CALCIOMERCATO LEGA PRO – REGGINA, SI LAVORA SU PIU’ FRONTI

di Salvatore Condemi per http://www.latinasport.info in collaborazione con http://www.sport.strill.it

Risultati immagini per GABRIELE MARTINO REGGINA

La penultima giornata di campionato del torneo cadetto  si è segnalata, oltre che per la promozione della Spal, anche per alcune note che riguardano da vicino la Reggina. In particolare allo stadio ‘Liberati’ di Terni è stato avvistato il direttore generale Gabriele Martino che sta lavorando a fari spenti sulla prossima stagione. La società amaranto, infatti, confida in una vittoria della Ternana nell’ultima giornata di campionato, affinché presto possano essere concretizzate delle idee su cui vi  è convergenza di pensiero  tra le due società.

Già da gennaio, infatti, gli umbri hanno messo gli occhi su Alberto De Francesco. Il centrocampista romano, di proprietà amaranto, rappresenterebbe la plusvalenza che rappresenterebbe un’importante iniezione di liquidità nelle casse della società amaranto. La Ternana  in vantaggio sulle innumerevoli squadre che seguono il calciatore classe ’94. Con i rossoverdi, però, c’è da sistemare la questione Sala. Il portiere  è in prestito a Reggio e il primo luglio tornerà ad essere un calciatore di proprietà della Ternana. L’intenzione della Reggina è trovare una soluzione per farlo restare a Reggio. La Ternana sarebbe più che possibilista.

Pare apparentemente tutto fermo ma non è così. La Reggina ha conquistato con una settimana di anticipo la salvezza assicurandosi anche per la prossima stagione la partecipazione al campionato di Lega Pro. Dopo la grande festa in occasione dell’ultima giornata di campionato e l’amichevole del giovedi con il Gallico Catona, si è fermato il calcio giocato. Prosegue, invece, il lavoro societario con il presidente Mimmo Praticò e tutto il gruppo dirigenziale, impegnato a reperire risorse ed alla ricerca di nuove idee, per rendere la stagione che sarà meno sofferente. Si ripete ormai da tempo quanto diventi vitale per questa società riuscire a trovare nuovi investitori che possano dare maggiore robustezza dal punto di vista economico. Gli attuali soci hanno prodotto il massimo degli sforzi e sarà difficile pensare ad altri inserimenti di denaro, visto che si dovrà completare ancora il percorso di aumento di capitale, partito all’inizio di questo 2017. Per stessa ammissione del presidente, non mancano gli interessi verso questa società, anche se dopo i primi approcci, fino ad oggi sono mancate le vere e proprie trattative. Ed in questo senso ci si muove quotidianamente affinchè si trovino delle soluzioni non temporanee ma che possano dare stabilità per il futuro. Attende notizie in questa direzione anche il DG Martino, perché molto di quello che sarà il prossimo calciomercato, dipenderà ovviamente dalle disponibilità economiche, quindi ambizioni. Nel frattempo il responsabile dell’area tecnica è attivo ed ha iniziato a dare vita ad una serie di confronti con quelle società che hanno dato fiducia alla Reggina in fatto di prestiti. Le discussioni non riguardano solamente i calciatori che hanno appena concluso la stagione con la maglia amaranto, ma anche di possibili nuovi arrivi più o meno con le stesse formule. Discorso a parte per Andrea Bianchimano. Il ragazzo è in scadenza contrattuale con il Milan che attende prima di decidere se rinnovare o meno. La Reggina è alla finestra e ritiene di avere le giuste argomentazioni, eventualmente, per poter convincere il centravanti a rimanere in riva allo stretto.

In collaborazione con. http://sport.strill.it/citta/pianeta-amaranto

Risultati immagini per strill sport

Annunci

PIETRO DE GIORGIO, IL VALORE AGGIUNTO DEL LATINA

di Salvatore Condemi per http://www.latinasport.info

DEGIORGIO_scheda

Abbiamo già ampiamente trattato la sfida tra Avellino e Latina in un precedente articolo dimostrando che la squadra di Vivarini andrà in terra irpina con la scioltezza e la serenità di chi non ha più nulla da perdere se non l’onore e la dignità. E abbiamo già più volte chiarito che il tecnico di Ari non è tipo da perdere la faccia. Le gare di Brescia e quella casalinga con il Perugia hanno dimostrato che in entrambi i casi De Giorgio e compagni sono scesi in campo con l’intenzione di onorare gli impegni.

Abbiamo scelto il nome di Pietro De Giorgio perché, fin dalla sua prima apparizione, ci è sembrato un giocatore all’altezza della sua fama. Nato calcisticamente nello Scalea, società che milita nel Girone ”settentrionale” della Promozione Calabrese, passa quattordicenne nelle fila della Battipagliese e successivamente veste le casacche di San Marino, Frosinone, Giulianova ed Empoli dove, con Sarri in panchina colleziona 19 presenze in Serie B. L’anno dopo si accasa a Crotone, sempre in B, dove rimane per sette lunghe stagioni alcune esaltanti, altre meno. Quindi il passaggio al Latina dove sarà utilizzato con il contagocce per via della mancanza dei ”novanta minuti”. Nonostante ciò, nel corso di 17 spezzoni di gara, è riuscito a mettere a segno tre reti, una alla Salernitana e due di rigore contro il Perugia e le cronache dicono, inoltre, di un assist per la testa di Corvia che costringe all’uno pari il Pisa. Il suo palmares vanta 38 reti totali in 407 apparizioni ed il numero non è affatto esiguo in considerazione della sua posizione che non gli permette di vedere la porta troppo spesso. Pietro, infatti, gioca da ala oppure da trequartista ed ha il passaggio finale nel suo D.N.A. E’ senza dubbio da elogiarlo per quello che ha fatto e per quello che avrebbe potuto fare per la squadra. Chi lo ha denigrato e chi continua a criticare capisce veramente poco di calcio oppure si è fermato alle partite da oratorio.

L’anno prossimo in Lega Pro Pietro De Giorgio sarebbe stato utile al Latina: con la sua esperienza e la sua capacità di saltare l’uomo avrebbe rappresentato il valore aggiunto della squadra. Con lui in campo, unitamente a Bruscagin e Dellafiore nonché Pinato avrebbero fatto la differenza. Ma Mancini da una parte e Coletta dall’altra stanno facendo del tutto per allontanare la terza serie professionistica nazionale dalla città pontina. Amen.

Risultati immagini per Pietro de Giorgio Latina

AD AVELLINO LA PAURA FA NOVANTA

1475019682038.jpg

di Salvatore Condemi per http://www.latinasport.info

Risultati immagini per AVELLINO TIFOSERIA

Giovedì sera si darà definitivamente l’addio alla Serie B. E può anche darsi che sia un duplice addio. Se per il Latina, infatti, il verdetto è stato emesso dopo il pareggio esterno di Brescia, per l’Avellino l’agonia continua. E si, perché, non è detto che i nerazzurri, spinti da una dignità fuori misura, perdano al cospetto di una squadra che hanno ”beccato” ben tre sconfitte nelle ultime cinque partite e con due soli punti racimolati per effetto dei pari casalinghi contro Cesena e Bari. I numeri dell’Avellino si commentano da soli e certificano il black-out in termini di serenità e risultati che ha fatto scivolare i biancoverdi zona play out a una giornata dalla fine del campionato.

Grazie al successo del Cesena a Trapani, D’Angelo e compagni rimangono però ancora artefici del proprio destino: giovedì (ore 20:30), al “Partenio-Lombardi”, a prescindere dagli altri risultati, dovrebbe battere il Latina già retrocesso per brindare a una sofferta salvezza. Ma, ribadiamo non sarà facile per un duplice motivo. Primo: De Giorgio e compagni non hanno nulla da perdere e giocano in scioltezza e senza assilli se non quelli di evitare infortuni. Secondo: le defezioni tra le fila irpine. Novellino, infatti, dovrà fare a meno degli squalificati Djimsiti e l’ex di turno Bidaoui, ma recupererà Laverone, al rientro dopo il turno di squalifica. Il tecnico di Montemarano dovrà lavorare soprattutto sull’aspetto psicologico per evitare il tracollo sotto i colpi di un Latina che si prevede sbarazzino negli ultimissimi novanta minuti di cadetteria.

Intanto la società ha reso noto che i biglietti di Curva Sud saranno messi in vendita al costo di a 5 euro per far aumentare quanto più possibile il muro biancoverde. Da quelle parti – ci confidava un amico e collega irpino – hanno una paura matta di questa gara perché la squadra, nata per obiettivi di vertice, si ritrova a far i conti con una situazione deficitaria a cui la rosa non è abituata. Anche il Presidente presidente Walter Taccone, sembra abbia tuonato: “Fino a giovedì si dovrà riflettere bene su cosa fare e dimostrarlo in campo, tutti e dico tutti. Il resto è fumo”. Ad Avellino, insomma, la paura fa novanta…

IN VIA DI DEFINIZIONE IL PROSSIMO ORGANIGRAMMA DELLA LEGA PRO

1475019682038.jpg

di Salvatore Condemi per http://www.latinasport.info


Risultati immagini per reggina tifoseria

Anche per il prossimo anno saranno 60 le squadre che parteciperanno al campionato di Lega Pro suddivise, come al solito, in 3 gironi da 20 squadre ciascuno. Nel campionato appena finito, la divisione è stata territoriale, ma diversa rispetto agli altri anni. Se infatti in passato i gironi erano divisi tra Nord, Centro e Sud, nel campionato 2016- 2017 la divisione è stata: Nord- Est, Nord- Ovest e Sud.

La composizione dei prossimi gironi avverrà nel mese di agosto, come di consueto. La sensazione è, però, che la divisione attuata quest’anno abbia accontentato un po’ tutti. In questo momento, con i play off  ed i play out in corso, non è facile definire l’organigramma della prossima Lega Pro. Ad ogni buon conto, nel campionato ci sono già le prime squadre pronte a partecipare, si tratta di: Pro Piacenza, Siena, Pistoiese, Pontedera, Olbia, Santarcangelo, SudTirol, Maceratese, Modena, Mantova, Fidelis Andria, Reggina, Messina e Monopoli.

A queste si aggiungono: Renate, Arezzo, Viterbese, Como, Bassano, Padova, Feralpi Salò, Gubbio, Catania, Fondi, Siracusa e Paganese che sono state eliminate dai play off. Ricordiamo che Albinoleffe, Pordenone, Parma, Lecce, Alessandria e Matera entreranno negli ottavi di finale ossia domenica prossima.

In Lega Pro arrivano Vicenza e Pisa retrocesse dalla serie B. Sempre dalla serie cadetta bisogna attendere la quarta retrocessa tramite i play out che, stanti le cose, dovrebbe uscire dallo scontro tra la Ternana e l’Avellino. A rischio iscrizione risulta solo il Latina retrocesso dalla serie B.

Passando alle zone basse delle varie classifiche, tre le squadre già retrocesse: Racing Roma (A), Ancona (B) e Taranto (C). Questo è invece il quadro dei playout, da cui usciranno altre sei retrocessioni: Lupa Roma-Carrarese, Tuttocuoio-Prato (A), Lumezzane-Teramo, Forlì-Fano (B), Melfi-Akragas, Catanzaro-Vibonese (C). Già definite infine le nove squadre promosse in Lega Pro dalla Serie D: Cuneo (girone A), Monza (B), Mestre (C), Ravenna (D), Gavorrano (E), Fermana (F), Arzachena (G), Bisceglie (H) e la Sicula Leonzio (I) portata al trionfo da Ciccio Cozza.


A proposito di play off vi riproponiamo tutti i risultati del primo turno dei playoff nei tre gironi (in neretto le squadre qualificate agli ottavi di finale):

Girone A

Livorno-Renate 2-1 (la vincente agli ottavi affronta il Francavilla)

Arezzo-Lucchese 1-2 (la vincente agli ottavi affronta l’Albinoleffe)

Giana Erminio-Viterbese 2-2 (la vincente agli ottavi affronta il Pordenone)

Piacenza-Como 2-1 (la vincente agli ottavi affronta il Parma)

Girone B

Pordenone-Bassano 2-0

Padova-Albinoleffe 1-3

Reggiana-Feralpi Salò 2-2 (la vincente agli ottavi affronta la Juve Stabia)

Gubbio-Sambenedettese 2-3 (la vincente agli ottavi affronta il Lecce)

Girone C

Juve Stabia-Catania 0-0

Francavilla-Fondi 0-0

Siracusa-Casertana 0-2 (la vincente agli ottavi affronta l’Alessandria)

Cosenza-Paganese domenica 2-0 (la vincente agli ottavi affronta il Matera)

Risultati immagini per Latina tifoseria


 

Risultati immagini per salvatore Condemi

by Salvatore Condemi – Capo Redattore ”Latinasport.info” – Corrispondente da Latina per la testata giornalistica ”News dello Stretto”