CONFERMATI SETTE PUNTI DI PENALIZZAZIONE PER L’AVELLINO. IL VERDETTO A METÀ APRILE 

La Procura Federale, sconfessando la tesi difensiva dell’Avvocato Chianchio legale della società irpina,  ha completamente confermato le richieste già formulate il mese scorso ai danni dell’US Avellino. 

Sette punti, dunque, di penalizzazione e 140.000 euro di ammenda sul groppone del club irpino che conoscerà la sentenza di primo grado presumibilmente entro metà mese.

 


Queste le richieste nel dettaglio formulate lo scorso 3 Marzo e confermate nell’udienza odierna:


 


WALTER TACCONE: 9 mesi e 45mila euro di multa


 


FABIO PISACANE, RAFFAELE BIANCOLINO, MARIANO ARINI, LUIGI CASTALDO: 6 mesi e 30mila euro. Tutte le richieste sono per omessa denuncia.


 


LUCA PINI:Sono stati chiesti i 6 anni e 20mila euro di ammenda.


 


MAURIZIO PECCARISI : Sono stati chiesti 3 anni di squalifica e 50mila euro di ammenda.


 


FRANCESCO MILLESI: Chiesti 6 anni di squalifica e 20mila euro di ammenda.


 


ARMANDO IZZO: Chiesti sei anni e 20mila euro di ammenda. 




Annunci

“LA CONFERENZA STAMPA DI MISTER VIVARINI” 

A cura della Rubrica YouTube Latinasportchannel

ALTRI DEFERIMENTI PER IL LATINA

È di pochi minuti fa la notizia secondo la quale “il procuratore federale, a seguito di segnalazione della Covisoc, ha deferito al Tribunale Federale Nazionale Sezione Disciplinare il presidente del Consiglio di Amministrazione e legale rappresentante pro-tempore del Latina Calcio (Serie B), Angelo Ferullo e i consiglieri e legali rappresentanti pro-tempore della societa’, Benedetto Mancini e Regina Daniela Wainstein: “per non aver depositato, entro il 31 gennaio 2017, una nuova garanzia dell’importo di 500.000,00 euro in sostituzione di quella non piu’ efficace prestata dalla Gable Insurance AG depositata in sede di rilascio della Licenza Nazionale 2016/2017[…] Benedetto Mancini e’ stato inoltre deferito per non aver corrisposto, entro il 16 febbraio 2017, gli emolumenti dovuti ai propri tesserati per le mensilita’ di novembre e dicembre e le ritenute Irpef e i contributi Inps relativi agli emolumenti dovuti ai propri tesserati per le mensilita’ di settembre, ottobre, novembre e dicembre 2016. La societa’ e’ stata deferita a titolo di responsabilita’ propria e diretta[…]”


Non è certamente una fulmine a ciel sereno giacché tutti sapevano di tali inadempienze. Ma, di per sé, rappresenta una ennesima tegola piombata sul cranio di una società che, di fatto, non esiste più e retta dai due curatori fallimentari nominati dal Tribunale fallimentare col compito di traghettettarla fintantoché non venga acquisita all’asta da un eventuale compratore. Il deferimento, ovviamente, porterà ulteriori punti di penalizzazione che vanno a sommarsi ai due già comminati negli scorsi giorni. A questo punto la situazione diventa complicata (se non tragica – perché il Latina è già ultimo in classifica a otto giornate dal termine di un torneo in cui è successo di tutto. 

AVELLINO: NOVITA’ PROCESSUALI SUL FRONTE CALCIO-SCOMMESSE?

di Redazione Latinasport.info

Risultati immagini per walter taccone presidente avellino

Nell’edizione odierna, il quotidiano “Irpiniaoggi” ha diramato notizie circa il caso calcio scommesse che hanno suscitato più di qualche indignazione tra i tifosi. Riportiamo, per dovere di cronaca, l’articolo incriminato firmato L.P. “Ci sarà la solita incisiva eccezione procedurale da parte dell’avvocato Eduardo Chiacchio al processo per il calcio scommesse in programma questo pomeriggio davanti al Tribunale Federale Nazionale? Dipende tutto da ciò la penalizzazione nei confronti dell’Avellino che potrebbe addirittura essere evitata. Il legalescrive il quotidianoè pronto a calare un importante asso dopo quello che utilizzò, in via preliminare, nell’udienza dello scorso 3 marzo quando, in accoglimento delle istanze presentate dalla difesa,  fu rinviata ad oggi (inizio ore 14,00) per la prosecuzione del dibattimento. Sia Chiacchio che i legali degli altri tesserati, evidenziarono che, appena due giorni prima di quell’udienza, erano stati forniti  nuovi elementi accusatori dalla Procura della Repubblica di Napoli che si occupa del procedimento penale a carico di alcune delle persone presenti pure nel processo sportivo. Dunque, non vi era stato modo e tempo per preparare una strategia difensiva a fronte di quella ulteriore documentazione. Rispetto alla eccezione che il legale dovrebbe proporre oggiconclude l’articolosi potrà ipotizzare e comprendere l’esito del processo. Massimo riserbo sull’argomento ma pare si tratti di una vera “bomba” che, nel caso produca gli effetti sperati,  potrebbe portare al “libero tutti

Si tratta quindi di una semplice e semplicistica supposizione e non certamente di fatti processuali accertati. Nonostante ciò, PrimaTivvù che ha intervistato l’avvocato Enzo Massaro – legale di Walter Taccone, presidente dell’Avellino direttamente implicato nella vicenda per omessa denuncia – anticipa che al numero uno biancoverde è decaduta la responsabilità diretta e sarà processato soltanto per quella oggettiva che comprende sia l’omessa denuncia che l’illecito sportivo che, come capi d’imputazione, restano. Ecco le parole di Massaro: “Non è cambiato nulla rispetto a un mese fa. Così esordisce l’avvocato, che poi precisa: “L’udienza di domani è una naturale prosecuzione di quella del mese scorso, quando il tribunale accolse la richiesta di rinvio dell’Avvocato Chiacchio. La procura a meno di sorprese dovrebbe fare le stesse richieste”. Quindi aggiunge: “E’ caduta la richiesta di responsabilità diretta per il presidente Taccone, in quanto la procura ha ritenuto di chiedere la condanna solo per la responsabilità oggettiva, che comprende sia l’omessa denuncia che l’illecito sportivo”. Massaro annuncia poi che Taccone sarà presente domani in Tribunale a Roma:Chiesi allora al Presidente allora di essere presente, perché oltre alla difesa tecnica c’è anche quella personale che è molto importante, inoltre conosciamo le doti oratorie del presidente che potrà chiarire al meglio la situazione dell’omessa denuncia”. Quando arriverà la sentenza? “Il codice di giustizia sportiva concede dieci giorni di tempo per il deposito della sentenza, credo che nei primi giorni della prossima settimana avremo il verdetto”.

 

E’ TUTTO PRONTO PER LATINA – VICENZA

di Redazione Latinasport.info

 

La sconfitta contro il Trapani ha rimesso nei guai il Vicenza, per cui lo scontro di domani al Francioni riveste i panni di un autentico spareggio salvezza. I veneti sono partiti nella giornata di ieri per il ritiro dove troveranno il modo di ritrovare la giusta concentrazione per affrontare l’attesissima gara del Francioni. Oggi, allenamento pomeridiano per i biancorossi sul campo dell’hotel “Mancini Park” di Roma. La squadra, agli ordini dell’allenatore Pierpaolo Bisoli, ha svolto riscaldamento, possesso palla ed esercitazioni tecniche. La seduta di rifinitura, in programma oggi, è prevista alle ore 11.00 e sarà a porte chiuse. Cristian Zaccardo, Nicola Bellomo, Davide Costa, Nicholas Siega e Fabinho non sono partiti per il ritiro romano ed hanno svolto una seduta di allenamento presso il centro sportivo “Piermario Morosini” di Isola Vicentina con il preparatore atletico Marco Bresciani.

E con la concentrazione, il Vicenza cercherà la serenità scemata dopo l’inaspettato capitombolo casalingo contro i siciliani del Trapani che hanno a loro volta compiuto un vero passo da gigante in ottica salvezza diretta. Nelle scorse giornate, “Il Giornale di Vicenza” ha reso l’idea di quale aria si respiri a Vicenza: <<Il presidente Pastorelli ha tenuto a rapporto l’intera squadra ed è stato il giorno dei faccia a faccia. Poi, a loro volta, i giocatori hanno fatto quadrato nello spogliatoio>>. Sembrerebbe che a farsi carico della comunicazione sia stato proprio il capitano biancorosso, Stefano Giacomelli: <<Mister, la squadra è con te>>. Ha parlato anche Pierpaolo Bisoli, il quale si è espresso più o meno così: <<Ci sono otto finali da giocare i play out sarebbero un’altra possibilità per salvarci. Io vengo criticato ed è giusto perché sono il primo responsabile. Rimango convinto che a maggio ci salveremo. Se sono in bilico dovete chiederlo al presidente, fa parte del nostro gioco essere criticati. Sto dando tutto a squadra e città, giovedì partiremo per Roma per preparare la partita con il Latina. Non sono andato sotto la curva perché non mi sembrava giusto fare il lecchino, sono abbastanza triste dopo una partita così. Dobbiamo pensare subito al Latina, se il problema sono io sono pronto a parlare con il presidente>>.

E passiamo al Latina. L’infermeria del Latina ha aperto le porte a Michele Rocca. Per lui si prospetta problemi al quadricipite per cui si teme uno stop di alcune settimane. Al giovane sampdoriano si deve sommare Riccardo Brosco. Alessandro De Vitis, Marko Jordan e Pietro Di Giorgio hanno una autonomia di un tempo mentre McDonald Mariga, ancora una volta, ha palesato un calo di concentrazione spaventosa. L’undici schierato da Vincenzo Vivarini a Bari non ha certamente sfigurato per cui il tecnico di Ari dovrà solo sostituire l’infortunato Rocca a centrocampo. Pinato è stato un graditissimo punto di forza e presumiamo che difficilmente l’allenatore nerazzurro se ne priverà. La difesa, a meno di ripensamenti dell’ultima ora, sarà composta dal trio Dellafiore centrale con Coppolaro e Bruscagin laterali. In attacco sarà facile vedere all’opera Corvia e Insigne con il napoletano che non è ancora riuscito a sbloccarsi. Oggi alle 14.15 Vivarini presenterà la sfida in conferenza stampa dallo Stadio Francioni.

Risultati immagini per vincenzo vivarini allenatore