L’ANGOLO TIMEOUT DI DANIELE SANTAMARIA MAURIZIO 


QUEI MALEDETTI ULTIMI SEDICI METRI

Una gara dai due volti,quella di ieri con il Cesena dove all’esito solo volti scuri,tra cui il mio.Il pareggio accontenta solo chi consapevole di una possibile nuova battuta di arresto guarda il classico bicchiere mezzo pieno.Le illusioni di poter portare a casa l’intera posta in palio tramontano allorquando il vero centravanti d’area e non le imitazioni sbiadite di un ruolo che è il perenne tallone d’Achille della compagine nerazzurra,tale Cocco profitta di una dormita difensiva per piazzare con un colpo di testa il primo centro della partita.Fino a quel punto i nerazzurri tanto cuore e rabbia ma negli ultimi 16-8 metri in balia della più grossolana approssimazione con regali autentici alla difesa romagnola,se facciamo salvi due tiri di Bonaiuto e qualche altra pallonata infranta contro le insegne pubblicitarie a bordocampo il resto è poca cosa.Secondo tempo con una rete da recuperare panico totale nei primi quindici minuti con il Cesena deciso a chiudere la partita ed il Latina schiacciato nella propria metà campo incapace di ripartire.Ma perchè è avvenuto tutto questo?I Romagnoli hanno preparato benissimo la gara dimostrando di aver studiato perfettamente il profilo tattico del Latina,ci hanno aggrediti alti impedendoci di viaggiare tra le linee di centrocampo puntando ad inibire sia i mediani che i centrocampisti.Questo modus operandi da parte del Cesena aveva però i suoi vantaggi per il Latina,si aprivano molto lasciandoci giocare e spesso concedendo molte praterie sulle quali gli esterni hanno poco inciso.Quando la palla veniva giocata nella loro metà campo Corvia e Bandinelli non sono mai stati in grado di impensierire la retroguardia Cesenate.Nel secondo tempo la perla di Della Fiore su calcio piazzato riaccendeva l’entusiasmo e nonostante l’ingresso di Insigne rivelatosi fondamentale e quello di De Giorgio e Rolando hanno negli ultimi minuti illuso il pubblico del Francioni che si potesse realizzare la vittoria degli ultimi secondi ….la pia illusione è durata per altrettanti secondi,sempre troppo pochi per cucire un gioco per troppo tempo sfilacciato.Nel post partita le dichiarazioni sono sempre le stesse e suonano ormai in un repertorio destinato a fomentare solo pressapochismo,personalmente resto fiducioso ma preoccupato,la tela di Penelope tessuta fuori casa e disfatta in casa non la reggo più.

wp-1477649322163.jpg

marcelli

Annunci