UN IMMENSO DE GIORGIO FA VOLARE IL LATINA

 

di Salvatore Condemi per Latinasport.info.

Risultati immagini per virtus entella latina

E venne il giorno in cui Vincenzo Vivarini, allenatore dei nerazzurri, decise di impiegare la linea giovane con Maciucca e Di Nardo dal primo momento. Succede a Chiavari, contro l’Entella dell’ex Mister Roberto Breda, a caccia di un piazzamento playoff, quando ormai le speranze di salvezza per il Latina sono ridotte al cosiddetto ”lumicino”. Con Pinsoglio tra i pali, il Latina si presenta con la difesa schierata a quattro dove Bruscagin e Nica presiedono le fasce con Coppolaro e Garcia Tena centrali. A centrocampo Mariga al centro con Maciucca e Bandinelli larghi. In avanti l’inedito terzetto composto da Insigne e Di Giorgio larghi e Di Nardo punta centrale.

La prima occasione viene confezionata dal Latina al 15’ con un tiro di Di Giorgio che Iacobucci salva con qualche difficoltà. Un minuto dopo, Ciccio Caputo mette i brividi a Pinsoglio e qualche secondo appresso è il solito numero 9 biancazzurro ad esaltare le doti del portiere avversario, costretto a bloccare a terra. Ma tanto per cambiare, al 21’ Mariga si “rompe” cosicché è costretto a lasciare il posto a De Vitis. E pensare che il numero 17 del Latina stava giocando come non mai quest’anno, impreziosendo, con i suoi spunti, il centrocampo dei pontini. L’Entella si fa vedere successivamente al 33’ con Moscati che, da buona posizione, manda la sfera abbondantemente lontano dai pali di Pinsoglio il quale, tre minuti dopo, si supera bloccando Caputo lanciatissimo a rete. L’entrata di De Vitis ha rotto quegli equilibri che il keniota Macdonald Mariga aveva creato operando da cerniera a centrocampo  e da collante tra le linee cosa che il nuovo entrato con la casacca numero 30 non riesce ad assicurare: diverso è il passo così come diversa è l’esperienza. E proprio su un errore dell’ex Sampdoria, per poco Simone Pecorini non la metteva dentro con il portiere nerazzurro battuto, quando le lancette indicavano il minuto 46’. Alla fine del primo tempo, quindi, il risultato è ancora fermo al nulla di fatto iniziale.

Il secondo tempo si apre con la sostituzione di Maciucca – che non si è comportato male all’esordio – con Di Matteo. Al 15’ della ripresa Entella vicinissimo al vantaggio con Tremolada ma il pallone, calciato da distanza siderale, esce fuori di poco. Nel Latina esce un evanescente Nica al 18’ ed al suo posto Buonaiuto il quale, dopo qualche minuto – come il solito – non è determinato sotto porta nonostante avesse tutto il temp e tutto lo spazio per battere a rete. Nel successivo capovolgimento di fronte, Ciccio Caputo ancora pericoloso con Pinsoglio sugli scudi salvando miracolosamente un gol già fatto. Contrariamente a quanto si è visto negli ultimi periodi, il Latina in questo secondo tempo è vivo, presente e determinato, riuscendo a ribattere colpo su colpo l’iniziativa – per la verità abbastanza farraginosa – dei liguri. In questo frangente è Di Giorgio il migliore dei suoi con Insigne che non riesce neppure saltare il proprio marcatore ed è quindi costretto a defilarsi e ad eclissarsi tra le fila avversarie. Al 39’, quando meno te lo aspetti, una bellissima iniziativa di De Giorgio manda al tiro (udite, udite!) Buonaiuto il quale, con un destro a giro, spedisce il pallone alle spalle di Iacobucci per il vantaggio nerazzurro quanto mai meritato. Al 46’, per giunta, Di Nardo – complessivamente buona la prestazione del giovane attaccante – non riesce a ribadire in rete una bella azione di Insigne.

Vince quindi la squadra che maggiormente ha rincorso la vittoria. Ed ha vinto la formazione che ha corso di più mordendo gli spazi e chiudendo tutti i varchi. Può anche darsi che questo a Chiavari possa essere stato il viaggio delle speranze ritrovate, quello delle motivazioni riesplose e – magari – mai palesate finora.  Il dato oggettivo certo di questa giornata non è tanto la vittoria riottenuta dopo tantissimo tempo quanto l’aver ritrovato il leader della squadra, il grande, grandissimo, infinito Pietro De Giorgio che oggi – e non solo oggi – è stato determinato e determinante come non mai. Da questa sera, tra l’altro, il Latina non è il fanalino di coda della cadetteria. Mancano sette punti alla salvezza attraverso i play out ma sarebbe il caso di crederci perché sognare, in questi casi, non costa nulla. Sarebbe un miracolo ma…

Virtus Entella-Latina 0-1

Marcatori: 84′ Buonaiuto (L)

Virtus Entella: Iacobucci, Belli, Benedetti, Ceccarelli, Sini, Moscati, Palermo, Pecorini (61′ Zaniolo), Tremolada (80′ Puntoriere), Catellani (72′ Di Paola), Caputo. 

Latina: Pinsoglio, Bruscagin, Coppolaro, Garcia Tena, Nica (62′ Buonaiuto), Bandinelli, Mariga (24′ De Vitis), Maciucca (52′ Di Matteo), De Giorgio, Di Nardo, Insigne.

Note: ammoniti Moscati (VE), Zaniolo (VE), Bruscagin (L), Bandinelli (L).

Risultati immagini per virtus entella latina

Annunci