AD AVELLINO LA PAURA FA NOVANTA

1475019682038.jpg

di Salvatore Condemi per http://www.latinasport.info

Risultati immagini per AVELLINO TIFOSERIA

Giovedì sera si darà definitivamente l’addio alla Serie B. E può anche darsi che sia un duplice addio. Se per il Latina, infatti, il verdetto è stato emesso dopo il pareggio esterno di Brescia, per l’Avellino l’agonia continua. E si, perché, non è detto che i nerazzurri, spinti da una dignità fuori misura, perdano al cospetto di una squadra che hanno ”beccato” ben tre sconfitte nelle ultime cinque partite e con due soli punti racimolati per effetto dei pari casalinghi contro Cesena e Bari. I numeri dell’Avellino si commentano da soli e certificano il black-out in termini di serenità e risultati che ha fatto scivolare i biancoverdi zona play out a una giornata dalla fine del campionato.

Grazie al successo del Cesena a Trapani, D’Angelo e compagni rimangono però ancora artefici del proprio destino: giovedì (ore 20:30), al “Partenio-Lombardi”, a prescindere dagli altri risultati, dovrebbe battere il Latina già retrocesso per brindare a una sofferta salvezza. Ma, ribadiamo non sarà facile per un duplice motivo. Primo: De Giorgio e compagni non hanno nulla da perdere e giocano in scioltezza e senza assilli se non quelli di evitare infortuni. Secondo: le defezioni tra le fila irpine. Novellino, infatti, dovrà fare a meno degli squalificati Djimsiti e l’ex di turno Bidaoui, ma recupererà Laverone, al rientro dopo il turno di squalifica. Il tecnico di Montemarano dovrà lavorare soprattutto sull’aspetto psicologico per evitare il tracollo sotto i colpi di un Latina che si prevede sbarazzino negli ultimissimi novanta minuti di cadetteria.

Intanto la società ha reso noto che i biglietti di Curva Sud saranno messi in vendita al costo di a 5 euro per far aumentare quanto più possibile il muro biancoverde. Da quelle parti – ci confidava un amico e collega irpino – hanno una paura matta di questa gara perché la squadra, nata per obiettivi di vertice, si ritrova a far i conti con una situazione deficitaria a cui la rosa non è abituata. Anche il Presidente presidente Walter Taccone, sembra abbia tuonato: “Fino a giovedì si dovrà riflettere bene su cosa fare e dimostrarlo in campo, tutti e dico tutti. Il resto è fumo”. Ad Avellino, insomma, la paura fa novanta…

Annunci