LATINA: PROVE TECNICHE ANTI-BENEVENTO 


Doppia sedutta di allenamento per gli uomini di Vivarini che può contare su tutti i componenti della rosa, eccezion fatta per Pinato infortunato e Garcia Tena squalificato. Ieri pomeriggio e stamattina lavoro atletico mentre oggi si è lavorato su particolari accorgimenti di natura tattica e tecnica.

Si diceva della squalifica del difensore Garcia Tena che sarà sostituito in campo dal giovane Coppolaro il quale è reduce dalla confortante prestazione nell’ultima di campionato contro il Frosinone. Fa da contraltare il rientro di Dellafiore al centro della difesa nerazzurra dopo la giornata di appiedamento comminata dal Giudice sportivo nel confronto in terra spezzina. Mariga, dopo la prova – decisamente incolore – di sabato nel derby, potrebbe andarsi a sedere in panchina nella delicata gara di sabato, quando il Latina dovrà andare a far visita al sempre più sorprendente squadrone giallorosso del Benevento. Al suo posto potrebbe paradossalmente schierato Di Matteo, giovane che sa come mordere le caviglie agli avversari. Il secondo tempo del derby ha consegnato un De Vitis ritornato agli standard abituali per cui sarebbe ipotizzabile un suo utilizzo nella zona nevralgica del campo nel tentativo di fungere da metronomo e da ispiratore per la velocità di De Giorgio e  per l’imprevidibilità di Roberto Insigne che da quando è arrivato risulta il migliore dei nerazzurri.

istituzionale-def-1.jpg.jpg

dechatlon

PER LA

PUBBLICITA’ SU QUESTO SITO CONTATTARE

0773484502

Annunci

BENEVENTO: PROVE TECNICHE ANTI-LATINA

Risultati immagini per logo benevento calcio

di Matteo Giovanni Troiani – stagista persso C.I.S. – Latinasport.info per “Reggio & Latina fino alla fine”

Per i centrocampisti Buzzegoli, Eramo e Padella continua il lavoro differenziato mentre Mister Baroni li attende con ansia per avere più alternative di gioco. Questo è l’incipit di BeneventoSport che continua dando conto che nel girone di andata l’allenatore ha più volte rispolverato il 4-3-3. In effetti – spiega l’autore – con l’arrivo di Eramo, più adatto nel ruolo di mezzala, questo modulo sarebbe una soluzione perfetta. Ci vorranno però almeno un paio di settimane per riavere a disposizione il giocatore ex Sampdoria e intanto Baroni dovrà risolvere un vero e proprio grattacapo sull’out sinistro.

Ieri mattina – prosegue l’articolo – alla prima seduta della settimana c’erano tutti, anche De Falco impegnato però in un programma specifico. Cresce la condizione di Lopez che assieme a Pezzi potrebbe rappresentare una possibile alternativa vista la squalifica di Cissé. Tra gli osservati speciali per un ruolo da protagonista nel match col Latina ci saranno anche Melara e Pajac, dopotutto il tecnico è stato chiaro nel post – gara del Bentegodi: bisognerà recuperare chi ha giocato meno per fare definitivamente il salto di qualità.

Nella giornata odierna, intanto, la squadra tornerà nuovamente ad allenarsi. Nel mirino c’è un Latina reduce da una sconfitta col Frosinone ma non per questo potrà essere considerato un avversario meno importante rispetto a quelli che la strega ha già dovuto affrontare. Nel Benevento, giocherà verosimilmente anche una vecchia conoscenza.


NEL BENEVENTO QUANTI RRIGGITANI!

Oggi, cari lettori amaranto, dobbiamo parlare del Benevento nella quale militano parecchi ex-Reggina. Quella giallorossa rappresenta la vera e, se vogliamo, la genuina rivelazione di  tutto il panorama della Serie B. Sabato prossimo affronterà in terra sannitica proprio il Latina di Mister Vivarini.

Da Alessio Campagnacci a Fabio Ceravolo, da Nicolas Viola a Fabio Lucioni e Fabrizio Melara hanno vestito la gloriosissima casacca amaranto ai tempi della massima serie e in quella cadetta, Presidente era quel Lillo Foti che ha dato tanto lustro al calcio reggino portandolo nell’Olimpo del Calcio italiano. Quante similitudini, quante analogie e quanta somiglianza tra questo Benevento e quella Reggina che faceva ed ha fatto tremare il ghota del football tricolore.

Risultati immagini per alessio campagnacciRisultati immagini per fabio ceravoloRisultati immagini per Fabio LucioniRisultati immagini per nicolas viola regginaRisultati immagini per Fabrizio Melara

 


“Non ci ho pensato più di tanto a vestire la maglia giallorossa”

viola in questa squadra c e tanta qualita si puo fare bene

 

E’ stato il colpo messo a segno dal Benevento nell’ultimo giorno di mercato. Nicolas Viola ha parlato, nel corso della tramissione “Ottogol” di ieri sera, delle sue impressioni a pochi giorni dall’inizio di questa nuova avventura: “I ragazzi mi hanno fatto sentire subito parte integrante del gruppo. La prestazione di Verona è stata importante e siamo tornati a casa con la consapevolezza che possiamo lottare su qualsiasi campo. Sono davvero felice di essere qua. Appena ho saputo della possibilità di vestire la maglia giallorossa non ci ho pensato più di tanto. Il presidente Vigorito? Mi ha detto “benvenuto in una famiglia”. Questa frase mi è rimasta particolarmente impressa”.

QUALITA’ – “Sin dai primi allenamenti mi ha impressionato la qualità della squadra, unita a una grande voglia di divertirsi. Credo che questi elementi siano fondamentali per disputare un ottimo campionato. La classifica? Non mi sorprende. La squadra che mi ha impressionato di più è stata la Spal”.

CERAVOLO – “Abbiamo giocato insieme per dieci anni tra settore giovanile della Reggina e la Ternana in serie B. Lo vedo molto maturato. E’ il classico attaccante che tutti gli allenatori vorrebbero”.

istituzionale-def-1.jpg.jpg

 

LA CONFERENZA STAMPA DI BANDINELLI

Risultati immagini per filippo Bandinelli

“CONTRO IL FROSINONE ABBIAMO FATTO LA META’ DI QUELLO CHE CI HA CHIESTO IL MISTER. IL BENEVENTO? BELLA SQUADRA MA…”

L’impressione è quella di avere in Filippo Bandinelli un interlocutore di tutto rispetto e soprattutto un ragazzo che sa quello che vuole ottenere dalla vita. E se a soli 21 anni è un leader di un centrocampo di valore come quello del Latina, la perc ezione è ancora più esatta.

“Contro il Frosinone abbiamo seguito solo per metà i consigli e i dettami del nostro tecnico che aveva preparato meticolosamente la gara contro una squadra forte già di suo. Al Francioni ha vinto la squadra più forte ma solo grazie a degli episodi negativi per noi. Prima o poi queste circostanze dovranno pur passare dalla nostra parte. Ora mettiamo una pietra sopra al derby e concentriamoci alla prossima partita. Speriamo già nella prossima  gara contro il Benevento, avversario ostico ma non certamente imbattibile.”

A proposito dei rumors di mercato che lo avrebbero voluto con la casacca della Lazio o dell’Udinese, risponde in questi termini: “Io gioco con il Latina e le altre cose non mi interessano. Però è innegabile che fa tanto piacere quando società importanti e piene di gloria si interessano di te. Io ho ventun’anni e devo migliorare ed imparare  ancora tantissimo per cui cerco di stare con i piedi ben piantati per terra e seguire alla lettera quello che tecnco preparato come Vivarini mi chiede. Io faccio parte integrante di questo gruppo composto da ottime individualità.Anche i nuovi arrivati si stanno intergrando benissimo. Di Giorgio e Bonaiuto sono due ottimi ed esperti calciatori che saranno utilissimi alla causa nerazzurra. L’arrivo di una punta? Io cerco di fare il mio dovere e le altre cose, tra cui il mercato non mi compete.”

Il Latina? “Come dicevo, la squadra nerazzurra è composto da un gruppo coeso e concentrato dove ho trovato ragazzi di una serietà e di una professionalità uniche. Io mi trovo bene e ringrazio Latina e il Latina per avermi concesso questa grande opportunità. A Benevento cercheremo di vendere cara la pelle…” Parola di Filippo Bandinelli.

ADDA PASSA’ A NUTTATA…

 

L’ANGOLO TIMEOUT DI LATINASPORT.INFO

wp-1486198385113.jpg

 

Mo a da passa a nuttata“,….e passato il derby ricominciamo a guardare avanti….. famosissima la frase tratta dalla commedia NAPOLI MILIONARIA, citata nel 3° atto, dove la figlia di Gennaro e Amalia, malata ha bisogno di una medicina, che può salvare la vita della piccola Rituccia, e in chiusura d’atto Gennaro si rivolge alla moglie, con pronta saggezza dicendogli “s’ha da aspettà, Amà ha da passa a nuttata.

Parafrasando queste poche battute di questa famosissima commedia, possiamo dire che la nottata è stata lunga ben 3 giorni, aspettando i risultati dei posticipi di domenica e lunedi, e rivederci dentro l’attuale situazione del Latina calcio, dove la medicina è un attacante di ruolo, che cominci a fare gol importanti e pesanti per poter pilotare verso una tranquilla salvezza la nave nerazzurra. Purtroppo la sconfitta con il Frosinone ha ulteriormente evidenziato la pochezza dell’attaco latinense, e posizionato la squadra nerazzurra in una situazione di classifica alquanto preoccupante e pericolosa, visto il risultato ottenuto dal Cesena in quel di Carpi, e il punto strappato dall’Avellino in terra sicula, tenendo conto che Sabato si è attesi da una trasferta insidiosissima in quel di Benevento.Molti sono i nomi che si fanno e vengono accostati al Latina, si va da Piovaccari a Obinna,per arrivare a Rolando Bianchi, questi sono gli ultimi 3 nomi usciti in questi giorni, senza andare a citare e ricordare gli altri. Sicuramente il più suggestivo dei 3 è quello del cittadino onorario di Reggio Calabria, Rolando Bianchi, ebbene sì ,si conquistò quest’onorificenza compiendo un vero e proprio miracolo sportivo nella stagione agonistica 2006/2007, quando con i suoi 18 gol in 37 partite riusci ad annullare la penalizzazione di 11 punti in classifica, comminatagli in seguito allo scandalo di Calciopoli, dove la squadra dello stretto rimase invischiata. Possiamo definirlo un vero e proprio cavallo di razza, classe 1983, giocatore da un lunghissimo curriculum in serie A con Atalanta, Reggina, Cagliari, Lazio, Bologna,ed esperienze all’estero prima nella Premier League con il Manchester City e poi nella Liga con il Maiorca, per tornare in Italia ed accasarsi a Perugia dove a Gennaio di quest’anno ha recisso il contratto andandosi a collocare tra le liste degli svincolati.La sua consacrazione totale avviene durante il periodo granata dove colleziona 180 presenze e 77 gol. Piovaccari è una seconda punta e predilige attaccare da dietro le spalle del centravanti, è dotato di uina buona tecnica individuale, giocatore con grande esperienza in campionati esteri,nota negativa che nell’ultimo anno ha giocato pochissimo.Obinna è un 1987 ed è una mezza punta, anchegli come Piovaccari preferisce giocare partendo da dietro le spalle del centravanti e all’occorrenza può anche ricoprire il ruolo di esterno. Dopo i primi anni in Italia tra Chievo ed Inter la sua carriera si svolge prevalentemente all’estero, Spagna,Russia,Germania,Inghilterra,Romania, lo si può definire un vero e proprio globetrotter del calcio.Sicuramente il suo stato di forma non sarà dei migliori visto che negli ultimi 24 mesi ha disputato solo 17 spezzoni di partita. Mister Vivarini credo non abbia tempo per poter far si che Victor Obinna possa rientrare nei suoi piani.L’attuale dirigenza deve decidere e decidere in fretta. Il campionato di serie B è un campionato dove nulla è dato per scontato,e proprio questa sua caratteristica che lo rende insidioso e pericoloso,e invischiarsi adesso nei bassi fondi della classifica dove tutte le squadre stanno recuperando punti sul Latina di certo non lascia ben sperare.Il nostro augurio è che al più presto si possa acquistare una punta di prima fascia che permetta di fare il salto di qualità necessario per raggiungere una tranquilla salvezza e mantenere la categoria.

PESCARA: INCENDIATA AUTO DEL PRESIDENTE DEL PESCARA CALCIO

Nella notte sulla Riviera Nord. Pochi dubbi sull’azione dolosa

(ANSA) – Incendiata nella notte l’auto del presidente del Pescara Daniele Sebastiani: è accaduto alle 3:30 lungo la Riviera Nord. A dare l’allarme è stato lo stesso massimo dirigente biancazzurro e il rogo è stato poi domato dai vigili del fuoco. Danni anche ad un’altra vettura. Sono in corso indagini da parte della polizia, ma non ci sarebbero dubbi sull’azione dolosa di ignoti.
Nei pressi dello stadio Adriatico, negli ultimi giorni erano apparse scritte offensive verso il presidente, mentre domenica scorsa, prima e dopo la gara casalinga con la Lazio persa dagli abruzzesi per 6-2, Sebastiani era stato pesantemente contestato dai tifosi. Lo stesso Sebastiani aveva quindi dichiarato di stare valutando la possibilità di lasciare la società a fine stagione.

L’Accademia Sport vince 1-4 in trasferta contro il fanalino di coda del Città di Pontinia

Calcio a 5 – Serie C2 – Girone A

 

La squadra di mister Antici (in panchina Massimo Ripanti) esce vittoriosa dal Palazzetto dello sport di Pontinia per 4-1 grazie alla doppietta dell’evergreen Gaetano Marino (vero trascinatore di questo gruppo), Francesco Salate Santone e ad un autogoal.

La prima frazione di gara è stata ben giocata dalla squadra orange anche se, ancora una volta, le occasioni create sono state tante ma ben poche quelle finalizzate in goal di fatti la prima frazione di gara si conclude con il risultato di 0-1 grazie al goal di Marino La seconda frazione di gioco inizia con diverse azioni da ambo le parti non capitalizzate, ma a 15 dal termine è sempre “bomber” Marino con la sua doppietta personale a provare a chiudere la gara, ma gli ospiti la riaprono subito con la rete del 1-2. La squadra del presidente Bertoni arriva al bonus dei 5 falli e Santone su tiro libero segna il goal del 3-1 e a un minuto dal termine arriva la rete del definitivo 1-4 grazie ad un autorete realizzata dai padroni di casa.

A fine gara la contentezza di Marino :”Sono felicissimo per i due goal segnati ma ancora di più per i tre punti presi che ci aiutano a salire in classifica e a tentar di salvarci , senza dover ricorrere ad i play out.Vorrei fare i complimenti alla società perché ancora una volta è stata impeccabile, è riuscita ad organizzare il tutto nonostante la concomitanza di alcune partite del settore giovanile ,ed un grazie speciale vorrei farlo a Massimo Ripanti che nonostante  gli impegni lavorativi  ci è sempre vicino e quando può ci viene a dare una mano”

 

Città di Pontinia: Pollinari, Pasqualini, Baldin, Barontini, Bruzzese, Caringi, Bglioni, Campolini, Buongiorno, Lorenzetto, Magon. ALL.Ciaramella(in panchina Quercivi)

 

Accademia Sport: Saccucci, Tullio, Santone, Vagliano, Tersigni, Siniscalchi, Rosianu, Marino, Sinceri, Russo, Saccucci ALL. Antici (in panchina Ripanti)

 

Marcatori: 2Marino, Santone, autogoal

Visualizzazione di ACCADEMIA_MARINO pinky.jpg