LATINA: NON CI RESTA CHE SPERARE

di Redazione Latinasport.info

Mettiamo alle spalle le tre sconfitte consecutive e pensiamo molto più tangibilmente alla sfida contro la Salernitana in programma lunedì dell’Angelo all’Arechi“. Questo è il “leitmotiv” che, nei vari social, accomuna i supporters latinensi . Il popolo nerazzurro ci crede. Non si riesce a comprendere da dove possa arrivare tutto questo ottimismo, ma ci crede, ci spera e continua ad avere una visione rosea di una realtà diametralmente e drammaticamente opposta. Cos’è d’altronde l’ottimismo? Nel linguaggio comune, è la disposizione psicologica che induce a scegliere e considerare prevalentemente i lati migliori della realtà, oppure ad attendersi uno sviluppo favorevole del corso degli eventi. Con un significato molto più ristretto, l’ottimismo è la fiducia incondizionata nella buona riuscita di un fatto, nell’evoluzione in senso positivo di una situazione. Nel linguaggio filosofico, il termine si riferisce generalmente alla dottrina esposta da Leibniz nella Teodicea, secondo la quale Dio, nell’atto della creazione, scelse quello con la minor quantità di male per le creature. L’esistenza del male, quindi, è ricondotta agli imperscrutabili disegni della provvidenza. Ora, non crediamo che il buon Dio abbia tutto quel tempo per modificare determinati equilibri o certi scenari apocalittici che si scorgono al Francioni. O può anche darsi che il buon Dio non tifi per il Latina, chissà… E poi nel discorso bisogna far rientrare lo “sviluppo dialettico” col quale Hegel spiega che si può pervenire alle verità sempre più alte attraverso il superamento delle contraddizioni. Per Hegel la dialettica quindi, non è solo un processo del pensiero ma un processo della realtà stessa di cui essa garantisce uno sviluppo continuo superando ogni tipo di contraddizione. Beato lui: superando quindi ogni forma di “non senso“, di “assurdità”, di ”incongruenze”, di ”antitesi”, di ”controsensi”, si giunge alla verità o, comunque, a tutto ciò ch’è vero o a quello che potrebbe esserlo. Nel nostro caso, i tifosi nerazzurri allontanando le contraddizioni, i non sensi e le incongruenze di un anno gettato alle ortiche, giungono alla verità assoluta secondo la quale il Latina non può abbandonare la serie cadetta per volere divino o per grazia ricevuta. Vuol dire che, tutt’ad un tratto, il buon Dio si sarà (ri)avvicinato della squadra nerazzurra, che avrà conferito proprietà soprannaturali a Bonaiuto (così da poter finalmente scaraventare in porta palloni inspiegabilmente mandati alle stelle), che avrà fatto mettere le ali a Insigne, che Corvia avrà fatto realizzare quantità industriali di reti, che Bruscagin avrà imparato a fare il fluidificante, che Bandinelli non si sarà procurati ulteriori infortuni e che, soprattutto avrà fatto rinsavire Mister Vivarini. Banalità (o chiamatele come meglio volete) perché non ci resta altro da fare. Banalità che che inducono pure noi di Latinasport.info a crederci, a continuare a lottare, ad essere ottimisti, ad essere speranzosi ed a credere ai miracoli almeno fino a quando la matematica non ci farà lo sgarbo di affossarci.

Risultati immagini per latina tifo

 

Annunci