UN PAREGGIO CHE SA DI LEGA PRO.

38° giornata di serie B. Il Latina ospita l’Ascoli Picchio in un’altra partita da vincere assolutamente per sperare nel miracolo della salvezza. Per raggiungere ciò, Vivarini manda da subito in campo contemporaneamente Insigne, De Giorgio, Bonaiuto e Corvia, bocche di fuoco di un 4-2-3-1 a trazione anteriore.

Primo tempo. Latina aggressivo nei primi 15 minuti: al quinto minuto Bonaiuto cerca il destro al giro che però finisce alto. Un minuto dopo Bonaiuto sulla sinistra serve la corrente Bandinelli che pesca in mezzo Corvia che di testa però manda di poco alto. Ispirati Bonaiuto e De Giorgio su tutti. L’Ascoli è costantemente nella sua metà campo e non riesce a ripartire. Al 24° Favilli è il primo ammonito della partita: la punta ascolana va via bene sulla trequarti a Dellafiore, poi a detta dell’arbitro Serra simula in area su un contatto con Bandinelli. L’Ascoli trova la sua quadratura con il 4-4-2 e il Latina non riesce più a creare occasioni come ad inizio partita. Al 36° grande lavoro di Corvia sulla sinistra che poi serve Bandinelli che cerca la conclusione al volo dalla trequarti che finisce fuori. Al 39° De Giorgio crossa in mezzo e De Vitis colpisce di testa mandando fuori di poco, ma anticipando anche il meglio posizionato Corvia. Al 42° grande occasione per il numero 7 pontino: a termine di una buona azione, Insigne appoggia per Corvia che decentrato sulla destra entra in area di rigore e scarica un gran destro sul quale Lanni è strepitoso ad opporsi in tuffo. Al 45° Corvia ci prova anche con una bella punizione dalla trequarti, ma Lanni è ancora attento. Finisce così 0 a 0 il primo tempo dopo 2 minuti di recupero. 

Secondo tempo. Scendono in campo gli stessi 22 protagonisti della prima frazione di gioco. Al 48° Corvia cerca dal limite  l’ennesima conclusione di giornata che però finisce alta sopra la traversa. Al 50° Cassata prende palla nella sua metà campo e parte in velocità riuscendo ad entrare in area di rigore e cercare la conclusione sulla quale Grandi è attento. Al 57° ammonito anche Mignanelli per un fallo su Insigne. Al 59° Pinato prende il posto di De Vitis. Nell’Ascoli invece Carpani prende il posto di Favilli. Al 67° bel cross di Bruscagin, De Giorgio arriva con i tempi giusti ma colpisce malissimo il pallone e non centra nemmeno la porta. Al 69° Bonaiuto pesca in mezzo Insigne che colpisce debolmente di testa e la sfera si spegne fuori. Al 70° grande occasione per Cacia: Carpani mette in mezzo dalla destra e il numero 21 mette fuori da pochi metri a porta vuota. Un minuto dopo Lazzari sostituisce Orsolini mentre Augustyn viene ammonito per un fallo su Bonaiuto. Dalla punizione seguente Corvia centra nuovamente la porta ma Lanni ancora una volta è attento tra i pali e blocca il tiro. Al 76° dentro Rolando per Garcia Tena. Nell’Ascoli all’ 83° dentro Gatto per Giorgi. Nel Latina invece dentro Di Nardo per De Giorgio. Ammonito anche Gigliotti nell’Ascoli. All’88° gran discesa di Dellafiore che poi va a servire Bonaiuto che, da solo contro Lanni, sbaglia però il controllo. Ammonito Pinato poco prima dell’annuncio dei 5 minuti di recupero. Ammonito anche Corvia per un accenno di rissa. Nel recupero cross di Bruscagin, spizzata di Pinato e spaccata di Corvia: la sfera rotola fuori di un soffio. E il segno della fine della partita e molto probabilmente della permanenza in B del Latina. È 0 a 0 al Francioni.

Latina 4-2-3-1: Grandi; Bruscagin, Coppolaro, Dellafiore, Garcia Tena (76° Rolando); De Vitis (59° Pinato), Bandinelli; Insigne, De Giorgio (84° Di Nardo), Bonaiuto; Corvia. All. Vivarini 

Ascoli Picchio 4-4-2: Lanni; Almici, Augustyn, Gigliotti, Mignanelli; Orsolini  (71° Lazzari), Addae, Giorgi (83° Gatto), Cassata; Cacia, Favilli (60° Carpani). All. Agiletti. 

Arbitro: Serra di Torino. 

Annunci