​LUCCHESI: “QUELLA TELEFONATA A CASSANO…”

Nel corso della trasmissione “Monitor” condotto da Egidio Fia dagli studi di Lazio TV, il Responsabile Tecnico del Latina, Fabrizio Lucchesi, ha ammesso che in questi ultimi giorni ha effettuato una telefonata niente popò di meno che a Antonio Cassano  (“fantantonio”),il quale, ovviamente, ha declinato l’invito.

Il Direttore Generale della società pontina ha svelato questo suggestivo scenario nell’argomentare la necessità di operare  cessioni con ingaggi insostenibili prima di pensare agli acquisti. In particolare, Boakye aveva il costo spropositato di sei milioni, ossia un onere che da solo valeva quanto tutti le spese della società nerazzurra. Allorché, il conduttore dell’interessante programma, Egidio Fia, ha sbottato: “A quel costo si sarebbe potuto prendere Cassano”. E Lucchesi: “Il pensiero c’è stato così come la telefonata ma per il momento non se ne fa niente. Antonio mi deve un favore: l’ho portato a Roma per cinquantadue miliardi…


Annunci

LATINA, CON IL NOVARA È FONDAMENTALE RIPARTIRE!

Latina Novara sarà l’anticipo della 26° giornata di serie B. I Pontini, a quota 26 punti con il diciannovesimo posto in classifica, devono assolutamente ripartire dopo un inizio di 2017 che, a parte la splendida vittoria con il Verona al Francioni, ha conosciuto le sconfitte con Spezia, Frosinone e Benevento che hanno interrotto la striscia di risultati utili consecutivi della banda di Vivarini che è terminata a 10 partite. L’istanza pre fallimentare di oggi non ha recato alcuna sorpresa, ed ora la testa deve tornare di nuovo al campionato. La necessità sono i punti, gli avversari il Novara di Roberto Boscaglia, dodicesimi in classifica con 31 punti. 29 gol fatti (due in più del Latina) e 30 subiti (uno in meno del Latina), la squadra piemontese non si è di certo messa in mostra per essere una squadra da trasferta: 8 sconfitte, 3 pareggi per 0 a 0 e quindi il meraviglioso 4 a 0 inflitto al Verona al Bentegodi, questo è il ruolino di marcia del Novara nelle 12 trasferte precedenti alla sfida del Francioni. Sono solo 11 i gol siglati fuori casa contro i 18 subiti. Il Latina invece ha conosciuto sconfitta nel suo fortino solo una volta, ovvero nel derby casalingo con il Frosinone. Dati questi che in un certo senso fanno ben sperare, ma le partite vanno vinte sul campo. È vero che il calendario ha messo di fronte al Latina 4 tra le squadre migliori di questa serie B in questo inizio 2017, ma 3 soli punti in 4 partite sono stati troppo pochi e hanno fatto immergere il Latina in quelle acque pericolose che seguivano la scia neroazzurra. Adesso serve la reazione. Mister Vivarini, eccezion fatta per Pinato infortunato e per Di Matteo squalificato, ha a disposizione tutto l’organico. Si andrà molto probabilmente verso l’ormai classico 3-4-3, dove protagonisti saranno Insigne e Bonaiuto con Corvia, tornato capocannoniere in solitaria della squadra dopo il gol al Benevento: da qui deve ripartire il Latina, ovvero da un attacco che tranne contro il Frosinone, è sempre andato in gol in queste ultime 4 partite. Certo il primo tempo di la Spezia, gran parte del derby e 70 minuti di Benevento sono da dimenticare, ma questa squadra stravolta anche dal mercato ha comunque dato segni di vita. Proprio dal mercato (degli svincolati) è arrivato un ulteriore attaccante, il croato Marko Jordan, classe 90 che vede nella velocità la sua caratteristica principale: 112 presenze in carriera condite da 24 gol. Si dice volenteroso di fare molti gol, ma la sensazione è che la prima scelta a sostituire Corvia sarà ancora Regolanti, con Jordan che potrebbe ritrovarsi come Boakye ad agire per lo più sulle fasce esterne dove scalpita anche De Giorgio. Al di là dei nomi però è un Latina che deve ricominciare ad avere quello spirito di squadra che aveva raggiunto l’apice nel due a zero al Verona. È passato quasi un mese da quella partita, sono cambiate molte cose, ma non si deve perdere di vista il vero obiettivo di questa squadra: fare punti per ottenere la salvezza in campo oltre a quella fuori dal rettangolo di gioco delegata a chi di dovere.

I CONVOCATI PER LATINA-NOVARA. FISCHIERA’ BARONI DI FIESOLE

wp-image-642718989jpg.jpg

Per la gara contro il Novara Vincenzo Vivarini ha convocato 23 calciatori

Portieri: Pinsoglio, Grandi, Bortolameotti

Difensori; Brosco, Bruscagin, Coppolaro, Dellafiore, Garcia Tena, Macciuca, Varga

Centrocampisti: Bandinelli, De Vitis, Mariga, Nica, Rooca e Rolando

Attaccanti: Buonaiuto, Corvia, De Giorgio, Insigne, Negro, Jordan e Regolanti

Indisponibile: Pinato (anche se in settimana è stato reintegrato al gruppo). Squalificato: Di Matteo per via del doppio giallo ricevuto al Vigorito di Benevento.

 

latina_calcio_allenamenti-2.jpg

Questa invece la lista dei convocati del Novara per la trasferta di domani a Latina

Portieri: David Da Costa, Elia Benedettini, Lorenzo Montipò

Difensori: Marco Chiosa, Lorenzo Dickmann, Philippe Koch, Edoardo Lancini, Andrea Malberti, Gennaro Scognamiglio, Magnus Troest

Centrocampisti: Krisztian Adorjan, Federico Casarini, Antonio Cinelli, Tomasz Kupisz, Ransford Selasi

Attaccanti: Francesco Di Mariano, Andrey Galabinov, Antonio Lukanovic, Federico Macheda, Gianluca Sansone


La conferenza stampa di Boscaglia alla Vigilia di Latina – Novara, gara valevole per la 26^ giornata del campionato di Serie B ConTe.it.

Risultati immagini per boscaglia novara

Galabinov è recuperato, Mantovani e Calderoni non saranno della partita perchè non sono al meglio. Esordio di Lancini? Può essere, è un ragazzo che conosco e so che ci può dare una mano. Giochiamo su un campo difficile e temibile – sostiene Mister Boscaglia – contro una squadra che ha bisogno di punti e a gennaio si è rinnovata, ha un mix interessante di giovani ed esperti. Quello che succede fuori dal campo non credo possa generare scoramento, quando il futuro della società è in discussione gli organici si fortificano ancora di più. Basti guardare il caso del Pisa, non è una novità…Non spetta a me giudicare, ci sono persone addette alla risoluzione di questi problemi

Quindi istruisce la platea dei giornalisti circa lo stato della squadra: “Stiamo bene, veniamo da buone prestazioni non coronate dalla vittoria, ma se andiamo a guardare quello che abbiamo fatto e concesso, il saldo è in attivo. Dobbiamo portare a termine le partite nel modo giusto, è l’aspetto fondamentale da migliorare. Calci piazzati? Non ci sono squadre che non subiscono gol su palla inattiva, ma dobbiamo migliorare, stare più stretti e attenti sulle marcature.


 

Risultati immagini per niccolò baroni arbitro

Dal sito dell’AIA arrivano le designazioni arbitrali per la 26^ giornata di Serie B:

Bari-Ternana: Mainardi
Carpi-Brescia: Abisso
Cittadella-Avellino: Marini
Latina-Novara: Baroni
Perugia-Virtus Entella: Illuzzi
Pisa-Frosinone: Ghersini
Pro Vercelli-Benevento: Pasqua
Salernitana-Cesena: La Penna
Spezia-Trapani: Piccinni
Verona-SPAL: Di Paolo
Vicenza-Ascoli: Marinelli

 

Niccolò Baroni, il trentatreenne arbitro di Fiesole, promosso al C. A.N. di B nel 2016, vanta un solo precedente con il Latina. Per i pontini ha fischiato, infatti, l’incontro interno di Coppa Italia col Matera laddove Daniele Paponi ha segnato un gol da cineteca.


MANCINI: “NON ERA SEMPLICE MA CE L’ABBIAMO FATTA” 

“Non potevamo fare nulla di più”. Dice Benedetto Mancini in conferenza stampa. “Dovevamo tutelare il Latina Calcio per cui quanto pattuito è la miglior soluzione che potessimo prendere . Di fronte – continua il numero uno di Piazzale Prampolini – non avevamo un’azienda, ma la Procura che ha ravvisato delle irregolarità che non permettevano una trattativa. La difesa ha cercato di provare a dimostrare che c’era una possibilità di andare avanti con un piano finanziario. L’istanza verteva su problematiche e operazioni non del tutto regolari compiuti negli anni precedenti; da qui quell’ammanco nelle casse fatto ad hoc del quale qualcuno dovrà risponderne. La nuova società, ovviamente, era ed è totalmente estranea a fatti avvenuti negli anni precedenti. Per tale motivo ci siamo auto costituiti e siamo andati in udienza oggi chiedendo il fallimento e nello stesso momento l’esercizio provvisorio per tutelare il titolo sportivo e depositando in tribunale una richiesta irrevocabile di acquisto per far sì che l’attività sportiva della società continui senza problemi, come prevede l’articolo 52 delle NOIF come successo già per Bari, Pescara e altre società. Adesso dovremo presentare entro il 27 febbraio i conti e il costo dell’esercizio provvisorio, che supporta il giudice fallimentare nella decisione alla Camera di Consiglio che verrà presa più in là. Quello che fa piacere, nelle difficoltà che c’erano nel far coincidere le due cose, è che siamo riusciti a tutelare quello che a noi stava maggiormente a cuore. L’esercizio provvisorio – spiega Benedetto Mancini – non è una cosa scontata, devi chiederlo e il Tribunale deve accettarlo. Se c’è l’ok della Procura, è l’istante che lo accetta e il Tribunale non dovrebbe avere difficoltà. L’ostacolo era quello, presentarsi in maniera ordinata e con un progetto vero. Il giudice ci ha chiesto soltanto di fare una relazione tecnica, per dare alla curatela i numeri di quello che darà. Lasciamo in pancia 2 milioni tra crediti, mutualità e campagna trasferimenti“.

Sull’argomento stipendi, il Presidente si è espresso in questi termini: “Non possono essere pagati oggi, perché l’impegno deve essere preso da un’altra società. Il Latina non aveva in questo momento immissione di liquidi, gli ultimi erano i crediti della Lega. Li abbiamo messi da parte, ma per questa situazione eravamo fermi e non ci sono stati mandati. L’esercizio provvisorio serve a questo, li troverà nel momento in cui subentrerà il curatore. Saranno pagati tra 3-4 giorni”.
Per riguarda le possibili penalizzazioni, Mancini ha detto: “Stiamo lavorando, ho parlato con i nostri legali. C’è chiaramente  un impedimento oggettivo che è l’istanza di fallimento, che non ci permette di pagare. Quanti punti? Nell’ordine dei 2 punti, almeno spero. Se l’udienza fosse stata fatta due giorni prima, non ci sarebbero stati problemi”.

Questo il video completo. Materiale audio-video condiviso dalla Pagina Facebook US Latina Calcio

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=1383297788358374&id=228683037153194

“LA ROSA DEL LATINA È STATA INDEBOLITA MA FAREMO DI NECESSITÀ VIRTÙ. SONO FIDUCIOSO” 

Vincenzo Vivarini, tecnico dei pontini, ha parlato in conferenza stampa prima della gara di campionato contro il Novara: “L’udienza di questa mattina? Mi aspetto che oggi ci siano i pagamenti degli stipendi. A me non è stato comunicato nulla, le indiscrezioni e le cose che sono arrivate a me e ai giocatori non sono sufficienti per capire quale sarà il futuro. Quello che stiamo vivendo è surreale, non lo posso nascondere, tutto ciò si riflette sui giocatori, non abbiamo la stessa concentrazione di una squadra che non ha problemi di questo tipo. Noi stiamo provando ad isolarci, proviamo a pensare solo al campo e abbiamo preparato la partita contro il Novara che è una squadra molto forte. Io mi baso sempre sulla grande forza del mio gruppo, abbiamo dei ragazzi molto seri che lotteranno per Latina e per questa maglia. Anche io lotterò con tutte le mie forze per onorare i tifosi e la città. Io riesco a mascherare poco il mio stato d’animo, nel calcio ci vuole esuberanza ed esaltazione e in questo momento qui è difficile nascondere ciò che stiamo vivendo. Come sta il gruppo? Bandinelli ha preso una botta, Insigne ha avuto un problemino alla schiena, De Vitis ha avuto un affaticamento all’adduttore ma si sono allenati tutti e hanno tutti voglia di stare in campo. In settimana abbiamo lavorato per fare meglio la fase di possesso palla. A Benevento dovevamo lavorare meglio su questa fase, anche se di fronte avevamo la migliore squadra in questa fase del campionato e ci hanno sopraffatti con la loro carica e le loro motivazioni. Abbiamo pagato il loro entusiasmo ma spero che contro il Novara possa arrivare il riscatto. Un dato di fatto è che da questa campagna invernale ne siamo usciti abbastanza ridimensionato ma faremo di necessità virtù. Jordan? Sul mercato degli svincolati difficilmente trovi giocatori pronti, Jordan è un po’indietro sul piano fisico e c’è da lavorare sul piano della lingua perché fa fatica a comprendere le indicazioni. Il Novara? Il Novara è una squadra forte, loro si basano molto su Sansone e Galabinov, sono solidi in difesa. Li possiamo sorprendere perché troveremo un modulo speculare al nostro ma abbiamo diverse armi che loro possono soffrire. Cercheremo di limitare i loro attaccanti. Se mi sentourage in discussione? Io ho sempre pronta la valigia sul letto…”

Iscriviti a Latina Sport channel 

“EVITATA LA SCOMPARSA DEL LATINA CALCIO”

CAUTA SODDISFAZIONE IN CASA NERAZZURRA. IL LATINA NON SI È OPPOSTA ALLA RICHIESTA DI FALLIMENTO AVANZATA DALLA PROCURA. 

Appuntamento oggi alle 12.15 nella Sala Stampa del Francioni dove, in conferenza stampa, il Presidente Benedetto Mancini illustrerà una mattina (tutto sommato) positiva.

Iscriviti al canale YouTube “Latinasportchannel”

“IL LATINA CALCIO HA RICHIESTO L’ESERCIZIO PROVVISORIO COME PREVISTO DALLE NORME FEDERALI.” 

CAUTA SODDISFAZIONE IN CASA NERAZZURRA. IL LATINA NON SI È OPPOSTA ALLA RICHIESTA DI FALLIMENTO AVANZATA DALLA PROCURA. 

Appuntamento oggi alle 12.15 nella Sala Stampa del Francioni dove, in conferenza stampa, il Presidente Benedetto Mancini illustrerà una mattina (tutto sommato) positiva.