PILLOLE DI SERIE B. SARA’ UN’ESTATE CALDISSIMA, AVELLINO NEI GUAI

Per il calcio italiano anche quella del 2017 sarà un’estate caldissima. Molte società infatti dovranno fare i conti con i soliti problemi con l’iscrizione ai campionati di Serie B e di Lega Pro. Difficoltà e grane che si potrebbero tramutare nel solito ”bagno di sangue” di società che dovranno ripartire dalle categorie dilettantistiche come sta succedendo per il Latina. In aggiunta a ciò – come succede ormai regolarmente da un bel po’ di anni a questa parte – ci pensa anche la Magistratura a gettare benzina sul fuoco di un sistema calcio che ormai è sempre più in crisi, non solo economica, ma anche di valori.

Risultati immagini per walter taccone presidente avellino

È infatti di questi giorni la notizia che la Procura di Palmi sta indagando sul presunto riciclaggio di capitali in Svizzera con rientro tramite scudo fiscale. Questa inchiesta ha portato agli arresti domiciliari il patron del Catanzaro Calcio, Giuseppe Cosentino. E nell’ambito di questa operazione, denominata ‘Money Gate‘, è finita sotto i riflettori anche una partita di calcio del 5 maggio 2013: Catanzaro-Avellino. Il match era inserito nella penultima giornata di Lega Pro e valse agli irpini la promozione in serie B con una giornata di anticipo. Le indagini avrebbero rivelato il tentativo di combinare un pareggio che sarebbe servito al Catanzaro per evitare i playout e agli irpini per consolidare la prima posizione. Sul campo poi qualcosa sarebbe saltato e i biancoverdi avrebbero vinto ottenendo, come già detto, la matematica promozione in serie B. Il procuratore Ottavio Sferlazza ha sottolineato che “Ove dovessero emergere delle responsabilità, come è doveroso invieremo gli atti alla giustizia sportiva“.

L’attuale Presidente dell’AvellinoWalter Taccone,  ha ribattuto che “da quando ricopro la carica di presidente, la mia società si è sempre distinta per correttezza ed etica sportiva” aggiungendo che la società ha vigilato affinchè “tutti i tesserati si uniformassero a questi principi“. Se non c’è pace per il Catanzaro, non ce n’è pace neppure per l’Avellino che, dopo la penalizzazione subita in campionato per altre due presunte combine, dovrà affrontare ora i presunti problemi legati all’iscrizione alla prossima Serie B, e soprattutto dovrà fare i conti con l’ennesima vicenda giudiziaria che renderà infuocata l’estate dei tifosi irpini. La ”solita” domanda nasce spontanea: come mai la Federazione non riesce a trovare un cavillo, un semplice appiglio, una piccolissima capziosità per fermare definitivamente le continue magagne prodotte dai dirigenti biancoverdi?

Se Avellino non può ridere, Catanzaro piange singhiozzando. Questo ci fa presumere che per i tifosi giallorossi trascorreranno un’ennesima estate di ‘passione’: al presidente dei calabresi Cosentino, è stato contestato, tra gli altri capi d’imputazione, il reato di frode sportiva che potrebbe concretamente vanificare la vittoria dei giallorossi ai playout contro la Vibonese, che ha regalato la permanenza in Lega Pro alle Aquile di Erra.

Risultati immagini per massimo ferrero sampdoria

E passiamo alla Ternana, dove ci potrebbero essere consistenti e concreti barlumi di luce e di speranza. In base all’indiscrezione trapelata nella giornata di ieri, Massimo Ferrero sarebbe interessato ad acquistare il club rossoverde. L’attuale patron della Doria sarebbe infatti pronto a rilevare a costo zero le quote di proprietà della famiglia Longarini rituffandosi in questa sua nuova avventura calcistica, il vulcanico ex presidente doriano (che risulta ancora proprietario della Samp) non sarebbe da solo. A coadiuvare una sua eventuale cordata, infatti, potrebbero esserci alcuni imprenditori locali. La notizia del possibile interessamento di Ferrero alla società umbra è stata confermata anche da Ternananews.it.

Il 65enne imprenditore romano sembra abbia avviato un’analisi accurata dell’affare. Ad incoraggiare Ferrero ed eventuali altri imprenditori c’è una situazione complessiva della Ternana tutt’altro che ‘disastrosa in termini economici. “La situazione debitoria della Ternana è praticamente ininfluente – ha detto in proposito l’avvocato Proietti – e confermo pertanto che la società è in vendita a costo zero e senza debiti. Ovviamente chi si fa avanti deve garantire la fideiussione per l’iscrizione e la solidità finanziaria per mantenerla in serie B“.

La Ternana, insomma, sebbene sia solo un’operazione di ”restyling”, verrà ufficialmente salvata. E verrà salvata da un personaggio che ha lavorato tantissimo con la società di Piazzale Prampolini. Rammentiamo infatti che, durante l’ultimo torneo di B, ben quattro giovani provenienti dalla Sampdoria hanno giocato stabilmente – o quasi – nel Latina. Riecheggiano ancora le sue parole: ”Con il Latina faremo grandi cose”. Poi è scappato. Chissà come mai?

 

Annunci