LATINA SUBITO AL LAVORO PER TENERE ACCESO ED ALIMENTARE IL LUMINO.

LATINA SUBITO AL LAVORO PER TENERE ACCESO ED ALIMENTARE IL LUMINO.

Dopo l’importante vittoria di Chiavari, la banda di Vivarini si rimette subito al lavoro per la partita di sabato contro l’Ascoli al Francioni. 


La partita con l’Entella ha fatto notare come c’è un “lumino” ancora acceso. La salvezza resta ancora complicata, ma la vittoria di ieri ha fatto arrivare un filo di ottimismo che mancava da tempo in casa nerazzurra, e che se fosse arrivato leggermente prima forse avrebbe potuto dare una spinta importante in questo finale di stagione. Quel che è fatto è fatto, e questo certo non è il momento di pensare a quello che poteva essere e non è stato, ma bisogna concentrarsi invece solo sul presente: 4 partite, 12 punti, 7 da recuperare per la zona play-out, 8 per la salvezza diretta. Numeri da impresa, ma per una squadra che ha sempre dimostrato di giocarsela con tutti e che ieri è riuscita in una importante vittoria. Il calendario ora affida anche al Latina molto del suo destino, a partire dalle prossime due sfide: Ascoli al Francioni e Brescia al Rigamonti, due scontri diretti per rosicchiare punti anche alle dirette avversarie. Scontato dire che sono due partite da vincere, prima di ospitare in casa un Perugia impegnato nella lotta playoff e che verrà a Latina per fare punti. L’ultima giornata quindi vede la trasferta ad Avellino contro una squadra che potrebbe arrivare a quella sfida senza obiettivi.  Ovviamente molto dipenderà dai risultati delle altre, ma è un Latina chiamato a conquistare 6 punti nelle successive due partite per avvicinarsi alla zona play-out, e quindi altri 4 minimo nelle ultime due giornate. Latina che deve conoscere solo la vittoria, ma dopo la partita di ieri possono essere tornate determinazioni importanti, con Bonaiuto decisivo, De Giorgio vero leader della squadra e la buona impressione data dai giovani emergenti Maciucca e Di Nardo.

Intanto per preparare la sfida contro l’Ascoli subito in campo la squadra di Vivarini oggi (mercoledì) alle 15 a porte aperte al Francioni. Si bissa domani alla stessa ora ma a porte chiuse. Venerdì si anticipa la seduta alle 10 sempre a porte chiuse e sempre al Francioni, per preparare la sfida di sabato nel miglior modo possibile.

Annunci

TUTTO IL CALCIO MINUTO PER MINUTO: ”LATINA TERRA CIOCIARA”…

Quanto successo ieri durante la trasmissione radio ‘‘Tutto il Calcio minuto per minuto” ha quasi dell’inverosimile. Il giornalista di Rai 3 Liguria Enzo Melillo, inviato a Chiavari per la gara ”Virtus Entella – Latina” ha commesso qualche errore grossolano. Vengo e mi spiego. Più di una volta ha affermato che la società nerazzurra sarebbe sull’orlo del fallimento. Fin qui nulla da eccepire: è vero com’è vero che la notizia non ha del clamoroso in quanto ”veritas veritatis”. Probabilmente però, la voce dell’informazione ligure, ieri prestata al calcio, disconosce che Benedetto Mancini proprio nella giornata odierna prenderà possesso a tutti gli effetti della rinata Società a Responsabilità Limitata che si chiamerà ”Mens Sana Latina” in luogo della moritura Unione Sportiva Latina Calcio. Non è detto che un giornalista ”in quanto tale” debba per forza conoscere tutto di tutti e nello specifico di attività economiche e non economiche che avvengono in un territorio. Ma questa notizia è pur sempre di dominio pubblico e, nello specifico, di livello nazionale. Per la verità, anche il giornalista di Sportitalia, ieri sera, commentando la vittoria del Latina in quel di Chiavari, ha più volte sottolineato l’incombente fallimento della società nerazzurra. ”Niente di rotto”: non tutti sanno del saldo contabile che darà l’agio all’ex Amministratore Unico di divenire Presidente del Latina.

Ci fa specie, piuttosto, che un affermato professionista della radio e in un programma seguitissimo come ”Tutto il calcio minuto per minuto” possa non essere afferrato sulla geografia. E si, perché Enzo Melillo ha identificato il Latina come “squadra ciociara“. Il fatto è inaudito: è come se ad un livornese gli si dia del pisano, che ad un reggino gli si dia del messinese, che ad un milanese gli si dia del terrone… Con la presente, che non può e non vuole essere una ”denuncia”, vorremmo solo specificare che Latina è stata fondata da pionieri di origini venete in un territorio denominato pontino da non confondere ”assolutamente” con quello ciociaro. Tutto qui. Capito Enzo Melillo?…

Risultati immagini per enzo melillo rai