LE CONFERENZE STAMPA POST LATINA CESENA.


Arriva il migliore in campo del Latina in conferenza stampa, ovvero Dellafiore: “I tre punti li speravamo tutti, ma per come si era messa la partita siamo riusciti almeno a pareggiare e guardiamo positivo da questo lato con sabato che abbiamo un altro scontro diretto. Si sente il fatto della possibile penalizzazione sul morale soprattutto dopo il gol, quindi mentalmente si può essere più insicuri, però abbiamo tenuto botta e sapevamo di poterla riprendere. Alle vicende societarie ci pensi perché ci sono ragazzi che non hanno percepito lo stipendio ed abbiamo persone che vivono attraverso noi e quindi ci possono essere altri pensieri ma ci dobbiamo concentrare sul campo e sul salvarci per tutelare la squadra e la città. Andava bene che segnasse chiunque dei miei compagni, fa piacere. Siamo convinti e ci crediamo ancora, così come dimostrato a Terni e con la reazione di oggi e lotteremo fino alla fine. A Trapani sarà dura perché venivano da una serie importante e sono partite fondamentali anche per loro e ci dobbiamo andare concentrati come l’ultima trasferta.”


È il turno di Camplone tecnico del Cesena: “Quando non chiudi la partita è normale che c’è il ritorno della squadra avversaria e abbiamo rischiato addirittura di perderla ma abbiamo anche avuto le nostre occasioni. La rabbia dell’ultima sconfitta l’abbiamo messa tutta in questa partita. Il pressing alto ha sorpreso il Latina e stavamo gestendo molto bene. Poi con l’ingresso di Insigne che è un giocatore veloce è normale poter soffrire di più. È un peccato per noi in questo periodo che ci gira male ma dobbiamo ripartire dalla prestazione. Il Latina ha i mezzi per salvarci come noi, deve cercare di fare più punti possibili perché i giocatori e le qualità ci sono e comunque oggi ha fatto una buona prestazione.”


È il turno di Vincenzo Vivarini. “Camplone ha studiato bene la partita, ci è venuto a prendere alto che non lo ha mai fatto, facendo una partita intensa. Hanno fatto un grande primo tempo dove comunque abbiamo risposto colpo su colpo, ma scegliendo sempre la soluzione più difficile che è un nostro difetto. Poi anche con i cambi abbiamo avuto fortuna e siamo riusciti a riorendre la partita ma non siamo riusciti a fare un altro gol. Ci tenevo a dare continuità alla partita di Terni, non dobbiamo perdere ma dobbiamo anche cercare di vincere. Speravo di andare in vantaggio che così poteva essere tutt’altra partita. Comunque abbiamo guadagnato un punto sulle varie squadre che hanno perso. Noi giochiamo ad alta intensità, ora dobbiamo recuperare le forze in vista di Trapani. Avevo detto che oggi sarebbe stato fondamentale chi sarebbe entrato, perché loro hanno sempre dei cali nella ripresa. Io volevo vincere la partita così, inserendo un giocatore come Insigne che dava velocità e profondità. Le partite si studiano e potevamo fare un pochetto meglio ma va bene così. A livello di corsa non mi posso lamentare, ma adesso dobbiamo valutare chi starà bene per Trapani. Abbiamo pareggiato nel momento peggiore nostro, Insigne e de Giorgio ci hanno dato freschezza. Ho visto De Vitis stanco nel finale ma valuteremo adesso in settimana. De Giorgio ha grandissima qualità, non ha più lo spunto, ma tecnicamente e tatticamente sono contento di averlo anche perché è un grande professionista che ha sposato la causa. Lui dove serve lo usiamo e si riesce anche a sacrificare ed è molto utile. Bonaiuto mi fa arrabbiare perché ci potrebbe fare la differenza, ma gli manca un pizzico di convinzione in più. Nel primo tempo ha fatto giocate importanti ma poi si perde in un bicchier d’acqua. In ogni caso ci dà una mano ma gli manca quel pizzico per essere decisivo è per risolvere la nostra solita mancanza negli ultimi 30 metri.”

Annunci