SERIE B, CAMPIONATO A RISCHIO

Serie B e Lega Pro, si rischia il blocco dei campionati 2017/18: caos totale, tutti i dettagli

Serie B e Lega Pro rischiano un nuovo clamoroso tonfo a seguito delle modifiche alla Mutualità per i club calcistici.

 

 

Serie B, il blocco del campionato 2017/18 non è solo un’eventualità ma uno spettro che si sta  via via materializzando. Quello che sta accadendo nelle aule di Montecitorio, rischia di mettere in ginocchio il torneo cadetto. Il tutto a causa della riforma delle Mutualità che colpirà in maniera schiacciante il mondo del calcio. Ma andiamo con ordine. Prima delle novità che verranno introdotte dal 1 luglio, la mutualità per quanto concerne la Serie B era così suddivisa: il 10% dei ricavi da diritti televisivi della Serie A veniva destinato alla Serie B, 4% riferito alla Mutualità generale e il restante 6% alla Mutualità CPI.


La Mutualità generale è quella che riguarda investimenti sul settore giovanile e sugli impianti, mentre quella CPI è quella che rappresenta una sorta di contributo per i costi di gestione delle società. La mutualità CPI garantiva insomma la sostenibilità di alcuni club, ed è proprio questa che dall’1 luglio verrà improvvisamente eliminata. Rimarrà infatti in vigore, secondo quanto riporta Calcio&Finanza, solo la Mutualità generale. Come detto in precedenza, dunque, questi fondi saranno utilizzabili solo per spese per infrastrutture e lo sviluppo dei settori giovanili, e non per coprire i costi di gestione come era in precedenza. Già negli anni passati i fallimenti estivi e le squadre con l’acqua alla gola erano numerosissime, adesso tale numero crescerà a dismisura.

In media il club di Serie B hanno una perdita annua di 4 milioni di euro, che veniva coperta per circa il 50% dalla Mutualità CPI. Già così si andava incontro a penalizzazioni e fallimenti, figuratevi un po’ senza questo 50%. Per questo motivo, le Società di Serie B stanno già seriamente considerando il blocco del campionato 2017/18. Lo stesso problema identico lo avrà la Lega Pro, che riceverà sì una percentuale dei diritti tv della Serie A, ma adesso non potrà utilizzarla per coprire i costi, ma solo per migliorare l’impiantistica ed i settori giovanili. Una nuova estate caldissima ci aspetta dunque: penalizzazioni e fallimenti saranno all’ordine del giorno, a  meno che non si cambi rapidamente la rotta intrapresa.

wp-image-1484531059jpeg.jpeg

Per approfondire http://www.calcioweb.eu/2017/03/serie-b-lega-pro-si-rischia-blocco-dei-campionati-201718-caos-totale-tutti-dettagli/10087331/#VRWRHOPLGiDv0cYC.99

Annunci