LATINA SPUNTA IL NOME DEL CAVALIERE BRACA

E’ una voce che gira da diverso tempo nei salotti radical chic del Sindaco Coletta e che in queste ultime ore sta facendo il giro della città: potrebbe infatti essere il sessantanovenne Cavaliere del Lavoro Aldo Braca il nuovo Presidente del Latina che ”correndo” insieme ad altri imprenditori locali, potrebbe richiedere l’affiliazione alla FIGC e l’ammissione alla Lega Nazionale Dilettanti. Se ne saprà di più a giorni perché l’ultimo tentativo (fallito) di Benedetto Mancini ha fatto slittare una importante riunione a data da destinarsi. A questo punto, la cordata del Sindaco Coletta deve fare i conti con il pochissimo tempo tecnico a disposizione per fare definitivamente quadrare il cerchio.

 

Il Cavaliere Braca è Amministratore Delegato della BSP Pharmaceuticals, azienda che fattura oltre 50 milioni di euro esportando i propri prodotti in tutto il mondo. Le cronache lo indicano come quel capitano d’industria capace di riconvertire la ”piccola” Tetrapak in un grande stabilimento farmaceutico per la produzione di medicinali atti a curare i tumori, realizzando – peraltro – investimenti per svariate centinaia di milioni di euro. E’ stato anche “Imprenditore dell’Anno 2013”  nella categoria “Emerging” dedicata alle aziende giovani ed eccellenti che si siano distinte nel panorama economico italiano e premiato presso Palazzo Mezzanotte, sede della Borsa di Milano.

Se l’affare andasse in porto, anche Latina potrebbe fregiarsi di avere un Presidente-Cavaliere come Berlusconi lo fu al Milan.

Un momento della premiazione del Cavaliere Braca avvenuta a Milano, quale  “Imprenditore dell’Anno 2013”
Annunci