NON C’E’ PACE PER IL CATANZARO

 

Il presidente del Catanzaro Calcio – che proprio nella giornata di ieri ha conseguito la salvezza in Lega Pro ai danni della Vibonese in un derby al cardiopalma – Giuseppe Cosentino e la figlia Ambra, sono due delle 4 persone arrestate e poste ai domiciliari. Cosentino è accusato di appropriazione indebita e di reati tributari mentre la figlia e gli altri 2 arrestati, dipendenti della società di import-export dell’imprenditore, sono accusati di riciclaggio. Per l’accusa avrebbero trasferito in Svizzera ingenti somme di denaro. La società del Catanzaro Calcio, secondo quanto si è appreso, è comunque estranea ai fatti di riciclaggio contestati agli indagati. Le somme, infatti, sarebbero state distratte dalla società di Cosentino che ha rapporti anche con la Cina.

Riciclaggio: arrestato presidente Catanzaro calcio © ANSA

Annunci