L’EX ACOSTY E IL MESSAGGIO PER BROSCO. 

Maxwell Acosty, amato e rimpianto ex pontino oggi in forza al Crotone, continua a tenere stretto il filo rosso che lo lega alla squadra di piazzale Prampolini e ai suoi ex compagni. A gennaio avevamo documentato il suo salito social alla causa neroazzurra avvenuto tramite Instagram  (CLICCA QUI), ed oggi ecco ripetersi in un altro messaggio, ma questa volta nei confronti di Riccardo Brosco, difensore che sabato ha rimediato la rottura del legamento crociato anteriore e del menisco mediale del ginocchio destro. 

“Never give up my bro”, mai arrendersi fratello mio. Questo il breve augurio di buon rientro di Acosty al suo ex compagno che sta avendo il supporto di un’intera città. Tra i commenti al post si notano gli auguri di pronta guarigione e incoraggiamento anche di altri due ex pontini come Minala e Doudou. Insomma, tutti uniti per supportare Brosco in questo momento, con la sua assenza che peserà sicuramente per la squadra di mister Vivarini da qui a fine stagione. 

Annunci

UN ALTRO PUNTO DI PENALIZZAZIONE 



Tanto piovve che tuonò. O forse dovremmo cominciare con un altro titolo: l’inizio della fine. Ma ancora la matematica non traccia alcuna disposizione a riguardo e quindi si può continuare a sperare nonostante l’ultimo posto. La Corte Federale d’Appello della FIGC ha infatti accolto il ricorso del Procuratore Federale circa il proscioglimento del Latina Calcio per la “violazione di cui all’art. 10 comma 3 C.G.S. in relazione all’art. 85, lettera B), paragrafo VI e VII delle N.O.I.F. – nota n. 241/1221 pf15-16 SP/blp del 5.7.2016 – nota n. 242/1222 pf15-16 SP/blp del 5.7.2016” comminando alla società pontina un punto di penalizzazione da scontare nell’attuale stagione sportiva. 

In virtù di questa ennesima tegola sul cranio nerazzurro, il Latina si ritrova mestamente ultimo in classifica con 31 punti,  sebbene in coabitazione con il Pisa.

LATINA, SI PARTE PER BARI NEL SILENZIO PIU’ ASSOLUTO.

LATINA, SI PARTE PER BARI NEL SILENZIO PIU’ ASSOLUTO.

Vigilia della 34° giornata di serie B che scende in campo in infrasettimanale, questa sera con l’anticipo tra Frosinone e Avellino e domani, ore 20.30, con tutte le altre squadre. Andando ad usare la lente d’ingrandimento sulla zona salvezza che tanto interessa al Latina, notiamo due scontri diretti e quattro trasferte complicate per le squadre impegnate per la lotta per non retrocedere: Cesena-Brescia e Vicenza-Trapani rappresentano sfide da dentro o fuori con i punti che in questo caso valgono doppio. Quindi la Pro Vercelli farà visita al Carpi, la Ternana andrà a Benevento contro una squadra tornata al successo, l’Ascoli se la vedrà in casa della Virtus Entella, e quindi il Latina sarà protagonista al San Nicola di Bari, quattro squadre queste tutte protagoniste per la corsa ad un posto valido per l’accesso ai play-off. Attualmente la classifica nella sua parte finale si presenta così:
ASCOLI 38
PRO VERCELLI 38
CESENA 35
BRESCIA 34
VICENZA 34
LATINA (-1) 32
TERNANA 32
TRAPANI 32
PISA (-4) 31

A leggere la classifica così, si può notare come con una serie di risultati positivi si può scalare molto la classifica, ma servono le vittorie come ammesso anche da Vivarini al termine di Latina-Cittadella. Sul Latina però incombe il rischio di altre penalizzazioni, così come per l’Avellino che rischierebbe cosi un risucchio nella zona pericolosa, essendo per il momento fermo a 40 punti che attualmente però danno tranquillità ai campani. L’unico pensiero però deve essere la partita di Bari.
img_0467.jpg

Gli avversari. 47 punti in che valgono l’ottavo posto in classifica per la squadra di Colantuono, battuta due a uno all’andata al Francioni e che segnò l’inizio dei 10 risultati utili consecutivi per il Latina di Vivarini che rimasero solo una parentesi in questo campionato. Quella sconfitta in terra pontina segnò l’esonero di Stellone e l’arrivo di Colantuono sulla panchina dei pugliesi: con il tecnico ex Atalanta sono 8 successi, 7 pareggi e 5 sconfitte i 20 partite, e soprattutto una imbattibilità casalinga che sta diventando punto forte della squadra. Nelle precedenti 13 giornate sotto la guida tecnica di Stellone, solo Cittadella e Benevento riuscirono ad uscire dal San Nicola con i 3 punti. In stagione, nelle partite casalinghe, il Bari ha siglato 25 gol dei 35 totali e ne ha subiti solo 13 sui 35 totali in 17 partite. Numeri che dimostrano una vera forza in casa della squadra. La forma comunque del Bari non è delle migliori: nelle ultime 5 giornate, è arrivata solo l’importante vittoria casalinga con il Frosinone, ma ci sono state le sconfitte con Virtus Entella, Trapani e Pro Vercelli e il pareggio con il Novara che hanno decisamente rallentato la corsa play-off dei pugliesi. Se poi il Latina ha perso Brosco per i problemi al ginocchio, stessa sorte è toccata a Brienza, fantasista di Colantuono. La squadra rimane però altamente competitiva, con Floro Flores, Galano e Maniero bocche di fuoco di un 4-3-3 di assoluto rispetto.

wp-1491220061936.jpg
Qui Latina. Niente Brosco, ma convocazione per Dellafiore. Oggi però fuori dal Francioni ha regnato il silenzio. Niente conferenza stampa prima della partenza per Bari, poca voglia di parlare ma voglia di lavorare che è sembrata esserci comunque nei ragazzi usciti distrutti dopo la brutta sconfitta con il Cittadella di Sabato. Con il Bari servirà un’impresa vera e propria, l’importante è non uscire con il morale ancora più basso di quello di adesso. Pro Vercelli e Trapani sono riuscite a sconfiggere questo squadrone, anche se non al San Nicola, ma questo fa capire che comunque il Bari non resta una squadra imbattibile. Nel Latina poi tornerà Corvia molto probabilmente dal primo minuto, e il 4-2-3-1 con lui titolare potrebbe essere decisamente tutt’altra cosa, e attenzione anche a Pinato che potrebbe trovare finalmente spazio. Tra i convocati di nuovo fuori Negro, rinforzo di gennaio che mai pero è riuscito ad essere tale, mentre figura di nuovo Di Nardo, ragazzo classe 98 diventato arma della disperazione per sperare nella via del gol. Ecco la lista completa dei convocati di mister Vivarini.
Portieri: Grandi, Pinsoglio.
Difensori: Bruscagin, Coppolaro, Dellafiore, Di Matteo, Garcia Tena, Maciucca, Nica.
Centrocampisti: Bandinelli, De Vitis, Mariga, Pinato, Rolando, Rocca.
Attaccanti: Buonaiuto, Corvia, De Giorgio, Di Nardo, Insigne, Jordan.
Indisponibili: Brosco, Regolanti.
CORVIA

I CONVOCATI PER BARI

Martedì al “San Nicola” fischio d’inizio alle ore 20.30

Per la gara contro il Bari, Vincenzo Vivarini ha convocato 21 giocatori

I CONVOCATI – Pinsoglio, Grandi, Bandinelli, Bruscagin, Buonaiuto, Coppolaro, Corvia, Dellafiore, De Giorgio, De Vitis, Di Matteo, Di Nardo, Garcia Tena, Insigne, Jordan, Mariga, Maciucca, Nica, Pinato, Rolando, Rocca

INDISPONIBILI – Regolanti, Brosco

SQUALIFICATI – Nessuno

Lo rende noto il sito Ufficiale dell’Us Latina Calcio 

RICCARDO BROSCO: CAMPIONATO FINITO

​Per il forte difensore, rottura di legamento crociato anteriore e menisco mediale



L’US Latina calcio, attraverso il proprio sito ufficiale, informa che, dopo l’infortunio che lo ha costretto a lasciare il campo durante Latina-Cittadella, Riccardo Brosco questa mattina si è sottoposto a risonanza magnetica presso il centro CERAPO ed in seguito è stato visitato dallo staff del professor Tucciarone presso l’ospedale ICOT: le indagini strumentali hanno evidenziato la rottura del legamento crociato anteriore e del menisco mediale del ginocchio destro. Brosco verrà sottoposto ad intervento chirurgico nei prossimi giorni.

A Riccardo vadano i migliori auguri di pronta guarigione dalla Redazione di Latinasport.info

PIACENZA SI AGGIUDICA ANCHE GARA 2 DEI QUARTI 

 

Top Volley Latina-Lpr Piacenza 1–3 (25-19, 20-25,22-25, 17-25)

Top Volley Latina: Rossi 5, Sottile 1, Ishikawa 9, Gitto 9, Fei 13, Maruotti 13; Fanuli (L), Klinkenberg 3, Pistolesi, Penchev 1, Strugar, Quintana 1. Ne: Caccioppola. All. D.Bagnoli

Lpr Piacenza: Di Martino 7, Hernandez 28, Marshall 10, Alletti 8, Hierrezuelo 7, Clevenot 13; Manià (L), Yosifov 1, Cottarelli 2, Parodi. Ne: Tencati , Tzioumakas, Papi (L), Zlatanov. All. Giuliani

Arbitri: Zanussi, Cesare

Spettatori 604

Durata set: 22‘, 27‘, 26‘, 23‘. Totale 1h38’

Latina: battute vincenti 5, battute sbagliate 9, muri 7, errori 16, attacco 46%

Piacenza: bv 9, bs 21, m 10, e 27, a 58%

MVP Fernando Hernandez

LATINA – La Lpr Piacenza si porta a casa anche Gara2 dei quarti Superlega Playoff Challenge UnipolSai espugnando in quattro set il PalaBianchini. Ora ha la possibilità di chiudere la serie già domenica 9 aprile a Piacenza. Una gara dai due volti con Latina protagonista nel primo set, ma poi un po’ il calo in attacco dei locali e un po’ la crescita a muro e battuto degli ospititi, hanno cambiato l’inerzia della gara.

Alberto Giuliani schiera Hierrezuelo al palleggio e Hernandez opposto, Alletti e Di Martino (cambio in battuta con Cottarelli regola Under 23) centrali, Marshall e Clevenot schiacciatori, Manià libero. Daniele Bagnoli risponde con Sottile in regia e Fei opposto, Rossi e Gitto al centro, Maruotti e Ishikawa di banda, Fanuli libero. Inizia subito bene Latina con i servizi di Sottile finalizzati da Ishikawa (due muri) sul 6-1, Hernandez (ace) accorcia sul 6-4, ma la Top Volley con Gitto (muro), Maruotti allunga 9-4 e poi con Rossi e Gitto (muro) 16-8, ace di Marshall per il 18-14, girandola di cambi con il set che si chiude 25-19. Inizia bene Piacenza il secondo set con Hernandez (un ace), Cottarelli (un ace) e Alletti sul 6-13, con i servizi di Ishikawa (un ace) Latina accorcia 12-13, Piacenza allunga 17-21 e chiude 20-25. Terzo setcon avvio in equilibrio poi Piacenza sblocca portando si 8-12, Fei (un ace) al servizio pareggia i conti sul 15-15, ancora la Lpr con Cottarelli (ace) e i muri di Hierrezuelo 18-22, ma Maruotti (un muro) ricuce 21-22 ma Clevenot chiude 22-25. Nel quarto set Bagnoli tenta le carte Klinkenberg schiacciatore e Penchev opposto, ma Di Martino stampa due muri per lo 0-4, Hernandez (un ace) allunga 6-13, rientra Fei che accorcia sul 13-17 ma Clevenot e Marshall chiudono 17-25.

S’inizia con le diagonali Hierrezuelo-Hernandez, Alletti-Di Martino, Marshall-Clevenot, Manià libero; Sottile-Fei, Rossi-Gitto, Maruotti-Ishikawa, Fanuli libero. Contrattacco di Marshall (0-1), primo tempo di Gitto, contrattacchi di Fei e Ishikawa e muro di Ishikawa, 5-1 e Piacenza ferma il gioco. Si torna in campo con un altro muro di Ishikawa (6-1), ace di Hernandez e Hierrezuelo di prima intenzione (6-4), muro di Gitto e contrattacco di Maruotti (9-4), Rossi, errore di Marshall e muro di Gitto (16-8) e Giuliani chiede timeout. Contrattacco di Hernandez (16-10), ace di Marshall e contrattacco di Clevenot (18-14), dentro Parodi e Yosifov, sul 23-18 rientrano Marshall e Di Martino, invasione Hierrezuelo che chiude il parziale 25-19.

Secondo set con Giuliani che ruota la formazione, contrattacco di Hernandez e ace di Cottarelli, 3-6 e Bagnoli ferma il gioco. Muro di Alletti (3-7), errore di Fei, 6-13 e timeout Latina. Ace di Ishikawa e infrazione di seconda linea di Hernnadez, 9-13 e Giuliani chiede tempo. Si riprende con un contrattacco di Maruotti, invasione di Hierrezuelo e contrattacco di Fei (12-13), errore di Maruotti (14-17) errore di Fei (17-21), pipe di Clevenot che chiude il set 20-25.

Terzo set, contrattacchi di Clevenot e Hernandez (1-3), errore di Marshall (5-5), ace di Hernandez (6-8), errore di Ishikawa (7-10), errore di Gitto, 8-12 e timeout di Bagnoli. Errore di Hernnadez (10-13), contrattacco di Hernandez (11-15), ace di Fei e contrattacco di Ishikawa, 14-15 e Giuliani ferma il gioco. Ace di Fei (15-15), ace di Cottarelli (15-17), dentro Klinkenberg, muro di Hierrezuelo, 16-19 e timeout Latina. Dentro Parodi e poi Yosifov, muro di Hierrezuelo (18-22), rientra Ishikawa, muro e contrattacco di Maruotti, 21-22 e Piacenza ferma il gioco. Contrattacco di Hernandez (21-24) e Clevenot chiude 22-25.

Quarto set con Klinkenberg schiacciatore e Penchev opposto, doppio muro di Di Martino e ace di Alletti, 0-4 e timeout di Bagnoli che inserisce Quintana. Muro di Maruotti (3-5), muro di Hierrezuelo (4-8), ace di Hernandez (5-10), contrattacco di Hernandez ed errore di Penchev (6-13), dentro Fei, contrattacco di Fei (11-16), ace di Maruotti (13-17), ace di Clevenot e contrattacco di Marshall per il 17-25.

Daniele Sottile: “Si è complicata la situazione. Sia oggi che domenica non abbiamo sfruttato le occasioni che hanno concesso. Siamo stati bravi nel primo set ma poi abbiamo faticato in attacco”.

Daniele Bagnoli: “Siamo in buone condizione lo abbiamo dimostrato nel primo set. Nel secondo siamo un po’ calati e contro una squadra come Piacenza non te lo puoi permettere. Noi però abbiamo tenuto in ricezione, mentre in attacco siamo andati a tratti. Dobbiamo stare sereni e mantenere la concentrazione, perché possiamo ancora riaprire la serie”.

Fernandez Hernandez: “La lunga trasferta di otto ore ha certamente pesato sul nostro rendimento del primo set, poi abbiamo iniziato a fare il nostro gioco e siamo cresciuti a muro e in battuta. Domenica mi aspetto un’altra sfida difficile perché Latina ha degli ottimi giocatori esperti come Sottile e Fei che non lasceranno la presa, noi cerchiamo di chiuderla”.

Fonte: Ufficio Stampa Top Volley