LATINA, CHE SITUAZIONE!

di Redazione Latinasport.info

1475019682038.jpg

Domenica di riposo per il Latina che ha ripreso gli allenamenti oggi pomeriggio alle 15.00 allo Stadio Domenico Francioni in vista del prossimo ed ultimo impegno tra le mura amiche contro un Perugia lanciatissimo verso i playoff. Oramai i ragazzi di Vivarini non devono chiedere nient’altro a questo campionato se non una chiusura quantomeno dignitosa e onorevole e, come hanno fatto sabato scorso a Brescia, giocare con scioltezza, scevri da ogni condizionamento e liberi da ogni qualsivoglia ossessione. Oramai anche la matematica ha detto ”game over” a Corvia e compagni per cui si auspica che contro i grifoni sappiano contrastare un avversario qualitativamente e – vieppiù – quantitativamente superiore. Niente di trascendentale, sia inteso, ma se finora il Perugia è riuscito a raggranellare la ragguardevole cifra di 61 punti ed essere la quarta forza del torneo, un motivo ci dovrà pur essere.

Tuttavia, in virtù del regolamento ”paranoico” può anche darsi che gli spareggi promozione non si giochino: il Frosinone, infatti,  si trova a veleggiare al terzo posto vantando un distacco di dieci punti proprio sul Perugia. Il regolamento play-off e play-out per la stagione 2016-2017, prevede – per quanto concerne la promozione – che la prima e la seconda classificata andranno ovviamente in massima serie, seguite dalla terza se il distacco dal quarto posto dovesse superare i 9 punti; viceversa si disputeranno i play-off ma non necessariamente a sei squadre. Più corretto dire “fino a un massimo di 6 club”: insomma, parteciperanno agli spareggi promozione eventuali solo le compagini che si classificheranno nel cosiddetto “perimetro play-off”, ovvero comprendente i 14 punti di distacco dalla terza in classifica. I play-off potranno quindi essere a sei, cinque, quattro, tre o finanche solo due squadre, con semplice e sola finale di andata e ritorno. In caso di numero dispari si procederà a sfide tra le ultime due rientranti nel novero (es. sesta contro settima, la cui vincente entrerà nel tabellone delle semifinali; oppure quarta contro quinta in caso di playoff a tre squadre, la cui vincente maturerà il diritto di sfidare la terza in finale). Quanto alla retrocessione, finiranno in Lega Pro le ultime tre classificate, seguite dalla quartultima se il distacco dalla quintultima superasse i 4 punti.

Proprio per questo motivo – che possiamo definire ”peculiare, forse speciale o quantunque singolare” – il Latina deve assolutamente dare il meglio di sé, giocando al calcio ed onorando la sfida fino al 95′. Vincenzo Vivarini è un serio professionista come lo sono i calciatori del Latina (ancorché inferiori tecnicamente ma non a livello umano) quindi sia Perugia sportiva che Frosinone sportiva, il Perugia Calcio ed il Frosinone Calcio potranno stare più che tranquilli: la partita sarà giocata com’è giusto giocarla. Insomma, che caspita di situazione: il Latina è divenuto, suo malgrado, l’ago della bilancia del… Frosinone. Chi l’avrebbe mai detto!

wp-image-1351645607jpg.jpg

Annunci