NEL SECONDO TEMPO DI BRESCIA, I TIFOSI DEL LATINA LASCIANO UNO STRISCIONE E VANNO VIA

L'immagine può contenere: spazio all'aperto‘’Presenti per mentalità, assenti per dignità’’, questo è lo striscione che oggi campeggia sulla Curva che avrebbe dovuto ospitare gli Ultras del Leone Alato i quali, pur avendo sobbarcatisi ben 635 chilometri, hanno deciso, dall’inizio del secondo tempo, di disertare gli scaloni del Rigamonti e rimanere fuori dallo Stadio nel corso di questa inutile sfida con il Brescia. Decisione abbastanza eclatante e clamorosa  anche se quella odierna fa il paio con quella in occasione della partita interna con la Spal persa ma combattuta fino all’ultimo respiro. In quell’occasione la Curva entrò compatta solo al 15′ del primo tempo esponendo uno striscione chiaro ed esplicito: ”A quanto stamo a perde?L'immagine può contenere: cielo, spazio all'aperto e sMS

 

Non giudicare è d’obbligo ma crediamo che la reazione da parte di chi fa sacrifici veri per seguire la squadra del cuore abbia il diritto di manifestare il proprio dissenso in modo civile così come stanno facendo gli ultras nerazzurri del Latina. Fa male (veramente male) vedere una curva completamente ma non desolatamente vuota: quello striscione, infatti, vale più di qualsiasi pienone.

Quando noi di Latinasport.info abbiamo mostrato come i giocatori della Reggina si sono genuflessi a cospetto della mitica Curva Sud del Granillo, non era un ”qualcosa” di assolutamente  ‘’estemporaneo’’. E i ragazzini in maglia amaranto hanno poi sputato sangue per raggiungere la salvezza davanti ad una Curva straripante di passione e gratitudine. Si parla che domani, per l’inutile sfida con la Paganese, sono previsti circa diecimila spettatori.

Annunci

Un pensiero su “NEL SECONDO TEMPO DI BRESCIA, I TIFOSI DEL LATINA LASCIANO UNO STRISCIONE E VANNO VIA

I commenti sono chiusi.