IL FROSINONE AI PLAY OFF. VICENZA E TRAPANI SEGUONO LATINA E PISA

di Salvatore Condemi per http://www.latinasport.info

Il Verona torna in serie A dopo un solo anno di purgatorio, il Perugia è quarto, lo Spezia vola ai playoff mentre Trapani e Vicenza s’inabissano nelle acque torbide della Lega Pro. Sono questi i principali verdetti dell’ultima giornata di serie B.

Il Verona strappa a Cesena il punto necessario (0-0) e, grazie alla differenza reti favorevole negli scontri diretti (2-0 e 0-1), ”spedisce” il Frosinone ai playoff, rendendo vano il successo di misura (2-1) dei ciociari sulla Pro Vercelli. Crolla clamorosamente il Cittadella (4-1) a Chiavari contro l’Entella e fa felice il Perugia che, con il 3-2 a spese della Salernitana, sale al 4° posto e vola direttamente nelle semifinali playoff. Centra l’obiettivo di restare in corsa per la promozione lo Spezia che passa (0-1) a Vicenza e resta a 14 punti di distanza dal Frosinone. I liguri sfideranno il Benevento che ha travolto all’Anconetani (0-3) il Pisa. L’avversaria del Cittadella, invece, sarà il Carpi che si è facilmente sbarazzato (2-0) del Novara. In coda costa carissima al Trapani la sconfitta (2-1) a Brescia. I siciliani retrocedono direttamente a causa delle contemporanee vittorie della Ternana ad Ascoli (1-2) e dell’Avellino sul Latina (2-1). Infine la Spal festeggia la promozione in A davanti ai propri tifosi piegando per 2-1 in rimonta il Bari. Qui di seguito una breve disamina della gara dei ciociari e di quella del Latina ad Avellino.

FROSINONE-PRO VERCELLI 2-1
Al Frosinone non basta il successo sulla Pro Vercelli per salire direttamente in serie A. E’ vero che aggancia il Verona ma è pur vero che, per colpa degli scontri diretti, è costretto a disputare i playoff affrontando la vincente della sfida tra Cittadella e Carpi. I ciociari partono a testa bassa e, dopo aver sciupato una ghiotta occasione con Ciofani, passano (13’): il gol lo realizza lo stesso centravanti gialloblù che si riscatta deviando in rete di testa da due passi una punizione-cross dalla trequarti destra di Maiello. I piemontesi accusano il colpo e al 29’ commette un pasticciaccio, segnandosi da sola il 2-0: su un cross dalla sinistra di Soddimo, Legati interviene in maniera goffa e infila di testa la propria porta. Il Frosinone a questo punto molla un po’ la presa e consente alla Pro Vercelli di rendere meno pesante il ko. Il gol della bandiera lo realizza al 58’ La Mantia che insacca da due passi a porta vuota su centro dalla sinistra di Eguelfi.

AVELLINO-LATINA 2-1
L’Avellino piega in rimonta il Latina, manda il Trapani a 5 punti di distanza e festeggia la salvezza, evitando il playout. Bloccati dalla tensione, gli irpini partono malissimo. Rischiano già su una conclusione di Bandinelli e, al 33’, vengono gelati dall’ex Insigne che infila il pallone sotto l’incrocio con un gran sinistro a giro, raccogliendo in area sulla destra un assist di tacco di Pinato. L’Avellino sbanda e per poco non incassa il raddoppio in contropiede dallo stesso Insigne. Solo nella ripresa i padroni di casa trovano le forze per imbastire la rimonta. L’1-1 arriva al 71’ e lo realizza Ardemagni di testa su torre di Jidayi. Gli uomini di Novellino si riversano in avanti e all’82’ trovano il gol-vittoria con Castaldo, lesto a riprendere una corta respinta della difesa ospite e ad infilare la palla nell’angolo con un forte sinistro rasoterra.

Annunci