VERSO LA LEGA PRO 2017-2018 – INCOMBE LA DOMANDA D’ISCRIZIONE AL NUOVO CAMPIONATO. E NON SOLO

di Salvatore Condemi per http://www.Latinasport.info

fb_img_1488728551806.jpg

Il campionato di B per il Latina è finito già da un pezzo mentre quello nella terza serie nazionale della Reggina si è concluso solo due domeniche fa con il grande exploit sulla Paganese ed una salvezza che lascia adito a tanti rimpianti. Con due punti in più, infatti, la squadra dello Stretto avrebbe potuto dire la propria anche ai play off. Sarà per l’anno prossimo: il sanguigno, potente, pittoresco e fantastico popolo del Granillo se lo merita. Per il Latina, invece, la stagione è stata un susseguirsi di vicende che l’hanno accompagnato ad un ignominioso fallimento. Ed ancora non si riesce a capire se ci sia disposto qualcuno a prendere le redini in mano e salvare il salvabile. L’augurio è quello di poter seguire il Latina in Lega Pro, magari nello stesso girone della Reggina. Ed ovviamente dell’Unicusano Fondi, che, da matricola terribile in un primo anno di ”professionismo vero”, ha condotto un campionato oltre le più rosee aspettative andando a centrare il traguardo storico dei playoff. I complimenti a Patron Ranucci, al tecnico Pochesci ed al D.S. Evangelisti sono più che doverosi e meritati.

Risultati immagini per unicusano fondi tifosi

Per Reggina e Fondi è già tempo di pensare alla programmazione della prossima annata, non solo dal punto di vista sportivo. Infatti, tutti i club che hanno acquisito il diritto a prendere parte al campionato 2017-2018, dovranno far fronte alle precise e numerose richieste della Lega per ottenere la Licenza Nazionale, propedeutica all’iscrizione al prossimo torneo. Per il Latina, invece, è tutto sospeso fino a quando non sarà definito il suo futuro.

Le date in calce alla documentazione, comunque, sono precise e inflessibili. Il primo appuntamento sarà quello del 31 maggio, data ultima per “depositare presso la Co.Vi.So.C., anche mediante fax o posta elettronica certificata, copia delle liquidazioni periodiche IVA relative all’anno d’imposta 2016 e, se intervenuto il pagamento, anche una dichiarazione, sottoscritta dal legale rappresentante della società e dal soggetto responsabile del controllo contabile o dal presidente del collegio sindacale o del consiglio di sorveglianza o dal revisore unico, corredata dai modelli “F24” e dalle relative quietanze elettroniche o cartacee, attestante l’avvenuto assolvimento dell’IVA di cui alle predette liquidazioni“.

Entro il 26 giugno, i club dovranno invece:

  • depositare presso la Co.Vi.So.C., anche mediante fax o posta elettronica certificata, una dichiarazione, sottoscritta dal legale rappresentante della società e dal soggetto responsabile del controllo contabile o dal presidente del collegio sindacale o del consiglio di sorveglianza o dal revisore unico, attestante l’avvenuto pagamento degli emolumenti dovuti, fino al mese di maggio 2017 compreso, ai tesserati, ai dipendenti ed ai collaboratori addetti al settore sportivo con contratti ratificati dalla competente Lega o l’esistenza di contenziosi allegando la documentazione comprovante la pendenza della lite non temeraria;
  • depositare presso la Co.Vi.So.C., anche mediante fax o posta elettronica certificata, una dichiarazione, sottoscritta dal legale rappresentante della società e dal soggetto responsabile del controllo contabile o dal presidente del collegio sindacale o del consiglio di sorveglianza o dal revisore unico, attestante l’avvenuto pagamento dei compensi, ivi compresi gli incentivi all’esodo, dovuti ai tesserati, fino al mese di maggio 2017 incluso, in forza di accordi, depositati presso la Lega competente, direttamente e/o indirettamente collegati al contratto economico, fatta salva l’esistenza di contenziosi per i quali andrà allegata la documentazione comprovante la pendenza della lite non temeraria;
  • depositare presso la Co.Vi.So.C., anche mediante fax o posta elettronica certificata, una dichiarazione, corredata dagli accordi contrattuali delle figure sottoindicate, sottoscritta dal legale rappresentante della società e dal soggetto responsabile del controllo contabile o dal presidente del collegio sindacale o del consiglio di sorveglianza o dal revisore unico, attestante l’avvenuto pagamento degli emolumenti, ivi compresi i compensi professionali assoggettati ad IVA, dovuti dall’1 luglio 2016 al 31 maggio 2017 al Medico Responsabile Sanitario, Operatori Sanitari prima squadra, Preparatori Atletici prima squadra, Delegato e Vice Delegato alla sicurezza, Delegato ai rapporti con la tifoseria, Dirigente Responsabile della Gestione, Segretario Generale/Sportivo, Responsabile Amministrazione, Finanza e Controllo, Responsabile Ufficio Stampa, Responsabile Marketing/Commerciale, Responsabile del Settore Giovanile, Team Manager, Direttore Sportivo o l’esistenza di contenziosi allegando la documentazione comprovante la pendenza della lite non temeraria. Nel caso in cui dette figure siano state acquisite in outsourcing, il deposito riguarderà i contratti conclusi con le relative aziende di outsourcing e la documentazione attestante il pagamento del servizio per il periodo 1° luglio 2016-31 maggio 2017 o, sussistendo contenziosi, la documentazione comprovante la pendenza della lite non temeraria. 

L’inosservanza del suddetto termine, anche con riferimento ad uno soltanto degli adempimenti previsti dai precedenti punti  costituisce illecito disciplinare ed è sanzionata, su deferimento della Procura Federale, dagli organi della giustizia sportiva con la penalizzazione di un punto in classifica da scontarsi nel campionato 2017/2018.

 

received_1499116013432474.jpeg

 

Annunci

LA RAGAZZA ULTRA’, L’ULTIMO LIBRO DI ANGELO DOLCE

di Salvatore Condemi per http://www.latinasport.info

1475019682038.jpg

Questa sera ci soffermiamo su appuntamento con la narrativa di Atlantide Editore avvenuto sabato 7 Maggio presso la Delegazione comunale di Giulianello dove è stato presentato il libro ‘La ragazza ultrà’, con la collaborazione dell’Associazione culturale ‘La Stazione’. Presenti all’evento culturale l’autore, Angelo Dolce e l’editore, Dario Petti. Il coordinamento è stato invece affidato al Presidente de ‘La Stazione’, Damiano Priori.

”È più facile diventare assessore alla cultura passando dalla curva che non vincendo il premio Nobel”. Questa è l’amara verità che scopre Vittoria, una ragazza che studia Storia dell’arte e che vorrebbe realizzarsi nella materia che più ama. Abita in un comune del basso Lazio la cui squadra di calcio indossa i colori neroblu e milita nel girone B del campionato di Eccellenza.

Al gruppo dei supporters locali, dei quali fa parte Magrone, il suo fidanzato, Vittoria osserva che vengono rivolte più attenzioni di quanto l’assessore alla cultura non faccia per le associazioni culturali di cui fa parte. Stanca di subire, Vittoria decide di far carriera all’interno nella curva e arrivare al posto di comando che le consentirebbe finalmente di occuparsi del suo territorio.

Ogni trasferta corrisponde anche a luoghi di importanza eccezionale, non solo per l’Italia ma per la storia d’Europa. Vittoria, attraverso l’esperienza in curva tra personaggi bizzarri, faccendieri, aneddoti, saprà misurare se stessa e la società. Un coinvolgente viaggio nel rapporto tra potere politico, arte, calcio e tifo di cui vi caldeggiamo la lettura che risulta scorrevole, interessante e mai banale.

Angelo Dolce è diplomato in Corno e laureato in Storia dell’Arte. Vive e lavora negli antichi luoghi della Repubblica di Venezia, dove frequenta le scuole, le chiese, i concerti, le orchestre, i musei, i teatri e i gruppi musicali. Nel 2001 è stato finalista al Premio Nazionale di Narrativa V. Gentile, Bari, con l’opera Chinotto. Nel 2013 ha pubblicato Pelle d’acciaio, note d’ottone. Vita e avventure di Lorenzo da Mestre nella Serenissima Repubblica d’Italia’ (Editoriale Programma). Nel 2014 Le competenze trasversali dell’amore’ (Ottolibri). Del 2015 è Il sogno di Aldo Manuzio’ (Saecula).

L'immagine può contenere: una o più persone e primo piano

Chi volesse acquistare il libro, deve scrivere direttamente all’editore il cui indirizzo e-mail è: atltantideditore@libero.it che lo spedisce senza spese di spedizione aggiuntive. Il Costo è di 15 Euro. L’opera arriva a casa dopo circa una settimana dalla richiesta.

Su http://www.IBS.it un prezzo migliore (Euro 12,75 più le spese postali). Il libro arriverà a casa vostra dopo tre settimane dall’acquisto.

UNA GROSSA ATTESTAZIONE D’AFFETTO GIUNTA DA REGGIO CALABRIA

di Salvatore Condemi per http://www.latinasport.info

Una grandissima testimonianza ed una grossa attestazione d’affetto che giunge direttamente da Reggio Calabria. FRANCO CLEOPADRE, tifoso di vecchia data della Reggina, ha seguito, seppur da lontano, anche il Latina. Non è un giovanetto ma la passione per i colori amaranto lo mantengono giovane, forte e sempre presente al Granillo. E in TV segue con trasporto le vicende nerazzure del Latina. Professore di Matematica in ”meritatissima” pensione, collabora con molte associazioni culturali e con la testata giornalistica ”TuttoReggina.com”

Auguro ai FRATELLI di LATINA lo stesso percorso che è toccato alla Reggina 1914. Dopo un anno di purgatorio nella Lega Nazionale Dilettanti, è stata ripescata ed affidata a gente che hanno il calcio nel sangue e nel cuore. Praticò padre e figlio, Polimeno, Fortunato Martino, Comandè, Gioffrè. Questi i nomi che hanno fatto rinascere il calcio a Reggio Calabria, assieme ai tecnici Gabriele Martino e Karel Zeman. Questi Signori, un mix tra commercianti e professionisti, hanno messo le mani in tasca, hanno sofferto alla fine del girone d’andata ma al termine del girone di ritorno hanno gioito assieme alla squadra e alla tifoseria, per aver conquistato con una settimana di anticipo la salvezza matematica. Auspico che il Latina persegua gli stessi obiettivi, che faccia lo stesso cammino della squadra amaranto e spero di rivederla prestissimo nel calcio che conta. Latina e i tifosi del Latina se lo meritano e non solo perché tra le due tifoserie esiste uno dei gemellaggi più longevi del panorama calcistico. Questo tra Reggio e Latina è un amore inossidabile che esiste e persiste fin dal 1976.

FORZA LATINA e FORZA REGGINA

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

LATINA, CHI SI PRESENTERA’ ALLA PROSSIMA ASTA?

di Salvatore Condemi per Latinasport.info

Secondo l’edizione del Messaggero in edicola questa mattina, poi confermata dal sito Ufficiale del Latina Calcio, il Giudice Fallimentare, Linda Vaccarella, avrebbe indicato una sola base d’asta per consentire nel più breve tempo possibile l’acquisto del titolo sportivo del Latina Calcio e ad un prezzo davvero stracciato. Secondo indiscrezioni indicate dall’importante quotidiano, infatti, si dovrebbe partire da una base di 50mila euro e con tempi strettissimi perché le offerte dovrebbero verosimilmente essere presentate non più tardi del 24 maggio prossimo venturo. Sul sito della Società di Piazzale Prampolini si indica la domanda di partecipazione da depositare entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 24 maggio 2017, al prezzo base di € 50.000,00. Ed il giorno successivo, 25 maggio 2017, per la sentenza irrevocabile alle ore 13.00 presso il Tribunale di Latina in Via Fabio Filzi, 39.

Più che una notizia, questa è una conferma: i due curatori fallimentari, nelle persone dei Dottori Loreti e Pietricola, hanno infatti l’intenzione (da una parte) e l’esigenza (dall’altra)  di chiudere la ”partita” a limitatissimo giro di posta.

Chi si presenterà alla prossima ed unica asta? Non si sa. Sicuramente non la cordata sponsorizzata dal Sindaco Coletta il quale trova più opportuno ricominciare ”ex novo” dalla Serie D. La norma vigente prevede in tal senso ”la generale ripartenza dalla Lega Nazionale Dilettanti di ogni squadra esclusa dai campionati professionistici” e quindi la sua legittima richiesta non farà una grinza. Ma all’atto pratico non si sa se ritornare tra i dilettanti possa essere terapeutica e propedeutica alla causa latinense. Ci vogliono tanti soldi: questa è la cruda realtà dei fatti. Oggi per allestire una buona squadra di serie D ed amministrare uno dei campionati più difficili dell’intero universo calcistico nazionale, ci vogliono almeno un milione e più di spese (all’anno). Si guardi a quanto ha speso il Parma, il Mantova, il Grosseto, la Spal ed a quanto sono ammontate le spese del Taranto per risalire la china, quanto ha dovuto sborsare Mimmò Praticò a Reggio Calabria per ritornare in Lega Pro. Certo, se il gruppo di Coletta si affiderà a ragazzetti provenienti dai campionati di Promozione e di Eccellenza, il progetto non potrà che essere fallimentare. La gente di Latina che ha conosciuto la serie B darà solo un anno di tempo per ritornare in Lega Pro.

Dietro l’angolo ci potrebbe essere il ”fantasma” di Benedetto Mancini che, pur perdendo dei soldi già versati, potrebbe recuperare titolo e squadra ad un prezzo decisamente più basso. Per i sei milioni di debito sportivo, il nuovo acquirente avrebbe tutto il tempo per ”dilazionare” o ”spalmare” il debito (che non sarebbe di sei milioni ma molto ma molto di meno) in alcuni anni. A questo punto, però, la città di Latina avrebbe una squadra tra i professionisti in una categoria che ha ancora molta visibilità e che costerebbe sicuramente meno della Serie D da stravincere.

 

Risultati immagini per damiano coletta sindaco di latina

Questa invece è la notizia ufficiale diramata dal sito del Latina Calcio

Il 25 maggio la nuova “Ordinanza di vendita”

I sottoscritti Curatori informano che, con Decreto del 16 maggio 2017, il Giudice Delegato Dr.ssa Linda Vaccarella ha emesso la seconda Ordinanza di vendita dell’azienda sportiva US LATINA CALCIO SRL da tenersi il giorno 25 maggio 2017 alle ore 13.00 presso il Tribunale di Latina in Via Fabio Filzi, 39 con domanda di partecipazione da depositare entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 24 maggio 2017, al prezzo base di € 50.000,00.

I Curatori
Dr Vincenzo Loreti
Avv. Luca Pietricola

L’AU REVOIRE DI BASILE: ”L’ESPERIENZA PIU’ INTENSA DELLA MIA VITA”

Risultati immagini per calcio a 5 live l'addio di Basile

di Salvatore Condemi per Latinasport.info

Che coach sarebbe andato al Block Stem Cisternino non è mai stato un segreto benché  per il momento manchi  l’ufficialità di quello che per lui può essere considerato un ritorno a “casa”. Pietro Basile ai saluti quindi che fa rima con un triennio meraviglioso. Piero Basile si congeda dal Latina, omaggiando il sodalizio La Starza per delle emozioni indelebili che resteranno per sempre nel cuore del primo tecnico pugliese capace di conquistare direttamente la Serie A.

Queste le sue commoventi parole: <<Non basta un intera vita per ringraziarvi per tutto quello che avete fatto in questa stagione culminata con tre fantastiche gare contro la più forte squadra del nostro campionato”. Comincia così il post del coach di Martina Franca dopo l’eliminazione per mano del Pescara, ai supplementari di gara-3. “La ‘sorte’ ci ha negato la gioia per quella che sarebbe stata forse una delle più incredibili imprese di questo sport. Tra qualche giorno la rabbia e la sofferenza che in questo momento invade i nostri cuori si trasformerà in felicità e orgoglio per quello che abbiamo lasciato negli occhi di chi ha avuto la fortuna di godere di questa avvincente serie contro il Pescara, a cui faccio i complimenti per il passaggio alle semifinali”. C’è tanto di Basile nell’ascesa di un Axed Group che esce fra gli applausi dal PalaRigopiano e dai #playoff2017, consapevole di aver messo alle corde quelli che quest’anno hanno messo in bacheca già Supercoppa e coccarda tricolore. “Ho sempre pensato che per un allenatore quello che conta, quando non ha i mezzi per vincere un titolo, è quello che lascia nel cuore e nella mente dei propri giocatori. Ragazzi: grazie per tutto quello che mi avete fatto vivere>>. Ciao Latina, il passato non si dimentica. Il futuro prossimo si chiama Cisternino.

Fonte: http://www.calcioa5live.com