LA PONTINA GIULIA PEZZELLA NELLA STORIA

di Redazione Latinasport.info

wp-image-1351645607jpg.jpg

Giulia Pezzella entra prepotentemente nella storia e, grazie alla piccola grande atleta, anche Latina balza di nuovo agli onori della cronaca sportiva nazionale. E’ un un grande traguardo sia della nuova campionessa italiana nella categoria fune che per la Ginnastica Ritmica pontina. Mai nessuna ginnasta pontina, infatti, aveva raggiunto un risultato così importante e prestigioso e tutto questo grazie alla collaborazione dell’Asd Latina Ginnastica con l’Asd Polimnia Ritmica Romana che ha permesso alla ginnasta di partecipare sin da subito al Campionato di Serie A. La diciottenne pratica la ginnastica ritmica da quando era poco più di una bambina ed ha quindi ancora tantissimi traguardi da raggiungere. Spirito di abnegazione, tanto impegno, tantissimi sacrifici e tantissima passione hanno permesso a Giulia Pezzella per il momento di raggiungere questo splendido e storico risultato per lei e per la città di Latina che da oggi ha una campionessa in più.

Annunci

CINQUE POSSIBILI ASSENTI NEL PERUGIA

di Redazione Latinasport.info

wp-image-756461068jpg.jpg

Prosegue il lavoro per la squadra di Cristian Bucchi: i biancorossi, come riporta il sito ufficiale del Perugia Calcio, a partire dalle ore 11 di questa mattina, si sono ritrovati sul campo centrale dell’antistadio Renato Curi per effettuare lavoro ad alta intensità con e senza palla. Nella giornata di domani è in programma una nuova seduta di allenamento alle ore 11.00.

Testa al Latina

Come si legge sul sito ”Perugia24.net”, il centrocampista centrale francese, Eddy Gnahore, uscito anzitempo per un fastidio muscolare alla coscia sinistra, eseguirà in giornata ulteriori approfondimenti diagnostici. La ventottenne punta centrale di Firenze, Samuel Di Carmine – che comunque è stato squalificato dal Giudice Sportivo – e Salvatore Monaco, difensore napoletano di 24 anni, hanno eseguito un lavoro differenziato programmato. Lavoro in piscina per il ventiduenne centrocampista laterale destro, Nicolò Fazzi. Anche Lorenzo Del Prete – che durante la partita Perugia-Spezia ha riportato un trauma distorsivo alla caviglia sinistra – ha eseguito gli esami radiografici che non hanno evidenziato lesioni ossee o legamentose. Il giocatore ha già iniziato le cure del caso ma difficilmente sarà aggregato al gruppo anti-Latina. Insomma per la squadra umbra cinque assenze importanti in vista dell’importante sfida del Domenico Francioni contro il Latina.

Risultati immagini per perugia allenatore

La squadra nerazzurra invece, sembra al gran completo: tranne il lungodegente Riccardo Brosco – per il quale il campionato è terminato da un un pezzo – infatti, tutti potrebbero essere arruolabili per la gara interna con il Perugia.

SERIE B, ANCHE IL PISA IN LEGA PRO

di Redazione Latinasport.info

wp-image-1351645607jpg.jpg

Il Pisa di Rino Gattuso torna in Lega Pro dopo una sola stagione ponendo la parola fine a un’annata tribolata. Contro il Cittadella i nerazzurri avrebbero dovuto vincere per mantenere accesa una flebilissima speranza. Invece al Garibaldi i veneti hanno maramaldeggiato ai danni dei pisani (1-4), centrando un successo importante in ottica playoff che gli consente di risalire al 5° posto, scavalcando il Benevento. A questo punto, i giallorossi sannitici hanno l’imperativo di battere il Frosinone per ambire a partecipare agli spareggi promozione. Ma anche il Perugia ”deve” vincere al Domenico Francioni.

Risultati immagini per pisa - cittadella 1-4-

LA PARTITA – Il Cittadella passa all’11’: su un cross dalla destra di SalviArrighini che si libera della marcatura batte Cardelli con un preciso destro in diagonale. Per attendere la reazione del Pisa bisogna attendere oltre la mezz’ora: ci provano prima Masucci con un pallonetto (33’) e poi Verna con un diagonale (39’) ma il Cittadella evita il pari grazie a due salvataggi sulla linea, di Scaglia e Valzania. Il Pisa insiste nella ripresa e, al 60’, è premiato: Masucci triangola al limite con Lores Varela e infila Alfonso con un bel destro in diagonale. Sulle ali dell’entusiasmo, i nerazzurri intensificano le folate e, subito dopo, mancano il 2-1 con lo stesso Lores Varela che non trova incredibilmente lo specchio a porta vuota da fuori area dopo una corta respinta del portiere ospite. Le ultime speranze di vittorie dei nerazzurri si spengano su una girata di poco alta di Manaj e su una conclusione da fuori di Di Tacchio, bloccata in due tempi da Alfonso. Il Cittadella non resta a guardare e, dopo aver mandato un’avvisaglia con Scaglia (colpo di testa salvato sulla linea da Lisuzzo), fa la differenza grazie all’ingresso di Vido. Il 20enne di scuola Milan decide la partita con una doppietta in 8′: al 76′ approfitta di un pallone rubato da Chiaretti a Lisuzzo per battere Cardelli con un preciso sinistro in diagonale. Poi, all’84’, cala il tris con un gesto da grande attaccante: addomestica un pallone servitogli in area da Iori, evita Golubovic e con un sinistro di controbalzo insacca il pallone a fil di palo.  Il Pisa ci prova con orgoglio ma dopo un’altro salvataggio sulla linea (di Pascali su pallonetto di Manaj) incassa anche l’onta dell’1-4 (94′) da Scaglia che segna di testa su calcio d’angolo. Giù il sipario per il Pisa che dunque ripartirà il prossimo anno dalla Lega Pro come il Latina.

Risultati immagini per rino gattuso pisa

 

Questo il programma di sabato 13 maggio valevole per la 41.ma giornata di Serie BConte (ore d’inizio ore 15.00 in contemporanea):

Benevento-Frosinone

Cittadella-Vicenza

Verna-Carpi

Latina-Perugia

Novara-Entella

Pro Vercelli-Brescia

Salernitana-Avellino

Spezia-Pisa

Ternana-Spal

Trapani-Cesena

Bari-Ascoli

E questa la nuova classifica: Spal 75, Verona 72, Frosinone 71 (fino al momento in A senza playoff), Perugia 61, Cittadella 60, Benevento 59, Carpi 58, Spezia 56, Novara e Bari 53, Salernitana e Entella 51, Cesena 49, Pro Vercelli 48, Ascoli, Brescia e Avellino 46, Trapani 44, Ternana 43 (Trapani e Ternana ai playout), Vicenza 41, Pisa 34 e Latina 31 (le ultime tre squadre in Lega Pro)

Risultati immagini per latina pisa

 

 

 

 

OGGI PARLIAMO DI…

Per la Rubrica “LatinaeReggioSport”

di Redazione Latinasport.indo in collaborazione con

Risultati immagini per strill sport

Reggina, Martino: ‘Buone basi per il futuro, ho un obiettivo chiaro”

 

Martedì 09 Maggio 2017
10:49
martino_Gabriele

 

La vittoria sulla Paganese ha chiuso al meglio un campionato ricco di positività per la Reggina e non solo per la salvezza. Tra gli artefici c’è il direttore generale Gabriele Martino che, ospite del programma di Reggio TV ‘Fuorigioco’, ha avuto modo di toccare diversi argomenti legati all’universo amaranto.

OBIETTIVI CENTRATI –Abbiamo raggiunto il traguardo che ci eravamo prefissati e soprattutto nel girone di ritorno abbiamo avuto grandi meriti con diverse prove di forza. La salvezza vale tantissimo, soprattutto se da questo campionato otterremo linfa per costruire qualcosa di importante nel futuro”.

MOMENTI DIFFICILI SUPERATI – “Questa squadra ha saputo diventare gruppo nei momenti difficili. Chiudemmo il girone d’andata a 15 punti e da ultimi in classifica, con una squadra ricca di giovani. Era il momento in cui li incontrai e li tranquillizzati, a distanza di cinque mesi posso dire di esserci riuscito. Dissi loro che avevamo intenzione di non fare quasi nulla a gennaio perché credevamo in quel gruppo e di avvertire i loro procuratori che avrei spento il telefono perché nessuno si sarebbe mosso. Forse qualche merito lo ha anche la società per non aver perso la fiducia”.

CONFERME – ”Alcuni calciatori a scadenza di contratto e di proprietà di altre squadre hanno manifestato un certo gradimento a restare a Reggio. Prima inizieremo le consultazioni, prima potremo definire il futuro. A giocatori e procuratori non va presentato solo un contratto, ma anche un progetto”.

ZEMAN – “Tutti e dicono tutti devono riconoscere il lavoro di Karel fatto con un gruppo di giovani. Una persona che ha dimostrato grandissimo attaccamento a questa città e a questa società, per le quali ha lavorato con grande passione. Durante la pausa invernale abbiamo visto come lavorava e avremmo capito che ce l’avremmo fatta. Resta? Vedremo”.

CAMBIO DI MODULO – “Qualcuno crede che i confronti con lo staff tecnico servano a prevaricare il ruolo dell’allenatore, ma non é così. Zeman non ha sconfessato le sue idee, ma il cambio del sistema di gioco é stata una sua scelta, preparata diverse settimane prima dal tecnico, ritenuta funzionale al raggiungimento dell’obiettivo“.

PROSPETTIVE – “Oltre al risultato sportivo quest’anno ci sono delle buone basi per il futuro. Ruolo di Martino? Mai importante quanto quello dei soci che hanno investito proprie risorse”.

PRATICO‘ – ”É tosto. É un presidente che dedica diciotto ore al giorno alla Reggina. É sempre sul pezzo ed é un presidente tifoso, questo aspetto ogni tanto può non essere positivo”.

IL FUTURO DI MARTINO – “Siamo partiti dalla Lega Nazionale Dilettanti e il mio obiettivo, come quello di tutti i reggini, é vedere lo stadio pieno di tifosi entusiasti in categorie che competono alla nostra storia. Sono abbastanza certo che questo sia anche l’obiettivo di questa società”.

Fonte:http://sport.strill.it/citta/pianeta-amaranto/2017/05/08/reggina-martino-buone-basi-per-il-futuro-ho-un-obiettivo-chiaro/

BENEDETTO MANCINI: ”MI SONO SCOCCIATO!”

di Redazione Latinasport.info

wp-image-756461068jpg.jpg

”Fino al momento gli altri hanno prodotto chiacchiere mentre io ho dimostrato di fare i fatti. Tra l’altro, sono stato l’unico a farli. Ci tengo a dire che il Sottoscritto ha sempre mantenuto ciò che ha annunciato. Eppure vengo criticato. Intorno a me c’è un livore di cui non comprendo i motivi. Tutto questo è inaudito e assurdo”. Così tuona Benedetto Mancini dalle colonne dell’edizione latinense del Messaggero.

Basta, mi sono scocciato! Il sottoscritto ha tempo fino all’11 maggio per versare il saldo ed il bonifico di 648.000 euro mancante per saldare la quota di aggiudicazione dell’asta per il titolo sportivo dell’Unione Sportiva –  sbotta il numero uno della Mens Sana Latina – è stato staccato il 27 aprile e sarò io a decidere quando portarlo all’incasso. Mi prenderò tutti i giorni che ho a disposizione. Con i miei soldi faccio quello che voglio!”.  

Quindi svela un risvolto che l’ha mandato su tutte le furie: ”Siamo arrivati al punto che hanno trasformato una cena in un incontro in cui avrei chiesto dei soldi. È caso mai  l’esatto contrario: è vero che ho incontrato due imprenditori, ma il motivo è che sto cercando dei locali per aprire un centro di medicina sportiva. Non ho bisogno di soci”

Per ciò che concerne l’inibizione di 11 mesi ricevuta dal Tribunale Federale Nazionale, Mancini esprime questa considerazione: “Non so in che modo definire regole che prevedono che chi è stato presidente per 8 giorni venga squalificato quasi un anno e chi invece ha determinato un debito di 11 milioni e, di fatto, il fallimento del club, non venga neanche sfiorato dalla giustizia sportiva”.

Risultati immagini per benedetto mancini nuovo presidente della mens sana latina