, Vibonese

la Campania ne ha 13:  Aversa Normanna,  Cavese, Gragnano, Frattese, Pomigliano, Gladiator 1924, Sarnese, Turris, Gelbison, Herculaneum – Nocerina, Portici , Ebolitana

l’Emilia Romagna si isciverà con 11 squadre:  Correggese, Imolese, Lentigione, Romagna Centro, Sammaurese, Mezzolara, Castelvetro,  Fiorenzuola, Rimini , Vigor Carpaneto, Forli

Il Friuli Venezia Giulia sarà rappresentato da 3 società: Tamai , Triestina  Cjarlins Muzane

Il Lazio scenderà in campo con 12 squadre: Albalonga,  Ostiamare, Rieti , Virtus Flaminia, Trastevere,  Monterosi, Anzio, Cassino , S.F.F. Atletico, Aprilia, Racing Roma, Lupa Roma

La Liguria ne avrà 8Argentina,  Lavagnese, Ligorna, Setri Levante,  Finale, Unione Sanremo – Savona, Albissola

La Lombardia batte ogni tipo di record con ben 25 società: Bustese, Caronnese, Ciliverghe, Ciserano, Folgore Caratese, Grumellese, Inveruno, Lecco, Pergolettese, Pontisola,  Pro Sesto, OltrepoVoghera, Seregno, Varesina, Virtus Bergamo, Varese, Scansorosciate, Darfo Boario, Pro Patria, Caravaggio, Crema, Arconatese, Rezzato, Pavia, Lumezzane

Le Marche avrà 8 squadre :   Castelfidardo,Jesina, Matelica, Monticelli , Vis Pesaro, Sangiustese, Fabriano Cerreto, Ancona

Il Molise ne avrà 3: Citta’ di Campobasso,  Olympia Agnonese, Macchia

Il Piemonte 7:   Bra, Borgosesia, Chieri, Gozzano,  – CasaleCastellazzo Bormida, Borgaro

La Puglia 8 squadre :  Manfredonia, Nardò,  San Severo, Gravina, M. P. Duana, Audace Cerignola ,Team Altamura, Taranto

La Sardegna sarà rappresentata da 6 società:   Nuorese,   Lanusei, Latte Dolce, San TeodoroTortolì, Budoni

La Sicilia con 7:   Gela, Igea Virtus, Sancataldese, Paceco, Troina, Palazzolo, Folgore Selinunte

La Toscana scenderà in campo con 15 squadre :  Ghivizzano Borgoamozzano,   Montecatini,  Colligiana, Pianese,  Ponsacco,  Viareggio, Massese, Real F. Querceta, Rignanese,  Scandicci, S. Donato T. , Vivivaltotevere, Seravezza , Montevarchi, Tuttocuoio 

Il Trentino Alto Adige con 2 : Dro e Trento 

Anche l’Umbria con 2:  Trestina , Villabiagio

Chiude il Veneto che ne avrà 16 : Abano, Altovicentino, ArzignanoChiampo, Ital Lenti Belluno , Calvi Noale, Campodarsego, Delta Calcio Rovigo, Este,  Legnago Salus ,  Union Ripa, La Fenadora,  Virtus Vecomp Verona, Montebelluna, Adriese, Ambrosiana, Liventina , Clodiense

La Repubblica di San MARINO parteciperà con il  San Marino

Risultati immagini per stadio sancataldese

Vorremmo attirare la vostra attenzione. In serie D stazionano società che hanno militato in C, qualcuna in B e addirittura c’è la Triestina che ha sempre navigato tra la massima serie italiana e la cadetteria e con un pubblico decisamente tra i più “grandi” e passionali del nord Italia. Il Rende, per fare un esempio, è stata per cinquant’anni tra C1 e C2 e dev’essere considerata l’attuale quinta potenza calcistica calabrese. Eppure è in D da oltre dieci anni. La stessa cosa dicasi per Cavese, Nocerina, Turris e Gladiator in Campania: gli azzurri di Cava riuscirono ad avere la meglio sul Milan quando i rossoneri scesero in serie B. Eppure sono in D dopo decenni passati tra B, C1 e C2. Per il Rimini per tanti anni in B ed il Forlì sempre tra C1 e C2, il discorso non è differente. In Lombardia il Varese ha fatto piangere più di qualche squadrone quando militava tra A e B. Il grande Taranto, ripescato in C giusto lo scorso agosto, ha fatto un capitombolo da parificare solo a quello del Lumezzane, una vita in C. Ed il Lecco? Su quel ramo del Lago di Como, i bravi non spaventavano solo Don Rodrigo manzoniano, ma finanche l’Inter, il Milan, il Napoli e la Roma. Cosa vogliamo dire con ciò? Facile da intuire: noi di Latinasport.info speriamo vivamente che il Latina che verrà sia capace di risalire la china nel più breve tempo possibile. Ma se questi squadroni che ebbero e non hanno più, che furono e non sono più, che diedero e non danno più significa che ci vuole programmazione, capacità economica e pubblico. Senza queste tre componenti non si va e non si potrà mai andare oltre la mediocrità della serie D. La quarta serie, come abbiamo avuto modo di dire più e più volte, è una gran brutta bestia che dona ma che in cambio esige tre volte tanto. Specilamentele nei riguardi di una provinciale che deve ripartire da sottozero senza settore giovanile, senza basi, senza appoggi, senza baldanza. Senza nulla. 

 

Nessun testo alternativo automatico disponibile.
Via Viggiano snc e Via Atellana 130 – 80023 CAIVANO

 

Annunci