VIVARINI AD EMPOLI. MA DAL SUO ENTOURAGE ARRIVA UN “SOLO CHIACCHIERE PER IL MOMENTO”

Checché ne possa dire il pubblico nerazzurro e benché i numeri abbiano dato un esito più che deficitario lungo tutto l’arco del campionato, Vincenzo Vivarini è richiestissimo sia da mezza serie C sia da mezza serie B. Dapprima il Pisa, poi il Vicenza, quindi la Ternana e per finire il Perugia hanno fatto dei sondaggi con il tentativo di accaparrarsi  l’ex allenatore del Latina.

Ieri abbiamo sentito un componente del suo entourage: ”Ci dispiace aver letto certe cose all’indirizzo di Mister Vivarini e del lavoro svolto a Latina. Ma il calcio è anche questo e ci può stare. Per qunto riguarda l’aspetto economico, posso assicurare che hanno visto solo alcune briciole. Sono state dette e riportate tante inesattezze: del famoso fondo della federazione tecnici e calciatori riusciranno a farsi rimborsare tra sette o otto anni solo una percentuale delle spettanze che stabilirà il Tribunale. Perugia, Vicenza o Terni? Sono soltanto chiacchiere alle quali non danno peso. Per il momento tutti abbiamo bisogno di disintossicarci il più possibile dopo un anno di stress e di tossine accumulate in quantità industriali. Ma ci saranno novità a breve.

Ed infatti, oggi spunta una nuova pista: secondo quanto riferisce gianlucadimarzio.com nella giornata odierna il tecnico di Ari incontrerà la dirigenza dell’Empoli, alla ricerca dell’erede di Martusciello, silurato a seguito della retrocessione da definire a dir poco ”inconcepibile” che ha sancito il ritorno in B degli azzurri dopo tre anni di massima serie.

Annunci

Gli sfottò e le dinamiche del tifo.

Gli sfottò e le dinamiche del tifo.

Il luogo comune stabilisce un principio di autorità, è un’interpretazione popolare della realtà.

Indica confini e luoghi mentali identificabili e riconoscibili.

La comunicazione negli stadi e tra gruppi avversari è basata fondamnetalmente sullo sfottò.

Un vero sfottò ha la necessità di essere chiaramente riconosciuto dalla parte colpita.

In verità è un riferimento ad un pathos condiviso che riguardo il dramma che ha colpito una parte ma che avrebbe potuto essere vissuto da tutti.

Diffidare dunque in ambito calcistico da chi fa sfottò troppo leggeri o troppo educati perchè in verità sono intrinsecamenti falsi.

Angelo Dolce

 

 

 

 

MAGARI SARÀ IL PROSSIMO AVVERSARIO DEL LATINA

L’A.V. Herculaneum 1924 ha comunicato che, dopo varie consultazioni e valutazioni lo staff dirigenziale, la guida tecnica della Prima squadra per la prossima stagione agonistica sarà affidata a Luigi Squillante, allenatore che ha condotto la compagine granata alla vittoria del campionato di Eccellenza 2015/16. Il tecnico dei record torna, quindi, nella Città degli Scavi avendo chiarito le incomprensioni con la dirigenza ercolanese che portarono al divorzio un’estate fa, come dichiarato dallo stesso presidente onorario Alfonso Mazzamauro: “Abbiamo parlato con diversi allenatori, più di uno faceva al nostro caso, ma alla fine tutta la dirigenza ha deciso di puntare su Squillante che tanto bene ha già fatto nella nostra piazza. Partiamo con l’intento di disputare un campionato da protagonisti e da domani saranno contattati i calciatori per le riconferme. Poi si partirà con la campagna acquisti, visionando prima gli under e poi i giocatori over”.

Fonte: iamCalcionapoli

”SI CHIAMERÀ UNICUSANO TERNANA,  ALTRIMENTI…”. QUESTO L’OUT OUT DELL’ATENEO

Stefano Bandecchi, patron dell’Unicusano Fondi non nasconde che sarebbe fortemente interessato all’acquisizione del club umbro. E l’Ateneo, interpellato in merito dal portale ternananews.it, ha risposto con il seguente comunicato: “Terni è una grande città e lo è anche nel mondo del calcio, negli ultimi cento anni. L’Unicusano si è interessata alla situazione attuale, ma resta inteso che semmai l’Ateneo trovasse le condizioni per chiudere questo accordo, la squadra della Ternana, dal giorno dopo, si chiamerebbe Unicusano Ternana. Quindi uno dei motivi per non chiudere questo accordo, sarebbe l’ostilità dei tifosi, nei confronti di questa condizione, che per noi è invece imprescindibile, in ogni città e in ogni piazza”.

Fonte: Alfredo Pedullà 

MAURO FACCI A REGGIO CALABRIA?

La Reggina si rifa’ il look o si snatura? È una via di mezzo. Fatto sta che il sodalizio amaranto potrebbe ripartire dalla prossima stagione con uno staff tecnico del tutto nuovo, visto l’ormai probabile addio del D.G Martino il giorno dopo l’interruzione del contratto con Karel Zeman. Due i candidati alla scrivania di direttore e di deus ex machina del sodalizio calabrese: si tratta di Giovanbattista Martino, direttore dell’area tecnica del Rende e di Mauro Facci, ex direttore sportivo del Latina che,  prima dell’arrivo di Leonardi, era stato il vero artefice del miracolo nerazzurro.