BENEDETTO MANCINI: “È LA VITTORIA DI CHI HA CREDUTO IN QUESTO PROGETTO”

Non c’è ancora l’ufficialità della notizia, però sembra che Benedetto Mancini abbia dato incarico ad un istituto bancario di effettuare il saldo di 684.000 euro più il 5% delle spese giudiziarie per prendere possesso della Mens Sana Latina. ‘’Ora – secondo quanto ha annunciato  ai microfoni di Alessandro Zaffarano, conduttore della trasmissione radiofonica B come Serie B – c’è solo da attendere che la cifra venga accreditata e poi tutto sarà definito. Sono contento per tutto lo staff che ha creduto in questo progetto. La vittoria di Chiavari ha ribadito che ci crediamo tutti, a cominciare dalla squadra e sono sicuro che continueremo su questa strada’’. Il futuro Presidente è un fiume in piena e, per la verità, ne ha ben donde: ‘’Il legame tra me ed il Latina è diventato oramai una simbiosi: mi sono affezionato a questa città, ho conosciuto tanta gente che merita lo sforzo che stiamo facendo. Vengo da Roma – puntualizza il nuovo patron nerazzurro – senza nessun interesse collaterale. L’unico interesse è quello di mettere su un progetto sportivo. Adesso dobbiamo lavorare per dare a Latina un futuro roseo, lo vedrete da qui in avanti e vedrete anche quali persone verranno a lavorare per questa società. Nonostante la situazione di classifica sia disperata – aggiunge Benedetto Mancini – io credo nella permanenza in B e sono dell’idea che meritiamo di fare almeno i playout. Giocatori e allenatore sono stati criticati ma hanno dovuto lavorare spesso in situazioni disastrose e di questo occorre tenere conto. Non credo proprio che il mister e i ragazzi fossero contenti di perdere. Martedì hanno dimostrato di credere nel progetto di Mancini – prosegue il nuovo numero uno di Piazzale Prampolini – e quando hanno segnato molti si sono girati verso di me per dedicarmi questa gioia. I playout li raggiungeremo, ne sono sicuro. Il campionato è sceso molto di livello e noi siamo molto più forti di tante squadre, se siamo in quella posizione è per tanti fattori che non hanno sempre a che vedere con il calcio ma ora – conclude il Presidente – metteremo tutto a posto’’.


Annunci