IL TRAPANI RIPARTE. CLEOPADRE: ”IL LATINA PAGA A CARO PREZZO I TANTI ERRORI COMMESSI”

 

Dopo la retrocessione dalla B il Trapani riparte alla grande. Seppur tra mille difficoltà e nonostante la vicenda giudiziaria che ultimamente ha colpito il club siciliano nella persona di Ettore Morace, i propositi ambiziosi non mancano. Adesso, il sodalizio siciliano si fa sentire per bocca del patron, il ‘’comandante’’ Vittorio Morace. Ecco la lettera aperta ai tifosi granata:

Carissimi,

Vi scrivo queste poche righe poiché comprendo che le ultime settimane, difficili per tutti, abbiano determinato in Voi un senso di smarrimento e scoramento per le sorti del nostro Trapani.

Vi ringrazio per la comprensione e per la vicinanza che mi avete dimostrato, anche rispettando il silenzio di queste giornate.

Il Trapani è ed è sempre stato molto di più di una squadra di calcio: è amore, passione, risorsa per la nostra Città e per i nostri giovani. Lo è per me e lo è per tutti Voi, che sempre avete seguito la nostra squadra, mai abbandonandola, neanche nei momenti di grande difficoltà.

Riprendiamo, o meglio, continuiamo assieme il nostro percorso, con lo stesso amore e con la stessa passione, con quella semplicità che ci ha sempre contraddistinto e che per noi è sempre stato un valore di cui andare orgogliosi.

Vi voglio bene. Forza Trapani

Vittorio Morace


 Crediamo non si incorra nell’errore di essere patetici quando si dice ‘’la squadra di calcio è amore, passione, risorsa per la città e per i giovani’’. E bisogna essere innamorati realmente del colore granata per incitare a ripartire tutti insieme, senza mai abbandonare al proprio destino e tra l’indifferenza generale la squadra di calcio della propria città. Questo spirito s’identifica nel ‘’senso di appartenenza’’ che anima ed accomuna il Trapani ed i trapanesi.

Abbiamo sentito l’amico e collega Franco Cleopadre che scrive per un’importante testata giornalistica calabrese: <<Ho appena sentito Gianni Cammareri e, per quanto gli risulta, i trapanesi stanno mobilitandosi per rinnovare in massa l’abbonamento. In certi casi la Serie C giocata e vissuta da protagonisti – afferma Franco, quasi 80 anni portati benissimoè ben più divertente e ben più remunerativa rispetto ad un’anonima serie B dove l’interesse scema di anno in anno per colpa di un sistema pachidermico e fuori controllo. Nel Girone Meridionale di serie C sai quanti derby, quanti scontri epici, quanta sana rivalità tra città che potrebbero partecipare a campionati ben più importanti? Catania, Messina, Reggina, Lecce, Cosenza, Catanzaro per non parlare di Livorno, Reggiana, Parma, Alessandria, sono realtà che hanno fatto la storia del calcio italiano e che meritano di più rispetto a società come l’Entella che, con i suoi 2000 spettatori, galleggiano in una B che, così com’è, non serve a niente. La Pro Vercelli ha vinto tanto quando ai primordi del calcio partecipavano tre squadre; oggi – rivela con acrimonia l’amico Franco – è una società che ha una consistente disponibilità economica ma non riesce ad andare oltre all’anonimo ”io speriamo che me la cavo”. Bisognerebbe rifondare il sistema calcio e bisognerebbe farlo con urgenza: non è giusto vedere i 6500 di Carpi contro la Juve in A e i 15mila di Lecce contro il Monopoli in C. Secondo me è l’unica a meritare il ripescaggio in B qualora la Ternana avesse difficoltà a partecipare al prossimo torneo di B.>>

Ha ragione da vendere. Ed anche dalle pagine di Latinasport.info lo ribadiamo da tempo immemorabile.

Sulla situazione del Latina: <<Ho seguito proprio su Latinasport la vicenda che ha tutti i contorni dell’inverosimile. Spero per te e per tutti i tifosi nerazzurri che il Latina non sia stata una semplice meteora nella serie cadetta. Secondo me si è voluto deliberatamente affossare ma è solo una mia impressione che non può essere confutata dai fatti. Probabilmente Latina ed il Latina pagano la presenza di personaggi molto scomodi…>>

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

img-20161213-wa0003  

Annunci

Un pensiero su “IL TRAPANI RIPARTE. CLEOPADRE: ”IL LATINA PAGA A CARO PREZZO I TANTI ERRORI COMMESSI”

I commenti sono chiusi.