FACCI: ATTENDO UNA CHIAMATA. MA GABRIELE MARTINO RISULTA ANCORA NELL’ORGANIGRAMMA DELLA REGGINA

 

La Reggina dorebbe riempire il vuoto lasciato quasi inaspettatamente dal Direttore generale Gabriele Martino. Qualche testata reggina ha già svelato i nomi di Mauro Facci – del quale abbiamo ampiamente parlato in altro articolo – e di Giovambattista Martino, tra i direttori sportivi interpellati dalla famiglia Praticò. La novità quasi sorprendente è che l’uno non escluderebbe l’altro, nel senso che si tratta di due figure compatibili e potrebbero operare insieme nella nuova Reggina. Intanto, però, a Reggio Calabria si sta vivendo in una posizione di stallo. E tra poco vi spiegheremo il perché.

Tra i due, probabilmente, il più sicuro dell’ingaggio dovrebbe essere il 27enne Giovambattista Martino, responsabile dell’area tecnica nella fortunata stagione del Rende in Serie D, culminata con la vittoria dei playoff: “Ho grande rispetto per la piazza di Reggio, non mi va di parlare di fantamercato. Ogni volta che vengo al ‘Granillo’, mi emoziono – sottolinea Martino a “Il Dispaccio” – Non posso dire nulla. Ho letto qualcosa che mi ha fatto molto piacere, significa che il lavoro svolto è stato apprezzato”.

Il 45enne Mauro Facci – ex direttore sportivo del Latina oramai fallito e in predicato di ripartire da un campionat dilentattistico – sarebbe in procinto di accasarsi a Reggio Calabria. Il collega Paolo Ficara de “Il Dispaccio” lo ha contattato telefonicamente: “Sono sincero quando parlo, non c’è stato nessun contatto – ha risposto in merito ad un incontro avvenuto con la proprietà della Reggina – Anche solamente una chiacchierata farebbe piacere, per conoscere i programmi. Se mi attendo una chiamata? Non conosco le intenzioni della società, dato che non ci ho parlato. Sto aspettando, vediamo cosa succede. Reggio, ha senza dubbio un fascino particolare“.

La sensazione è che le comunicazioni più importanti arrivino entro la fine di questa settimana. E quelle decisioni che determineranno la programmazione per il prossimo campionato, Praticò & Co. intendono prenderle con la dovuta attenzione e con la speranza di sbagliare il meno possibile. Per tale motivo si allungano i tempi riguardo le scelte, dopo un lungo percorso di ascolti e valutazioni. Fino a ieri abbiamo parlato di amore finito tra la Reggina ed il DG Gabriele Martino, nonostante un contratto piuttosto lungo che lega il dirigente amaranto alla società fino al 2019. Allo stato attuale la situazione rimane invariata perché ad essere immutate sono le posizioni, che viaggiano su binari opposti e solo un cambiamento dell’una o dell’altra parte, potrebbe determinarne l’eventuale ricomposizione, al momento improbabile. Martino vorrebbe mantenere l’ossatura di squadra tra giocatori sotto contratto ed altri che sarebbero disposti a rimanere, con il tentativo anche di migliorarla. Sono le condizioni che variano rispetto alla stagione che da poco si è conclusa, perché dopo il sacrificio economico che ha portato alla disponibilità dei vari Coralli, Botta, Gianola e altri, gli stessi avrebbero chiesto un adeguamento dei propri contratti per il rinnovo. Ma, in effetti, sarebbe anche questa l’idea della società, sbagliato pensare che Praticò e soci non abbiamo ambizioni. Il nodo della questione è legato alle ristrettezze economiche che impedirebbero determinati investimenti ed anche nella gestione generale di un campionato, i dirigenti vorrebbero maggiore oculatezza. La discussione rimane aperta e solo una convergenza su questi punti potrebbe portare ad una inversione dell’attuale situazione ma, come detto, oggi comunque difficile (Fonte: Strill sport Pianeta Amaranto)

gabriele-martino

Annunci