AVELLINO, 3 PUNTI DI PENALIZZAZIONE. LATINA, PRIMA ASTA DESERTA

di Basilio Gaburin per Latinasport.info

Mentre nella giornata di ieri la squadra dell’allenatore Vincenzo Vivarini  è tornata al lavoro in vista del match contro la Salernitana, è andata deserta, come previsto, la prima asta per l’acquisizione del titolo sportivo del Latina Calcio. Non è infatti giunta alcuna offerta al Tribunale Fallimentare, dove il prezzo di base per la società era di 1 milione e 280 mila euro. Molto probabilmente, andrà disertata anche la seconda asta fissata per giovedì 13 mentre resta ancora incerto l’esito dell’asta del 18 per la quale il prezzo di partenza per l’acquisto del Latina è di circa 780mila Euro. Sicuramente le schermaglie più “roventi” si stabiliranno per l’ultima asta del 23 Aprile dove la “valutazione” è stata fissata per “soli” 270mila Euro. Due sarebbero le “cordate” che si potrebbero dare battaglia per accaparrarsi la società.

Risultati immagini per DAMIANO COLETTA LATINA

Da una parte l’ultimo Amministratore Unico della società nella persona di Benedetto Mancini e del suo entourage che dovrebbe gravitare, a quanto pare, intorno al Presidente della Lazio, Claudio Lotito. Queste le voci che giungono dalla strada, naturalmente. Le fonti veritiere lo indicano come manager più o meno di successo, di provata esperienza e professionalità. Altri elementi – quali ad esempio il fallimento della Lazio Basket – non ci interessano. Sappiamo inoltre sia proprietario nonché amministratore delle “Acque Minerali San Faustino”, della “Tione di Orvieto” e di alcuni plessi di ricezione turistica. Il resto non conta, anzi basta e avanza.

Risultati immagini per benedetto mancini imprenditore

Dall’altra un fantomatico gruppo “sponsorizzato” dal Sindaco pontino Damiano Coletta del quale, però, non è dato sapere da quali facoltosi impresari latinensi sia formato. C’è chi parla di Deodati, ex Presidente per qualche mese negli anni scorsi; c’è chi indica Del Prete quale capitano di questa cordata; e chi, invece, è sicuro che dietro questa operazione finanziaria ci possa essere addirittura la famiglia Francia. Insomma tante chiacchiere e null’altro di definito. L’unica notizia più o meno “probante” sarebbe (e usiamo il condizionale perché ci sembra doveroso in questo caso) quella relativa al finanziatore romano impegnato nel campo della sicurezza ma, fino al momento, non è né certo né accertato.

Intanto è giunta voce che, nell’ambito del “calcio scommesse” all’Avellino siano stati comminati tre punti di penalizzazione. Prosciolti il Presidente Walter Taccone ed i calciatori Luigi Castaldo, Fabio Pisacane e Mariano Arini. Sono 18 i mesi di squalificati per Armando Izzo, ex giocatore irpino, ora al Genoa. Con i tre punti di penalizzazione la squadra irpina passa da 44 a 41 punti in classifica.

Risultati immagini per walter taccone presidente avellino

 

Annunci