ROLANDO BIANCHI A LATINA? NICK AMORUSO: “LO ESCLUDO”

Rolando Bianchi, che non ha trovato spazio in questa prima parte di stagione, ha rescisso il contratto che lo legava al Perugia. Adesso da “disoccupato” sta guardandosi attorno ma sembra stia strizzando l’occhio al Pisa, alla disperata ricerca di un attaccante con il fiuto del gol.

“So che Rolando è stimato dalla nuova proprietà e anche dall’allenatore nerazzurro, Gennaro Gattuso. Ma per ora un contatto diretto non c’è stato”, ha raccontato a http://www.calciomercato.biz il fratello agente, Riccardo. 

Più di qualcuno ci ha chiesto se i Latina fosse interessato a lui ed allora, solleticati dalla curiosità – o forse dalla folle speranza di vederlo all’opera al Francioni con la maglia nerazzurra – nel corso di un’intervista, a riguardo, abbiamo deliberatamente chiesto all’ex bomber della Reggina, Nick Amoruso, suo ex compagno di squadra nella Reggina di Mazzarri e suo grande amico: “Non credo si voglia accasare lontano da Brescia. Escludo Latina ma non si può mai sapere. So comunque per certo che ha declinato l’offerta di due importanti società di Lega Pro. Rolando può ancora dare tanto, credimi.”

Ci crediamo. E non possiamo far altro che fare spallucce.

Annunci

“Bari – Latina 2-2 Il Film in Real Audio HD coreografia, cori, tifosi”

Ci ha contattato l’amico Cosimo U Min pregando di pubblicare questo video.

Un sogno chiamato Rodriguez 

Alejandro Rodriguez ha giocato una buona partita in Coppa Italia, peccato che non abbia avuto la lucidità necessaria per concretizzare le occasioni che gli sono capitate contro la Roma. Ma avrebbe lasciato il Cesena se proprio il 31 pomeriggio si fosse concretizzato un giro di attaccanti: c’erano gli accordi totali per il suo trasferimento a Latina e per quello di Puscas al Cesena. Poi il Benevento non ha preso un’altra punta, ha trattenuto Puscas e così anche Rodriguez ė rimasto in Romagna. Lo sostiene  Alfredo Pedullà a conferma di quanto ha riferito il D.G. Fabrizio Lucchesi nella conferenza stampa di ieri mattina 

MARINO: “SPERO SIA UNA SEMPLICE GIORNATA DI SPORT”

Conferenza stampa anche per il tecnico del Frosinone. Pasquale Marino ha parlato in vista della sfida di domani contro il Latina, uno dei derby più sentiti di tutta la categoria: “In settimana la mia squadra si è allenata bene. Queste sono gare che si caricano da sole. Abbiamo una squadra esperta con pochi giovani e, in virtù di ciò sappiamo che in campo dovremmo capire quando usare la sciabola e quando il fioretto. Mi auguro – continua Marino – che sia una bella partita senza episodi di violenza, una semplice giornata di sport e di divertimento e che gli sfottò delle tifoserie possano rimanere tali. Credo che il campo dirà se abbiamo agito bene o no sul mercato, la società ha cercato di muoversi come meglio non poteva per sostituire i buchi lasciati da chi è andato via o da chi si è infortunato e poi abbiamo preso giocatori di prospettiva come Mamic, Cojocaru e Besea”.

ADESSO SI PARLI SOLO DI CALCIO

aviary-image-1475333572056.jpeg

Mentre Latina tra poche ore subirà la metamorfosi della città militarizzata in attesa che la carovana giallo-blù del lontano casello inizi la sua discesa verso la pianura pontina, la tifoseria Nerazzurra scalda i motori in vista del 50esimo derby della storia calcistica nostrana.

Spero che l’argomento Scaglia dopo il vergognoso retroscena svelato dalla Società, venga rapidamente archiviato e si guardi oltre. Non tutto mi è piaciuto di quello che ho letto, dai soliti sfascisti sempre pronti a denigrare e a fomentare teoremi al chiacchiericcio sui social ispirato solo a creare malcontento. Ho apprezzato la maggior parte dei tifosi che non hanno perso la testa, che prima di sparare a zero su Società e mercato si sono chiesti “Attendiamo di conoscere la versione degli interessati, della società e del DS Lucchesi” che ha chiarito le difficoltà del mercato ed unitamente a quanto ribadito dal DG Dott. Mancini, per quel che concerne gli obiettivi a breve e lungo termine, con la salvezza del Latina da conquistare non solo sul campo ma anche in Tribunale.

Ora si parli solo di calcio, ci si compatti intorno ad una squadra che anche con i nuovi innesti saprà consolare le vedove di Scaglia-Moretti e compagnia cantanti, nel calcio i giocatori passano i valori restano, chi ha deciso di non abbandonare la nave lo ha fatto nella piena consapevolezza di poter esprimere sul campo la stessa forza di sempre e senza condizione o riserva alcuna.

Forza ragazzi, cancellate dalla nostra memoria quell’orrendo 4-1 e sappiate come contro il Verona collezionare una partita perfetta… perchè domani vi sara’ “LA PARTITA”.

L'immagine può contenere: una o più persone, folla, stadio, spazio all'aperto e sMS

NOI SIAMO TUTTI CON VOI.

NON PASSA IL CANARINO

“FORZA LATINA”

LATINA-FROSINONE: I CONVOCATI PER L’INCONTRO DELL’ANNO 

Il Latina Calcio ha diramato, attraverso  i propri canali telematici, la lista dei 22 convocati  che elenchiamo qui di seguito:

Portieri: Pinsoglio, Grandi, Rausa,

Difensori: Brosco, Bruscagin, Celli, Coppolaro,  Garcia Tena,  Maciucca, .

Centrocampisti: Bandinelli, Di Matteo,  Rolando, Rocca, Mariga, Nica,

Attaccanti: Buonaiuto, Corvia, De Giorgio, De Vitis, Insigne, Negro, Regolanti,

Resta indispensabile Pinato mentre tra gli squalificati dobbiamo annotare il nome di Paolo Hernan Dellafiore

Sono invece 21 i giallazzurri che prenderanno parte alla sfida contro il Latina, gara valida per la terza giornata del campionato di Serie B ConTe.it in programma domani, alle ore 15:00, al “Comunale” di Frosinone. Torna Gori dopo la squalifica, out gli infortunati Frara e Russo. Di seguito l’elenco completo dei convocati:

Portieri: Bardi, Faiella, Zappino

Difensori: Ariaudo, Belvisi, M. Ciofani, Crivello, Mazzotta, Pryyma

Centrocampisti: Gori, Gucher, Sammarco

Attaccanti: D.Ciofani, Cocco, Csurko, Dionisi, Kragl, Paganini, Preti, Soddimo, Volpe


​MISTER VIVARINI IN CONFERENZA STAMPA: “ADESSO SIAMO UNA SQUADRA. COL FROSINONE NON RIPETEREMO GLI STESSI ERRORI”

Mister Vivarini è una bella persona. È concreto, mai sopra le righe, sempre compito ed elegante sia nei modi che nelle dichiarazioni. Oggi ci è parso poco sereno ma sfidiamo chiunque a non esserlo a poco più di ventiquattr’ore da un impegno probante come quello che dovrà affrontare. “Il Frosinone è forte e pensiamo solo a questa sfida. Il resto – esordisce il tecnico nerazzurro – non ci deve interessare anche se oramai siamo abituati alle difficoltà. Siamo molto concentrati su questa partita che cercheremo di vincere soprattutto per regalare una soddisfazione ai nostri tifosi che anche stamattina ci sono venuti a trovare prima dell’allenamento. Ovviamente questo ci fa piacere e ci sprona a far bene. Sarà difficile contro il Frosinone – ammette Vivarini – ma noi ce la metteremo tutta. Loro hanno avuto due giorni in più per preparare questa sfida visto che abbiamo giocato di lunedì spendendo molto in termini fisici e facendo una partita strepitosa contro una squadra fortissima. Stiamo lavorando molto per correggere gli errori commessi a Spezia – continua precisando il tecnico nerazzurro – anche se sono contento della prestazione generale: a parte i tre gol regalati, lo Spezia non ha mai tirato in porta e nel secondo tempo abbiamo messo sotto un avversario notevolmente più forte. Abbiamo lottato come dovremo lottare contro il Frosinone e dobbiamo essere consapevoli delle nostre forze. Io personalmente – dice Vivarini cambiando il tono della voce – sono contento perché ora ho una squadra. Prima c’era qualcuno che giocava per sé e rifiutava di essere parte integrante di questa squadra. Ora lo spirito di squadra si è ritrovato e credo che con esso potremo centrare i nostri obiettivi. Il primo è relativo alla gara di domani, l’altro è la salvezza.” E Mister Vivarini conclude la conferenza stampa con questa frase: “Dobbiamo lavorare, lottare e agire con la testa.”