Braca Braca Braca, Leon Leon Leon

Finora rispetto alle sorti del Latina si è Bracolato nel buio. Adesso spunta fuori questo cavaliere senza macchia e senza scorta e, come direbbe lo Strogoto del celeberrimo film, senza palanche.

“Sei tu cavaliero?”

“Certo, non vedi tu le mie schiere? O non hai li occhi?”

Questa volta pare che ci siamo e la domanda sorge spontanea, se non sia la solita armata improvvisata.

Fino a quando non sarà scritta e firmata alcuna carta pecura non c’è da fidarsi. L’attempato cavaliere potrebbe ragionare come il saggio Abacuc: “Poco tengo e poco dongo”.

Speriamo che si arrivi in sino ad Aurocastro e che non sia una farsa del film di Monicelli, altrimenti verrebbe da pensare alle scene di Bracardi, e lì è molto peggio.

Angelo Dolce

Annunci